Due realtà SuperAbili a confronto: Vitina Maioriello e Laura Rampini

0

SALERNO – Sono loro, Vitina Maioriello e Laura Rampini, due ragazze in carrozzina, disabili, ma superabili allo stesso tempo, le protagoniste dell’incontro letterario, organizzato dall’associazine Mi girano le ruote in collaborazione con il Comune di Salerno, che si terrà venerdì 23 gennaio alle ore 17.30 nel Salone Gonfalone Palazzo di Città. Due realtà a confronto, narrate in due rispettivi testi letterari autobiografici, Tramonto, buio, luce di Vitina Maioriello e Nessuna barriera fra me e il cielo di Graziella Durante che narra la storia di Laura Rampini. “Tramonto, buio, luce” edito da Edizioni Progetto Cultura, nasce come biografia di Vitina, divenuta paraplegica in seguito ad un incidente stradale: un pirata della strada la investe e la sua vita di bambina spensierata si trasforma in una lotta contro il dolore ed il destino per poi trasformarsi in una nuova esistenza. L’autrice riesce a parlare con semplicità e freschezza di quante le è accaduto, facendo della sua esperienza il simbolo della forza dell’ottimismo. “Nessuna barriera fra me e il cielo” la cui autrice è Graziella Durante, edito dalla Mondadori narra la storia di un’altra donna, Laura Rampini, anche lei vittima di un incidente stradale che, seppur ritrovandosi su una sedia a rotelle, ha iniziato e realizzato un grande progetto, quello di diventare la prima ed unica paracadutista al mondo. Sia Vitina che Laura sono impegnate nell’ambito sociale con le loro rispettive associazioni, Mi girano le ruote, Liber-hand-o e Liberamondo. Due donne, dimostrazione vivente del fatto che è difficile rialzarsi da terra quando la vita toglie gli appoggi della tua esistenza, ma non impossibile. I racconti delle loro vite vogliono lanciare un messaggio, ossia che non bisogna arrendersi mai davanti agli ostacoli, anche quelli apparentemente piccoli e banali, ma imporsi di trovare il modo per superarli o aggirarli. Laura e Vitina affermano: << la vita non è una sola, ma puoi rinascere ogni volta che lo desideri e ogni rinuncia, fosse pure piccolissima, si trasforma nel tuo carceriere facendoti perdere ogni fiducia ed autostima in te stesso>>. Il loro motto è “nulla è impossibile, tutto è superabile”. Alla presentazione, moderata da Luigi Bernabò Vice Presidente Commissione Politiche Sociali Comune di Salerno interverranno Vitina Maioriello, Graziella Durante e Laura Rampini.SALERNO – Sono loro, Vitina Maioriello e Laura Rampini, due ragazze in carrozzina, disabili, ma superabili allo stesso tempo, le protagoniste dell’incontro letterario, organizzato dall’associazine Mi girano le ruote in collaborazione con il Comune di Salerno, che si terrà venerdì 23 gennaio alle ore 17.30 nel Salone Gonfalone Palazzo di Città. Due realtà a confronto, narrate in due rispettivi testi letterari autobiografici, Tramonto, buio, luce di Vitina Maioriello e Nessuna barriera fra me e il cielo di Graziella Durante che narra la storia di Laura Rampini. “Tramonto, buio, luce” edito da Edizioni Progetto Cultura, nasce come biografia di Vitina, divenuta paraplegica in seguito ad un incidente stradale: un pirata della strada la investe e la sua vita di bambina spensierata si trasforma in una lotta contro il dolore ed il destino per poi trasformarsi in una nuova esistenza. L’autrice riesce a parlare con semplicità e freschezza di quante le è accaduto, facendo della sua esperienza il simbolo della forza dell’ottimismo. “Nessuna barriera fra me e il cielo” la cui autrice è Graziella Durante, edito dalla Mondadori narra la storia di un’altra donna, Laura Rampini, anche lei vittima di un incidente stradale che, seppur ritrovandosi su una sedia a rotelle, ha iniziato e realizzato un grande progetto, quello di diventare la prima ed unica paracadutista al mondo. Sia Vitina che Laura sono impegnate nell’ambito sociale con le loro rispettive associazioni, Mi girano le ruote, Liber-hand-o e Liberamondo. Due donne, dimostrazione vivente del fatto che è difficile rialzarsi da terra quando la vita toglie gli appoggi della tua esistenza, ma non impossibile. I racconti delle loro vite vogliono lanciare un messaggio, ossia che non bisogna arrendersi mai davanti agli ostacoli, anche quelli apparentemente piccoli e banali, ma imporsi di trovare il modo per superarli o aggirarli. Laura e Vitina affermano: << la vita non è una sola, ma puoi rinascere ogni volta che lo desideri e ogni rinuncia, fosse pure piccolissima, si trasforma nel tuo carceriere facendoti perdere ogni fiducia ed autostima in te stesso>>. Il loro motto è “nulla è impossibile, tutto è superabile”. Alla presentazione, moderata da Luigi Bernabò Vice Presidente Commissione Politiche Sociali Comune di Salerno interverranno Vitina Maioriello, Graziella Durante e Laura Rampini.