Castellammare di Stabia. Imminente il restyling della villa comunale

0

Castellammare di Stabia. Niente più degrado, sporcizia, verde abbandonato. Ma un lungomare risistemato che accoglierà i cittadini e soprattutto i turisti della città che affaccia sul golfo, con il Vesuvio sullo sfondo. È davvero questione di giorni per il restyling della villa comunale che tornerà ad essere una terrazza panoramica da cartolina. A confermare la novità l’amministrazione comunale, in una nota che finalmente rassicura gli stabiesi sulla passeggiata da recuperare del centro urbano, ridotta, negli ultimi tempi, a terra di nessuno. Una situazione ai limiti della vivibilità che sarà a breve solo un lontano ricordo. «Dopo l’ordinanza del Tar di Napoli che aveva accolto la sospensiva di una delle ditte partecipanti ed escluse dalla gara – si legge in un documento del primo cittadino Nicola Cuomo – il Comune in via di autotutela ha ammesso alla procedura di gara le ditte precedentemente escluse, confrontando le offerte economiche e progettuali. Il settore urbanistica ha provveduto all’aggiudicazione definitiva della procedura per l’affidamento del progetto e l’esecuzione dei lavori di riqualificazione della villa nell’ambito del finanziamento Più Europa per il tratto che dalla cosiddetta banchina di zi’ Catiello arriva fino all’hotel Miramare». Lavori complessivi, quindi, affidati al raggruppamento d’imprese con capogruppo un’azienda con sede a Lainate, in provincia di Milano: la Ma.mi, sulla base di proposte migliori per il raddoppio della pista ciclabile, la sostituzione e l’integrazione delle panchine nonché la realizzazione delle aree giochi gratuite per i bambini. Entusiasta il sindaco, che ha dichiarato: «Ho chiesto al dirigente del settore tecnico di accelerare al massimo per recuperare il tempo perso a causa del ricorso amministrativo, allo scopo di portare avanti questa importante opera di riqualificazione attesa da troppi anni dalla nostra cittadinanza e da coloro che amano passeggiare in riva al mare. I lavori partiranno a stretto giro». Un annuncio che dovrebbe restituire dignità alla villa comunale, come si augurano cittadini ed associazioni che ogni giorno fanno i conti con disagi e rifiuti lasciati nei viali alberati o nelle aiuole, per non parlare delle giostrine e delle panchine vandalizzate più volte. «Sono contenta che finalmente qualcosa si muova – spiega una signora che è solita accompagnare i suoi nipoti in villa nelle belle giornate di sole – ma oltre alla manutenzione quello che serve è il controllo delle forze dell’ordine e la manutenzione dei giardinieri, se vogliamo davvero competere con le città costiere dei circuiti turistici nazionali ed internazionali». Non si ferma al nuovo progetto il sindaco Cuomo e ricorda come pian piano la passeggiata a mare diverrà una delle più belle del mondo anche grazie alla collaborazione dei cittadini. «In questo primo anno e mezzo sono state fatte tante cose. Abbiamo curato il verde, potando gli alberi di alto fusto abbandonati, curato l’arenile trasformato in selva, vivacizzato la villa con gli chalet estivi, iniziato a completare i lavori per l’impianto di sollevamento dei liquami del rivo san Marco, ed ora – ha concluso Nicola Cuomo – proseguiamo a passo spedito per il recupero del mare, della spiaggia e del tratto antistante, cuore della città, tenendo fede agli impegni elettorali». (Titti Esposito – Il Mattino)

Castellammare di Stabia. Niente più degrado, sporcizia, verde abbandonato. Ma un lungomare risistemato che accoglierà i cittadini e soprattutto i turisti della città che affaccia sul golfo, con il Vesuvio sullo sfondo. È davvero questione di giorni per il restyling della villa comunale che tornerà ad essere una terrazza panoramica da cartolina. A confermare la novità l’amministrazione comunale, in una nota che finalmente rassicura gli stabiesi sulla passeggiata da recuperare del centro urbano, ridotta, negli ultimi tempi, a terra di nessuno. Una situazione ai limiti della vivibilità che sarà a breve solo un lontano ricordo. «Dopo l’ordinanza del Tar di Napoli che aveva accolto la sospensiva di una delle ditte partecipanti ed escluse dalla gara – si legge in un documento del primo cittadino Nicola Cuomo – il Comune in via di autotutela ha ammesso alla procedura di gara le ditte precedentemente escluse, confrontando le offerte economiche e progettuali. Il settore urbanistica ha provveduto all’aggiudicazione definitiva della procedura per l’affidamento del progetto e l’esecuzione dei lavori di riqualificazione della villa nell’ambito del finanziamento Più Europa per il tratto che dalla cosiddetta banchina di zi’ Catiello arriva fino all’hotel Miramare». Lavori complessivi, quindi, affidati al raggruppamento d’imprese con capogruppo un’azienda con sede a Lainate, in provincia di Milano: la Ma.mi, sulla base di proposte migliori per il raddoppio della pista ciclabile, la sostituzione e l’integrazione delle panchine nonché la realizzazione delle aree giochi gratuite per i bambini. Entusiasta il sindaco, che ha dichiarato: «Ho chiesto al dirigente del settore tecnico di accelerare al massimo per recuperare il tempo perso a causa del ricorso amministrativo, allo scopo di portare avanti questa importante opera di riqualificazione attesa da troppi anni dalla nostra cittadinanza e da coloro che amano passeggiare in riva al mare. I lavori partiranno a stretto giro». Un annuncio che dovrebbe restituire dignità alla villa comunale, come si augurano cittadini ed associazioni che ogni giorno fanno i conti con disagi e rifiuti lasciati nei viali alberati o nelle aiuole, per non parlare delle giostrine e delle panchine vandalizzate più volte. «Sono contenta che finalmente qualcosa si muova – spiega una signora che è solita accompagnare i suoi nipoti in villa nelle belle giornate di sole – ma oltre alla manutenzione quello che serve è il controllo delle forze dell’ordine e la manutenzione dei giardinieri, se vogliamo davvero competere con le città costiere dei circuiti turistici nazionali ed internazionali». Non si ferma al nuovo progetto il sindaco Cuomo e ricorda come pian piano la passeggiata a mare diverrà una delle più belle del mondo anche grazie alla collaborazione dei cittadini. «In questo primo anno e mezzo sono state fatte tante cose. Abbiamo curato il verde, potando gli alberi di alto fusto abbandonati, curato l’arenile trasformato in selva, vivacizzato la villa con gli chalet estivi, iniziato a completare i lavori per l’impianto di sollevamento dei liquami del rivo san Marco, ed ora – ha concluso Nicola Cuomo – proseguiamo a passo spedito per il recupero del mare, della spiaggia e del tratto antistante, cuore della città, tenendo fede agli impegni elettorali». (Titti Esposito – Il Mattino)