Sorrento. Corsa al voto: 6 liste per sostenere Cuomo. Il sindaco blinda i big della sua giunta per puntare al bis

0

Sorrento. Almeno sei liste per sostenere il sindaco Giuseppe Cuomo e scongiurare il rischio di una sconfitta alle elezioni comunali del prossimo maggio. Si avvicina il Dday delle urne e la maggioranza di centrodestra mette a fuoco obiettivi, programmi e candidati. Soprattutto alla luce del fatto che, dall’altra parte, c’è un’opposizione divisa sulle strategie elettorali. Il Partito democratico sta vivendo un momento a dir poco confusionario, con due fazioni interne che duellano sull’ipotesi primarie. Tutto ciò mentre l’ex primo cittadino Marco Fiorentino, forte del sostegno del suo ex vicesindaco Rosario Fiorentino – attualmente esponente di minoranza con la civica Insieme per Sorrento – tenta di ampliare la compagine che lo supporterà nella sfida contro Cuomo. Insomma, tanta carne sul fuoco. Cuomo ha blindato definitivamente i big della sua giunta che, a meno di clamorosi colpi di scena, non dovrebbero piantarlo alla vigilia delle amministrative. Tutt’altro. C’è compattezza e nessun segnale di rottura. In ogni caso, il sindaco deve fare i conti con le frecciatine che si stanno lanciando a distanza il consigliere comunale Antonino Acampora e Mariano Pontecorvo, ex assessore ai lavori pubblici e leader della civica di maggioranza. Senza dimenticare che c’è movimento anche nello stesso gruppo più vicino al sindaco, cioè Forza Italia, già orfano dell’assessore Massimo Coppola – che ha fondato in consiglio comunale il gruppo del Nuovo Centro Destra – e che a quanto pare potrebbe perdere un altro consigliere. Che potrebbe finire proprio nel mirino di Pontecorvo ormai intenzionato ad allestire un folto gruppo di partner pro-Cuomo. Le sei liste di maggioranza, sostanzialmente, ripercorrono le tappe della coalizione che nel 2010 affiancò il sindaco nella discesa in campo che lo vide trionfare con percentuali bulgare, soprattutto nelle frazioni collinari. Da tenere in considerazione il fattore femminile: con la doppia preferenza c’è da “rinforzare” la squadra con donne capaci di poter catturare consenso importante e, quindi, migliorare definitivamente il peso politico della coalizione del primo cittadino che si mostra sereno, convinto di poter calare il bis e battere il “nemico” Marco Fiorentino. Intanto continua a muoversi e rilanciare i propri progetti una nuova lista, “Sorrento bene comune”, presentata l’altra sera in centro e che può contare sull’appoggio di professionisti ed esponenti della società civile. La civica correrà da sola, non intende stringere accordi con nessuna delle forze in campo. Niente apparentamenti, né con Cuomo né con Marco Fiorentino. Una decisione a sostegno del neonato movimento che punta sul rilancio economico e sociale di Sorrento. E che va avanti sulla scia anche del comitato civico a difesa della gestione pubblica del parcheggio Achille Lauro di via Correale su cui l’ente municipale di piazza Sant’Antonino intende procedere per project financing circa la realizzazione del secondo lotto della maxi opera che prevede il collegamento con il borgo di Marina Piccola. (Josè Astarita – Metropolis) 

Sorrento. Almeno sei liste per sostenere il sindaco Giuseppe Cuomo e scongiurare il rischio di una sconfitta alle elezioni comunali del prossimo maggio. Si avvicina il Dday delle urne e la maggioranza di centrodestra mette a fuoco obiettivi, programmi e candidati. Soprattutto alla luce del fatto che, dall’altra parte, c’è un’opposizione divisa sulle strategie elettorali. Il Partito democratico sta vivendo un momento a dir poco confusionario, con due fazioni interne che duellano sull’ipotesi primarie. Tutto ciò mentre l’ex primo cittadino Marco Fiorentino, forte del sostegno del suo ex vicesindaco Rosario Fiorentino – attualmente esponente di minoranza con la civica Insieme per Sorrento – tenta di ampliare la compagine che lo supporterà nella sfida contro Cuomo. Insomma, tanta carne sul fuoco. Cuomo ha blindato definitivamente i big della sua giunta che, a meno di clamorosi colpi di scena, non dovrebbero piantarlo alla vigilia delle amministrative. Tutt’altro. C’è compattezza e nessun segnale di rottura. In ogni caso, il sindaco deve fare i conti con le frecciatine che si stanno lanciando a distanza il consigliere comunale Antonino Acampora e Mariano Pontecorvo, ex assessore ai lavori pubblici e leader della civica di maggioranza. Senza dimenticare che c’è movimento anche nello stesso gruppo più vicino al sindaco, cioè Forza Italia, già orfano dell’assessore Massimo Coppola – che ha fondato in consiglio comunale il gruppo del Nuovo Centro Destra – e che a quanto pare potrebbe perdere un altro consigliere. Che potrebbe finire proprio nel mirino di Pontecorvo ormai intenzionato ad allestire un folto gruppo di partner pro-Cuomo. Le sei liste di maggioranza, sostanzialmente, ripercorrono le tappe della coalizione che nel 2010 affiancò il sindaco nella discesa in campo che lo vide trionfare con percentuali bulgare, soprattutto nelle frazioni collinari. Da tenere in considerazione il fattore femminile: con la doppia preferenza c’è da “rinforzare” la squadra con donne capaci di poter catturare consenso importante e, quindi, migliorare definitivamente il peso politico della coalizione del primo cittadino che si mostra sereno, convinto di poter calare il bis e battere il “nemico” Marco Fiorentino. Intanto continua a muoversi e rilanciare i propri progetti una nuova lista, “Sorrento bene comune”, presentata l’altra sera in centro e che può contare sull’appoggio di professionisti ed esponenti della società civile. La civica correrà da sola, non intende stringere accordi con nessuna delle forze in campo. Niente apparentamenti, né con Cuomo né con Marco Fiorentino. Una decisione a sostegno del neonato movimento che punta sul rilancio economico e sociale di Sorrento. E che va avanti sulla scia anche del comitato civico a difesa della gestione pubblica del parcheggio Achille Lauro di via Correale su cui l’ente municipale di piazza Sant’Antonino intende procedere per project financing circa la realizzazione del secondo lotto della maxi opera che prevede il collegamento con il borgo di Marina Piccola. (Josè Astarita – Metropolis) 

Lascia una risposta