Salerno. Asl nel caos, sindacati occupano direzione

0

Mattinata di protesta e tensioni all’Asl di Salerno in via Nizza. I sindacati di categoria hanno occupato la direzione generale dell’Azienda in Via Nizza per protestare contro i tagli programmati e la esternalizzazione dei servizi ed il blocco economico degli stipendi. Contestati anche i premi ai dirigenti. I sindacati hanno anche fatto irruzione nella stanza del manager Squillante parlando a lungo con il direttore generale.

IL COMUNICATO DELLA FP CGIL. 

I lavoratori e la RSU dell’ASL SALERNO in assemblea da stamane a via Nizza per rivendicare spazi di democrazia, di confronto, salariali sottratti da una direzione generale che risponde perissequamente e letteralmente agli aut aut della Regione Campania.
Dopo ampia discussione a cui è seguito un serrato dibattito vista l’ultima nota del direttore Generale con la quale si negano benefici e diritti quesiti , oggetti di pregressi accordi sindacali e valutati maldestri comportamenti di qualche sigla sindacale che non perde occasione per “veicolare e giustificare il pensiero datoriale- del dott. Squillante”i partecipanti si sono portati (in questo momento) al secondo piano di Via Nizza e stanno presidiando gli uffici della Direzione Generale protestando fermamente chiedendo al Direttore Generale di mutare linea e di comunicare, convintamente alla Regione Campania , la piena esigibilità dell’accordo del 2010 con l’attribuzione di una fascia economica orizzontale a tutto il personale avente diritto.

E’ stato chiesto altresì di aprire un confronto vero , scevro da forme demagogiche e populistiche che la Direzione pratica quotidianamente, per restituire , si ripete, dignità, spazi partecipativi , confronto sindacale , per garantire ai cittadini salernitani un servizio sanitario adeguato ed efficiente ai loro bisogni.
Al dott. Squillante, quindi, viene chiesto con insistenza di mutare atteggiamento nei confronti delle OO.SS e della RSU.

FP CGIL Salerno

Mattinata di protesta e tensioni all’Asl di Salerno in via Nizza. I sindacati di categoria hanno occupato la direzione generale dell’Azienda in Via Nizza per protestare contro i tagli programmati e la esternalizzazione dei servizi ed il blocco economico degli stipendi. Contestati anche i premi ai dirigenti. I sindacati hanno anche fatto irruzione nella stanza del manager Squillante parlando a lungo con il direttore generale.

IL COMUNICATO DELLA FP CGIL. 

I lavoratori e la RSU dell’ASL SALERNO in assemblea da stamane a via Nizza per rivendicare spazi di democrazia, di confronto, salariali sottratti da una direzione generale che risponde perissequamente e letteralmente agli aut aut della Regione Campania.
Dopo ampia discussione a cui è seguito un serrato dibattito vista l’ultima nota del direttore Generale con la quale si negano benefici e diritti quesiti , oggetti di pregressi accordi sindacali e valutati maldestri comportamenti di qualche sigla sindacale che non perde occasione per “veicolare e giustificare il pensiero datoriale- del dott. Squillante”i partecipanti si sono portati (in questo momento) al secondo piano di Via Nizza e stanno presidiando gli uffici della Direzione Generale protestando fermamente chiedendo al Direttore Generale di mutare linea e di comunicare, convintamente alla Regione Campania , la piena esigibilità dell’accordo del 2010 con l’attribuzione di una fascia economica orizzontale a tutto il personale avente diritto.

E’ stato chiesto altresì di aprire un confronto vero , scevro da forme demagogiche e populistiche che la Direzione pratica quotidianamente, per restituire , si ripete, dignità, spazi partecipativi , confronto sindacale , per garantire ai cittadini salernitani un servizio sanitario adeguato ed efficiente ai loro bisogni.
Al dott. Squillante, quindi, viene chiesto con insistenza di mutare atteggiamento nei confronti delle OO.SS e della RSU.

FP CGIL Salerno