Roma. Dimissioni di Giorgio Napolitano.

0

Articolo di Maurizio Vitiello – Giorgio Napolitano si è dimesso, dopo un mandato durato circa nove anni.

Alla soglia dei 90 anni, si è dimesso da Presidente della Repubblica.
Il Presidente della Repubblica ha firmato questa mattina, alle ore 10.35, le dimissioni dalla carica.
Il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, Donato Marra, ha provveduto a darne ufficiale comunicazione ai Presidenti del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati e al Presidente del Consiglio dei Ministri.
Guardie d’onore schierate per il saluto di commiato.
Bandiera del Quirinale ammainata.
Ha firmato stamani le tre lettere istituzionali che, affidate al segretario generale, segnalano il proprio passo indietro a Palazzo Chigi, Camera e Senato.
Ricevuti gli onori militari e lasciata la residenza istituzionale, il Capo dello Stato rieletto per due volte al Colle, è tornato a casa, nel rione Monti, assieme alla moglie Clio Bittoni.
Successivamente andrà a Palazzo Giustiniani, al Senato, dove prenderà possesso del suo nuovo studio, nel quale, da tempo, ha già fatto trasferire i suoi libri e il materiale di studio.
Su Twitter il post del premier; ringrazia Napolitano; convoca d’urgenza il Consiglio dei Ministri.
Il Presidente dei Deputati di Forza Italia, Renato Brunetta, ha inviato oggi al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e al Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, un dossier con tutta la documentazione esistente relativa alle vicende che, tra l’estate e l’autunno del 2011, portarono alle dimissioni del governo, allora guidato da Berlusconi.
Stamani al Nazareno la Segreteria del Partito Democratico in riunione per incominicare a definire la propria candidatura.
Parte il toto-Quirinale.

Maurizio Vitiello

Articolo di Maurizio Vitiello – Giorgio Napolitano si è dimesso, dopo un mandato durato circa nove anni.

Alla soglia dei 90 anni, si è dimesso da Presidente della Repubblica.
Il Presidente della Repubblica ha firmato questa mattina, alle ore 10.35, le dimissioni dalla carica.
Il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, Donato Marra, ha provveduto a darne ufficiale comunicazione ai Presidenti del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati e al Presidente del Consiglio dei Ministri.
Guardie d'onore schierate per il saluto di commiato.
Bandiera del Quirinale ammainata.
Ha firmato stamani le tre lettere istituzionali che, affidate al segretario generale, segnalano il proprio passo indietro a Palazzo Chigi, Camera e Senato.
Ricevuti gli onori militari e lasciata la residenza istituzionale, il Capo dello Stato rieletto per due volte al Colle, è tornato a casa, nel rione Monti, assieme alla moglie Clio Bittoni.
Successivamente andrà a Palazzo Giustiniani, al Senato, dove prenderà possesso del suo nuovo studio, nel quale, da tempo, ha già fatto trasferire i suoi libri e il materiale di studio.
Su Twitter il post del premier; ringrazia Napolitano; convoca d'urgenza il Consiglio dei Ministri.
Il Presidente dei Deputati di Forza Italia, Renato Brunetta, ha inviato oggi al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e al Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, un dossier con tutta la documentazione esistente relativa alle vicende che, tra l'estate e l'autunno del 2011, portarono alle dimissioni del governo, allora guidato da Berlusconi.
Stamani al Nazareno la Segreteria del Partito Democratico in riunione per incominicare a definire la propria candidatura.
Parte il toto-Quirinale.

Maurizio Vitiello