Positano quella vacanza di Napolitano nella perla della Costiera amalfitana

0

Il presidente della Repubblica Napolitano fa finalmente in vacanza, come lui stesso ha detto, dopo nove anni di mandato, un record storico per l’ Italia, ma cinque anni fa , a inizio aprile, subito dopo le elezioni a sindaco di Michele De Lucia, elezioni  che si ripeteranno a breve, Napolitano arrivò nella perla della costa d’ Amalfi per una vacanza di cinque giorni che ricordiamo con un articolo di cronaca di allora, Napolitano fu estremamente riservato e non si mosse da Positano e dall’hotel San Pietro. . CINQUE giorni di relax a Positano per il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che questa volta ha preferito la costiera Amalfitana a Capri e a villa Rosebery per trascorrere in tranquillità le feste di Pasqua. Accompagnato dalla moglie Clio, il Capo dello Stato è giunto nel lussuoso hotel San Pietro, a picco sul mare, poco dopo le 13.30. Accolto dai proprietari, complice anche il tempo incerto, Napolitano è rimasto tutto il pomeriggio all’ interno del “cinque stelle” incastonato nella roccia e dalle cui terrazze a strapiombo sul mare si gode un panorama mozzafiato con vista su gran parte del golfo di Salerno e sui faraglioni di Capri. La visita, in forma strettamente privata, non prevede per il momento incontri in luoghi pubblici mentre è assai probabile che il Capo dello Stato nei prossimi giorni possa recarsi lungo la costiera verso Praiano e Amalfi. Napolitano, prima della partenza da Roma, aveva ricevuto in mattinata al Quirinale il premier Silvio Berlusconi. Un incontro durato un’ ora che ha avuto al centro, dopo il risultato elettorale, il tema delle riforme. Quindi la partenza per Positano che, riferiscono fonti del Quirinale, è stata scelta per la quiete del posto e, in particolare, dell’ hotel San Pietro che ben si presta per trascorrere un periodo di riposo. Niente da fare per i curiosi e i turisti che invano lo hanno atteso all’ ingresso della residenza. Il Capo dello Stato all’ arrivo non siè fermato per rilasciare dichiarazioni. Il sindaco Michele De Lucia ha intanto preparato un omaggio: una ceramica che raffigura l’ icona bizantina della Madonna di Positano e il libro “La città verticale” di Romolo Ercolino. «Abbiamo grande rispetto per la privacy del Capo dello Stato – ha commentato De Lucia – e siamo davvero orgogliosi di avere un ospite così importante all’ inizio del mio mandato che non poteva cominciare meglio. Un ospite che sicuramente sarà di buon auspicio per il prosieguo della stagione turistica». Napolitano ha ripreso così una tradizione consolidata del suo predecessore Carlo Azeglio Ciampi. Il Capo dello Stato mancava in Costiera amalfitana addirittura dal 1993. In quell’ occasione, come presidente della Camera, fu invitato alla regata storica che si svolsea giugno ad Amalfi. Foto Massimo Capodanno

Il presidente della Repubblica Napolitano fa finalmente in vacanza, come lui stesso ha detto, dopo nove anni di mandato, un record storico per l' Italia, ma cinque anni fa , a inizio aprile, subito dopo le elezioni a sindaco di Michele De Lucia, elezioni  che si ripeteranno a breve, Napolitano arrivò nella perla della costa d' Amalfi per una vacanza di cinque giorni che ricordiamo con un articolo di cronaca di allora, Napolitano fu estremamente riservato e non si mosse da Positano e dall'hotel San Pietro. . CINQUE giorni di relax a Positano per il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che questa volta ha preferito la costiera Amalfitana a Capri e a villa Rosebery per trascorrere in tranquillità le feste di Pasqua. Accompagnato dalla moglie Clio, il Capo dello Stato è giunto nel lussuoso hotel San Pietro, a picco sul mare, poco dopo le 13.30. Accolto dai proprietari, complice anche il tempo incerto, Napolitano è rimasto tutto il pomeriggio all' interno del "cinque stelle" incastonato nella roccia e dalle cui terrazze a strapiombo sul mare si gode un panorama mozzafiato con vista su gran parte del golfo di Salerno e sui faraglioni di Capri. La visita, in forma strettamente privata, non prevede per il momento incontri in luoghi pubblici mentre è assai probabile che il Capo dello Stato nei prossimi giorni possa recarsi lungo la costiera verso Praiano e Amalfi. Napolitano, prima della partenza da Roma, aveva ricevuto in mattinata al Quirinale il premier Silvio Berlusconi. Un incontro durato un' ora che ha avuto al centro, dopo il risultato elettorale, il tema delle riforme. Quindi la partenza per Positano che, riferiscono fonti del Quirinale, è stata scelta per la quiete del posto e, in particolare, dell' hotel San Pietro che ben si presta per trascorrere un periodo di riposo. Niente da fare per i curiosi e i turisti che invano lo hanno atteso all' ingresso della residenza. Il Capo dello Stato all' arrivo non siè fermato per rilasciare dichiarazioni. Il sindaco Michele De Lucia ha intanto preparato un omaggio: una ceramica che raffigura l' icona bizantina della Madonna di Positano e il libro "La città verticale" di Romolo Ercolino. «Abbiamo grande rispetto per la privacy del Capo dello Stato – ha commentato De Lucia – e siamo davvero orgogliosi di avere un ospite così importante all' inizio del mio mandato che non poteva cominciare meglio. Un ospite che sicuramente sarà di buon auspicio per il prosieguo della stagione turistica». Napolitano ha ripreso così una tradizione consolidata del suo predecessore Carlo Azeglio Ciampi. Il Capo dello Stato mancava in Costiera amalfitana addirittura dal 1993. In quell' occasione, come presidente della Camera, fu invitato alla regata storica che si svolsea giugno ad Amalfi. Foto Massimo Capodanno