«Esco a fare una passeggiata»: e invece si toglie la vita sul balcone di casa

0

 

 

 
Ariano Irpino – Si è impiccato con una corda fuori dal balcone di una abitazione in via Guardia ad Ariano Irpino. È questo il modo in cui ha scelto di farla finita Antonio Sanzio, pensionato di 80 anni, residente in pieno centro storico. Lo ha fatto ieri mattinata verso le 10 dopo aver detto alla moglie che sarebbe uscito per una passeggiata nonostante la pioggia battente. Ma nel giro di pochi minuti ha messo in pratica l’insano gesto a distanza di qualche metro da casa sua.

A vedere il corpo penzolante nell’aria in un vicolo che separa le varie zone del Rione Guardia, a pochi passi dalla chiesa di San Pietro, un parente.
Immediato l’intervento dei sanitari del 118 per cercare di rianimarlo, ma al loro arrivo hanno potuto constatare solo l’avvenuto decesso. I carabinieri della locale Compagnia hanno avviato subito i rilievi del caso per ricostruire la dinamica dei fatti e accertarne le motivazioni. Ignote, almeno al momento, le cause che avrebbero spinto il pensionato ad un gesto così insano. Non si esclude che alla base ci sia stata una forma di depressione per qualche malore che accusava nell’ultimo periodo. Sta di fatto che nel lasso di poco tempo ha meditato di portare nel vicoletto uno sgabello, una corda, e suicidarsi ad un terrazzino del primo piano di una abitazione. Il corpo avvolto nel lenzuolo è rimasto a terra fino all’arrivo del medico legaleDolore e sconcerto tra i familiari per la tragica scomparsa. L’uomo era conosciuto e stimato da tutti per il suo impegno attivo nel Comitato della festa di Sant’Antonio e per la sua cordialità verso tutti. Questo è il secondo suicidio che si registra ad Ariano nel giro di pochi giorni dopo la scomparsa del 29enne Giovanni Bongo, di Villanova del Battista, lanciatosi dal ponte della Panoramica, in circostanze del tutto oscure.IL  MATTINO 

A+ A- Stampa
 
 
 

Ariano Irpino – Si è impiccato con una corda fuori dal balcone di una abitazione in via Guardia ad Ariano Irpino. È questo il modo in cui ha scelto di farla finita Antonio Sanzio, pensionato di 80 anni, residente in pieno centro storico. Lo ha fatto ieri mattinata verso le 10 dopo aver detto alla moglie che sarebbe uscito per una passeggiata nonostante la pioggia battente. Ma nel giro di pochi minuti ha messo in pratica l’insano gesto a distanza di qualche metro da casa sua.

A vedere il corpo penzolante nell’aria in un vicolo che separa le varie zone del Rione Guardia, a pochi passi dalla chiesa di San Pietro, un parente.
Immediato l’intervento dei sanitari del 118 per cercare di rianimarlo, ma al loro arrivo hanno potuto constatare solo l’avvenuto decesso. I carabinieri della locale Compagnia hanno avviato subito i rilievi del caso per ricostruire la dinamica dei fatti e accertarne le motivazioni. Ignote, almeno al momento, le cause che avrebbero spinto il pensionato ad un gesto così insano. Non si esclude che alla base ci sia stata una forma di depressione per qualche malore che accusava nell’ultimo periodo. Sta di fatto che nel lasso di poco tempo ha meditato di portare nel vicoletto uno sgabello, una corda, e suicidarsi ad un terrazzino del primo piano di una abitazione. Il corpo avvolto nel lenzuolo è rimasto a terra fino all’arrivo del medico legaleDolore e sconcerto tra i familiari per la tragica scomparsa. L’uomo era conosciuto e stimato da tutti per il suo impegno attivo nel Comitato della festa di Sant’Antonio e per la sua cordialità verso tutti. Questo è il secondo suicidio che si registra ad Ariano nel giro di pochi giorni dopo la scomparsa del 29enne Giovanni Bongo, di Villanova del Battista, lanciatosi dal ponte della Panoramica, in circostanze del tutto oscure.IL  MATTINO