Senza freni Folgore Massa e Gimel S. Agata, col fiatone il Carotenuto S. Agnello

0

Due partite secche ed una al cardiopalma

 

Costiera sorrentina – Sono tre benefiche vittorie ma una è arrivata con il sudare le sette camicie con i santanellesi che la spuntano al tie break.

La capolista Folgore Massa quasi chiude il girone di andata con una secca vittoria con i salernitani dell’Indomita e così con lo stesso risultato la Gimel Sant’Agata regola la Pallavolo Antares, mentre il Carotenuto Sant’Agnello ha dovuto soffrire più del previsto per avere ragione della MC Donald’s Nola.

I bianocverdi affrontano dei salernitani che devono fare di necessità virtù perché hanno molti assenti, che però cercano di tenere testa alla capolista con una formazione risica all’osso, solo sette giocatori. Nel primo set regna un certo equilibrio ed i salernitani riescono a tenere il passo dei massesi guidati dall’ex di turno Marco Pagano fino al 18-18, ma poi l’allungo decisivo dell’ex da una mano nel finale alla Folgore che chiude 25-21. Nel secondo i padroni di casa riescono a mettere a segno un break importante con l’Indomita che si ferma a quota diciotto, stessi punti nel terzo set. Alla fine un secco tre a zero in poco più di un’ora nella quale c’è anche la passerella per qualche giocatore che non ha quasi mai giocato, come Valestra, Mattera e Ruggiero. Ora i massesi sono attesi da tre settimane con delle gare decisive, nella trasferta di Pianura, nelle finali di Coppa Campania e nella prima del girone di ritorno contro i santanellesi dell’APD Carotenuto. 

Ed appunto i santenellesi hanno avuto una gara decisiva con i vesuviani che hanno ammainato bandiera bianca solo nel quinto set dopo una gara che si direbbe vietata ai cardiopatici, perché sia il primo che il terso parziale sono stato molti equilibrati ed il ghiaccio è stato rotto solo ai vantaggi. Poi gli altri set della giornata sono stati quasi a ruota libera, poiché il Nola sembra non essere quasi esistito, è stato nel tie break ma fino a quando non si è rotto l’incantesimo. Qualche peccato di inesperienza, miscelato con qualche errore di troppo ha fatto si che la truppa di mister Gargiulo ha dovuto mettere in  mostra, dopo gli scoppoloni del primo e terzo set, tutto quello che aveva imparato per non avere un cocente dispiacere. Alla fine sono solo due punti dei tre che potevano essere, e che potevano mettere i costieri al terzo posto alla pari della Polisportiva Cimitile.

Invece non è stata alla pari la gara tra la Gimel Sant’Agata che ha battuto seccamente nella dodicesima giornata la Pallavolo Antares Asd, che è la quinta forza del campionato. Le biancoblù, nonostante

l’ infortunio avvenuto durante il secondo set della Serena Gargiulo, si impongono con il loro gioco e scompigliano le avversarie senza troppe difficoltà. Le biancoverdi pagano l’infortunio dell’ Alexandrova  (15-10 nel primo set), capitano e punto di riferimento in attacco. I set non hanno storia fin dalle prime battute, con le ragazze di mister Nica che nonostante qualche non perfetta ricezione hanno la meglio con delle buone e penetranti palle che, a volte perforano come la lama il burro, la difesa delle ospiti.

Con questa vittoria mister Nica e le sue ragazze consolidano l’ottavo posto in classifica.

 

CAMPIONATO PALLAVOLO – SERIE C/MASCHILE – GIORNE B – 12^ GIORNATA

FOLGORE MASSA – INDOMITA SALERNO 3-0

(25-21, 25-18, 25-18)

CAROTENUTO SANT’AGNELLO – MC DONALD’S NOLA    3-2

(24-26. 25-14, 24-26, 25-17, 15-10)

 

CAMPIONATO PALLAVOLO – SERIE C/MASCHILE – GIORNE B – 12^ GIORNATA

GIMEL S. AGATA – PALLAVOLO ANTARES  3-0

(25-17; 25-18; 25-17)

 

GIUSEPPE SPASIANO

Due partite secche ed una al cardiopalma

 

Costiera sorrentina – Sono tre benefiche vittorie ma una è arrivata con il sudare le sette camicie con i santanellesi che la spuntano al tie break.

