MINORI. RIQUALIFICAZIONE ZONA “TORRICELLA”. SPONTANEA INIZIATIVA DI VOLONTARI

0

Nella mattinata di Sabato 17 una manciata di volontari dell’Associazione di Promozione Sociale “Primavera” di Minori si sono impegnati nella riqualificazione della zona “Torricella” (il tratto della SS Amalfitana che collega Minori e Maiori).
Il segmento di strada era da mesi lasciato alla incuria, tanto da non essere un buon biglietto da visita per chi faceva ingresso nelle due cittadine costiere. Sono stati trasportati via notevoli quantità di terriccio, arbusti, sterpaglie, immondizia di vario genere che si accumulava ai lati della statale.
L’intervento di “Primavera” si è svolto nella prima mattinata senza arrecare intralcio al traffico in collaborazione con una ditta del luogo che ha messo a disposizione i propri mezzi. Nella nota firmata dalla portavoce Giusy Crivelli l’associazione sottolinea l’assoluta gratuità del gesto , mosso solo da senso civico, e come solo un certo pragmatismo spontaneo nell’impegno sociale possa essere rimedio talvolta alla sonnolenza di enti ed istituzioni.Nella mattinata di Sabato 17 una manciata di volontari dell’Associazione di Promozione Sociale “Primavera” di Minori si sono impegnati nella riqualificazione della zona “Torricella” (il tratto della SS Amalfitana che collega Minori e Maiori).
Il segmento di strada era da mesi lasciato alla incuria, tanto da non essere un buon biglietto da visita per chi faceva ingresso nelle due cittadine costiere. Sono stati trasportati via notevoli quantità di terriccio, arbusti, sterpaglie, immondizia di vario genere che si accumulava ai lati della statale.
L’intervento di “Primavera” si è svolto nella prima mattinata senza arrecare intralcio al traffico in collaborazione con una ditta del luogo che ha messo a disposizione i propri mezzi. Nella nota firmata dalla portavoce Giusy Crivelli l’associazione sottolinea l’assoluta gratuità del gesto , mosso solo da senso civico, e come solo un certo pragmatismo spontaneo nell’impegno sociale possa essere rimedio talvolta alla sonnolenza di enti ed istituzioni.

Lascia una risposta