Scivola dal balcone del 4° piano: muore Marco, studente di 14 anni

0

SACILE – Una città sbigottita e senza parole ha accolto ieri pomeriggio la notizia della tragedia che ha colpito Edi Piasentin, Dina Bressan e le figlie Mariangela e Federica: la morte del figlio e fratello quattordicenne Marco precipitato dal balcone dell’abitazione di Trieste dove viveva con la sorella Mariangela che lavora nel capoluogo regionale.Una tragedia improvvisa e imprevedibile che ha sconvolto la famiglia Piasentin, i familiari e tanti amici e conoscenti. Il ragazzino aveva manifestato qualche problema con la scuola che frequentava; una condizione peraltro frequente tra i quattordicenni. Ma nulla di più. Chi lo conosceva lo descrive come un ragazzino vivace, intelligente, sempre pronto a inseguire e ad apprendere tutte le novità nel campo dell’informatica, una sua grande passione. Cosa sia accaduto esattamente ieri mattina lo stabiliranno le indagini della Questura di Trieste e della Procura per i minori, che coordinerà l’inchiesta. Il ragazzinosarebbe scivolato dal balcone del quarto piano, una caduta che ha provocato il decesso immediato.

La notizia ha gettato nel dolore la frazione di San Odorico dove la famiglia Piasentin aveva abitato fino a qualche anno fa prima del trasferimento in via Pordenone, a San Giovanni del Tempio. Il padre impegnato nell’associazionismo, ha fondato la sezione donatori di sangue di San Odorico di cui è animatore instancabile. «Una ferita aperta nell’intera comunità sacilese, per una giovane vita stroncata in maniera così tragica – commenta con dolore il sindaco Roberto Ceraolo – Una città intera è vicina alla famiglia».il  mattino

SACILE – Una città sbigottita e senza parole ha accolto ieri pomeriggio la notizia della tragedia che ha colpito Edi Piasentin, Dina Bressan e le figlie Mariangela e Federica: la morte del figlio e fratello quattordicenne Marco precipitato dal balcone dell’abitazione di Trieste dove viveva con la sorella Mariangela che lavora nel capoluogo regionale.Una tragedia improvvisa e imprevedibile che ha sconvolto la famiglia Piasentin, i familiari e tanti amici e conoscenti. Il ragazzino aveva manifestato qualche problema con la scuola che frequentava; una condizione peraltro frequente tra i quattordicenni. Ma nulla di più. Chi lo conosceva lo descrive come un ragazzino vivace, intelligente, sempre pronto a inseguire e ad apprendere tutte le novità nel campo dell’informatica, una sua grande passione. Cosa sia accaduto esattamente ieri mattina lo stabiliranno le indagini della Questura di Trieste e della Procura per i minori, che coordinerà l’inchiesta. Il ragazzinosarebbe scivolato dal balcone del quarto piano, una caduta che ha provocato il decesso immediato.

La notizia ha gettato nel dolore la frazione di San Odorico dove la famiglia Piasentin aveva abitato fino a qualche anno fa prima del trasferimento in via Pordenone, a San Giovanni del Tempio. Il padre impegnato nell'associazionismo, ha fondato la sezione donatori di sangue di San Odorico di cui è animatore instancabile. «Una ferita aperta nell'intera comunità sacilese, per una giovane vita stroncata in maniera così tragica – commenta con dolore il sindaco Roberto Ceraolo – Una città intera è vicina alla famiglia».il  mattino