Mercato last minute, il Napoli resta in agguato. Sfuma la pista Paletta: la prima scelta è la Samp che chiede Zuniga

0

Giornata frenetica al Principe di Savoia di Milano e continuo via vai di addetti ai lavori: Milan protagonista, il Napoli resta alla finestra e scruta la situazione. Attende il momento giusto per piazzare l’eventuale colpo last-minute. Un centrocampista, preferibilmente, oppure un difensore. O addirittura l’uno e l’altro per dare spessore ai due reparti e scatenare l’assalto al secondo posto. Il punto è chi acquistare. Profili low cost esistono in quantità industriale, ovvero le occasioni non mancano. Prendere per il gusto di prendere non è nella filosofia di Benitez che l’ha ribadito a chi di dovere anche dopo la vittoria sul Genoa: l’allenatore vuole calibri pesanti e quindi chiede investimenti onerosi. I giocatori forti si devono pagare tanto e hanno un ingaggio alto. Anche i centrocampisti. Anche i difensori. Nessuna nuova su Paletta almeno in chiave partenopea: il Parma è ai titoli di coda, chi vuole può cercarsi un’altra sistemazione. Il centrale di difesa non faceva impazzire Rafa, c’è stato un sondaggio ma le ultime operazioni lo hanno spinto verso la Samp. Che ieri ha fatto prima firmare Eto’o e poi s’è messa in testa la pazza idea Zuniga. Richiesta di prestito al Napoli, che ha blindato la fascia sinistra con Strinic. La prima risposta dei dirigenti azzurri è stata negativa. Il ds azzurro Bigon deve comunque sistemare le uscite: Henrique e Uvini. Il primo vorrebbe tornare in Brasile ma da quelle parti circola poco denaro e al momento l’unica offerta sostanziosa è quella arrivata dalla Spagna: il Villareal offre tre milioni. Su Uvini invece ha mostrato un tiepido interesse il Palermo che propone la formula del prestito, in fila ci sono pure Sporting Braga e Genk. Singolare se non misterioso scambio di affettuosità tra Lucas Leiva e Benitez: l’allenatore ha postato sul proprio sito alcune dichiarazioni del centrocampista del Liverpool, che esalta la sua amicizia con Rafa. Un messaggio trasversale di entrambi per manifestare il desiderio di tornare a lavorare insieme? Viene monitorato Ryan Jack, ultima scommessa del calcio scozzese: il ventiduenne centrocampista dell’Aberdeen si libera tra un anno. Ma non c’è solo il Napoli, anche la Roma è sulle sue tracce. Inler non andrà via, almeno a gennaio: il problema è il costo del cartellino. Per meno di dieci milioni il Napoli non lo lascia partire: troppi per un giocatore in scadenza di contratto tra un anno. Il croato Radosevic è destinato a salutare la comitiva: andrà a giocare in serie B. Sfumata la trattativa con il Varese, ne è stata aperta un’altra con il Crotone, che pare meglio avviata. C’è un problemino che riguarda il settore giovanile: l’Atletico Madrid ha messo gli occhi su Mario Prezioso, talentuoso centrocampista della Primavera. Il ragazzo è un ’96 e come Felice Gaetano, altro gioiellino della formazione baby, non ha firmato alcun contratto da professionista con il Napoli: gli spagnoli lo seguono da mesi. Milan scatenato per rimettere in piedi una squadra che fa acqua: in rossonero arrivano Destro dalla Roma e Bocchetti dallo Spartak Mosca. Forse anche Munoz dal Palermo e Antonelli dal Genoa. Giallorossi vicini a Luiz Adriano dello Shakhtar, Inter sul colombiano Murillo, la Juve fa un pensierino a Cassano e dice no al Manchester City per Pogba: gli inglesi offrivano 40 milioni più Jovetic. (Angelo Rossi – Il Mattino) 

Giornata frenetica al Principe di Savoia di Milano e continuo via vai di addetti ai lavori: Milan protagonista, il Napoli resta alla finestra e scruta la situazione. Attende il momento giusto per piazzare l’eventuale colpo last-minute. Un centrocampista, preferibilmente, oppure un difensore. O addirittura l’uno e l’altro per dare spessore ai due reparti e scatenare l’assalto al secondo posto. Il punto è chi acquistare. Profili low cost esistono in quantità industriale, ovvero le occasioni non mancano. Prendere per il gusto di prendere non è nella filosofia di Benitez che l’ha ribadito a chi di dovere anche dopo la vittoria sul Genoa: l’allenatore vuole calibri pesanti e quindi chiede investimenti onerosi. I giocatori forti si devono pagare tanto e hanno un ingaggio alto. Anche i centrocampisti. Anche i difensori. Nessuna nuova su Paletta almeno in chiave partenopea: il Parma è ai titoli di coda, chi vuole può cercarsi un’altra sistemazione. Il centrale di difesa non faceva impazzire Rafa, c’è stato un sondaggio ma le ultime operazioni lo hanno spinto verso la Samp. Che ieri ha fatto prima firmare Eto’o e poi s’è messa in testa la pazza idea Zuniga. Richiesta di prestito al Napoli, che ha blindato la fascia sinistra con Strinic. La prima risposta dei dirigenti azzurri è stata negativa. Il ds azzurro Bigon deve comunque sistemare le uscite: Henrique e Uvini. Il primo vorrebbe tornare in Brasile ma da quelle parti circola poco denaro e al momento l’unica offerta sostanziosa è quella arrivata dalla Spagna: il Villareal offre tre milioni. Su Uvini invece ha mostrato un tiepido interesse il Palermo che propone la formula del prestito, in fila ci sono pure Sporting Braga e Genk. Singolare se non misterioso scambio di affettuosità tra Lucas Leiva e Benitez: l’allenatore ha postato sul proprio sito alcune dichiarazioni del centrocampista del Liverpool, che esalta la sua amicizia con Rafa. Un messaggio trasversale di entrambi per manifestare il desiderio di tornare a lavorare insieme? Viene monitorato Ryan Jack, ultima scommessa del calcio scozzese: il ventiduenne centrocampista dell’Aberdeen si libera tra un anno. Ma non c’è solo il Napoli, anche la Roma è sulle sue tracce. Inler non andrà via, almeno a gennaio: il problema è il costo del cartellino. Per meno di dieci milioni il Napoli non lo lascia partire: troppi per un giocatore in scadenza di contratto tra un anno. Il croato Radosevic è destinato a salutare la comitiva: andrà a giocare in serie B. Sfumata la trattativa con il Varese, ne è stata aperta un’altra con il Crotone, che pare meglio avviata. C’è un problemino che riguarda il settore giovanile: l’Atletico Madrid ha messo gli occhi su Mario Prezioso, talentuoso centrocampista della Primavera. Il ragazzo è un ’96 e come Felice Gaetano, altro gioiellino della formazione baby, non ha firmato alcun contratto da professionista con il Napoli: gli spagnoli lo seguono da mesi. Milan scatenato per rimettere in piedi una squadra che fa acqua: in rossonero arrivano Destro dalla Roma e Bocchetti dallo Spartak Mosca. Forse anche Munoz dal Palermo e Antonelli dal Genoa. Giallorossi vicini a Luiz Adriano dello Shakhtar, Inter sul colombiano Murillo, la Juve fa un pensierino a Cassano e dice no al Manchester City per Pogba: gli inglesi offrivano 40 milioni più Jovetic. (Angelo Rossi – Il Mattino)