Eros e Thanatos. Ceramiche di Giuseppe di Muro

0

fës show room  luglio – settembre 2010

Minori – Costa d’Amalfi  

 

direzione artistica Marcella Ferro & Pasquale Ruocco   coordinamento organizzativo FSC Fabbrica Sviluppi Creativi

 

Eros e Thanatos. Ceramiche di Giuseppe di Muro

 

 

 
 
Inaugurazione venerdì 13 agosto – ore 19.00

 

Comunicato stampa
 
 

Prosegue, presso la galleria Fës Show Room di Minori, la sesta edizione di Aperto. Incontri d’arte contemporanea, quest’anno intitolata Arti in Tensione, inaugurata sabato 10 luglio 2010 con la mostra collettiva Duealquadrato Uomini in corpo che ha visto esporre le opere di Roberto Marchese, Angelo Montefusco, Rinedda e Andreas Zampella.  

La rassegna, diretta da Marcella Ferro e Pasquale Ruocco, va ora avanti con la mostra Eros e Thanatos,  una  raccolta personale delle ceramiche di Giuseppe Di Muro realizzate  in questi ultimi anni.

Cosciente della crisi di valori che sta vivendo la società odierna, sempre più influenzata dalla ipervelocità delle comunicazioni, dall’azione corrosiva della televisione e dalle mode, contraddistinta dalla poca attenzione per le sorti del pianeta e del prossimo,  Di Muro innalza  “fieri guerrieri -scrive Pasquale Ruocco nel testo di accompagnamento all’esposizione    con i loro grossi elmi e scudi chiodati, minacciosi e pronti a combattere per difendere le nostre vite, per salvaguardare ciò che ancora ci distingue dalle macchine e dai robots: la possibilità di rallegrarci per un raggio di sole che ci scalda la pelle, per un soffio di vento che ci rinfresca il viso, la capacità di emozionarci al chiarore della luna piena, di stendere lo sguardo verso l’orizzonte infinito sognando paesi lontani, di gustare con ogni parte del corpo i sapori, i profumi, i colori delle nostre cucine, di scioglierci tra le gambe e le braccia della persona amata”.

Un percorso quello pensato da Di Muro che riflette il naturale ciclo della vita contraddistinto dall’alternarsi di nascita, vita e morte rispetto al quale ci invita a vivere intensamente ogni singolo attimo della nostra esistenza.

 

 

La mostra rimarrà aperta fino a mercoledì 15 settembre.