NA 28/1/15 presso Institut francais present.ne libro Mmamm mia. Storia di un attimo di vita in bianco e nero

0

GIORNATA DELLA MEMORIA 2015

Riceviamo e pubblichiamo

Mmamm mia. Storia di un attimo di vita in bianco e nero
di Alfredo Pezone
prefazione Maurizio De Giovanni
copertina Christophe Mourey

Intervengono :
Maurizio De Giovanni(scrittore)
Rosaria De Cicco (attrice)

Giornata della Memoria da ieri ad oggi, il racconto di un sopravvissuto, raccolto da Alfredo Pezone, con prefazione di Maurizio De Giovanni.

Per la Giornata della Memoria, l’Institut français Napoli presenterà un racconto di Alfredo Pezone, scrittore e segretario generale dei Club Unesco di Napoli, che ha raccolto i ricordi di un sopravvissuto alla Shoah. E’ l’infanzia di uno scolaro clandestino, iscritto a Scuola sotto falso nome, e salvato dalla complicità del popolo napoletano. Attraverso i suoi occhi si scopre un periodo nero, ma anche le “Quattro Giornate” della liberazione di Napoli nel 1943, ma anche il destino di quelli che non sono sopravvissuti.

Il racconto è corredato da documenti che permettono di prolungare la riflessione dal passato verso il presente, il lavoro necessario di istruzione e di memoria.

La copertina, molto originale, di questo libro è stata realizzata dal nostro compatriota, l’artista Christophe Mourey.

La prefazione è a cura di Maurizio De Giovanni, grande conoscitore della Napoli degli anni 30, che parteciperà alla presentazione.

Pubblicato da Alberto Del Grosso

Garante dei Lettori

GIORNATA DELLA MEMORIA 2015

Riceviamo e pubblichiamo

Mmamm mia. Storia di un attimo di vita in bianco e nero
di Alfredo Pezone
prefazione Maurizio De Giovanni
copertina Christophe Mourey

Intervengono :
Maurizio De Giovanni(scrittore)
Rosaria De Cicco (attrice)

Giornata della Memoria da ieri ad oggi, il racconto di un sopravvissuto, raccolto da Alfredo Pezone, con prefazione di Maurizio De Giovanni.

Per la Giornata della Memoria, l’Institut français Napoli presenterà un racconto di Alfredo Pezone, scrittore e segretario generale dei Club Unesco di Napoli, che ha raccolto i ricordi di un sopravvissuto alla Shoah. E’ l’infanzia di uno scolaro clandestino, iscritto a Scuola sotto falso nome, e salvato dalla complicità del popolo napoletano. Attraverso i suoi occhi si scopre un periodo nero, ma anche le “Quattro Giornate” della liberazione di Napoli nel 1943, ma anche il destino di quelli che non sono sopravvissuti.

Il racconto è corredato da documenti che permettono di prolungare la riflessione dal passato verso il presente, il lavoro necessario di istruzione e di memoria.

La copertina, molto originale, di questo libro è stata realizzata dal nostro compatriota, l’artista Christophe Mourey.

La prefazione è a cura di Maurizio De Giovanni, grande conoscitore della Napoli degli anni 30, che parteciperà alla presentazione.

Pubblicato da Alberto Del Grosso

Garante dei Lettori