La capolista Folgore Massa quasi chiude il girone di andata con una secca vittoria con i salernitani dell’Indomita e così con lo stesso risultato la Gimel Sant’Agata regola la Pallavolo Antares, mentre il Carotenuto Sant’Agnello ha dovuto soffrire più del previsto per avere ragione della MC Donald’s Nola.

I bianocverdi affrontano dei salernitani che devono fare di necessità virtù perché hanno molti assenti, che però cercano di tenere testa alla capolista con una formazione risica all’osso, solo sette giocatori. Nel primo set regna un certo equilibrio ed i salernitani riescono a tenere il passo dei massesi guidati dall’ex di turno Marco Pagano fino al 18-18, ma poi l’allungo decisivo dell’ex da una mano nel finale alla Folgore che chiude 25-21. Nel secondo i padroni di casa riescono a mettere a segno un break importante con l’Indomita che si ferma a quota diciotto, stessi punti nel terzo set. Alla fine un secco tre a zero in poco più di un’ora nella quale c’è anche la passerella per qualche giocatore che non ha quasi mai giocato, come Valestra, Mattera e Ruggiero. Ora i massesi sono attesi da tre settimane con delle gare decisive, nella trasferta di Pianura, nelle finali di Coppa Campania e nella prima del girone di ritorno contro i santanellesi dell’APD Carotenuto. 

Ed appunto i santenellesi hanno avuto una gara decisiva con i vesuviani che hanno ammainato bandiera bianca solo nel quinto set dopo una gara che si direbbe vietata ai cardiopatici, perché sia il primo che il terso parziale sono stato molti equilibrati ed il ghiaccio è stato rotto solo ai vantaggi. Poi gli altri set della giornata sono stati quasi a ruota libera, poiché il Nola sembra non essere quasi esistito, è stato nel tie break ma fino a quando non si è rotto l’incantesimo. Qualche peccato di inesperienza, miscelato con qualche errore di troppo ha fatto si che la truppa di mister Gargiulo ha dovuto mettere in  mostra, dopo gli scoppoloni del primo e terzo set, tutto quello che aveva imparato per non avere un cocente dispiacere. Alla fine sono solo due punti dei tre che potevano essere, e che potevano mettere i costieri al terzo posto alla pari della Polisportiva Cimitile.

Invece non è stata alla pari la gara tra la Gimel Sant’Agata che ha battuto seccamente nella dodicesima giornata la Pallavolo Antares Asd, che è la quinta forza del campionato. Le biancoblù, nonostante

l’ infortunio avvenuto durante il secondo set della Serena Gargiulo, si impongono con il loro gioco e scompigliano le avversarie senza troppe difficoltà. Le biancoverdi pagano l'infortunio dell’ Alexandrova  (15-10 nel primo set), capitano e punto di riferimento in attacco. I set non hanno storia fin dalle prime battute, con le ragazze di mister Nica che nonostante qualche non perfetta ricezione hanno la meglio con delle buone e penetranti palle che, a volte perforano come la lama il burro, la difesa delle ospiti.

Con questa vittoria mister Nica e le sue ragazze consolidano l'ottavo posto in classifica.

 

CAMPIONATO PALLAVOLO – SERIE C/MASCHILE – GIORNE B – 12^ GIORNATA

FOLGORE MASSA – INDOMITA SALERNO 3-0

(25-21, 25-18, 25-18)

CAROTENUTO SANT’AGNELLO – MC DONALD’S NOLA    3-2

(24-26. 25-14, 24-26, 25-17, 15-10)

 

CAMPIONATO PALLAVOLO – SERIE C/MASCHILE – GIORNE B – 12^ GIORNATA

GIMEL S. AGATA – PALLAVOLO ANTARES  3-0

(25-17; 25-18; 25-17)

 

GIUSEPPE SPASIANO