Sorrento. Pd, è caccia aperta al candidato. Ma l’anti-Cuomo non sarà Pinto

0

Sorrento. Nel giro di un mese il Partito democratico sceglierà il proprio candidato sindaco. E’ la novità che filtra nelle ultime ore verso la bagarre delle amministrative verso il ritorno alle urne previsto a maggio. Il Pd, molto probabilmente, allestirà una propria coalizione indipendente con cui affrontare in prima linea il sindaco uscente Giuseppe Cuomo e l’ex primo cittadino Marco Fiorentino, intenzionato a indossare per la quarta volta la fascia tricolore. Da escludere definitivamente la possibilità di un dialogo con l’entourage attuale della giunta anche perché con il “taglio” dei posti in consiglio comunale diventa difficile scovare spazi di manovra. I democrat, in tal senso, al momento rappresentati in aula dai consiglieri Luigi Mauro (già candidato sindaco nel 2010 contro Cuomo) e Alessandro Schisano, provano ad accelerare. Dalla base viene smentita la possibilità di un abboccamento con Ferdinando Pinto, giurista e già sindaco di Sorrento. Si cerca un leader della società civile, giovane, magari fino a oggi mai impegnato nell’amministrazione municipale di piazza Sant’Antonino. Porta in faccia, molto probabilmente, anche per lo stesso Rosario Fiorentino, capogruppo della civica di minoranza Insieme per Sorrento che, dopo aver sottoscritto la tessera democrat l’anno scorso, aveva suggerito ai colleghi di opposizione del Pd di indire delle primarie così da individuare un anti-Cuomo unico. Magari proprio con Marco Fiorentino, l’ex primo cittadino che continua a lavorare nell’ombra e cerca alleanze importanti così da contrastare al meglio la giunta in carica che, al di là di tutto, pare compatta con tutti gli alleati disposti a supportare l’attuale primo cittadino. (Salvatore Dare – Metropolis)

Sorrento. Nel giro di un mese il Partito democratico sceglierà il proprio candidato sindaco. E’ la novità che filtra nelle ultime ore verso la bagarre delle amministrative verso il ritorno alle urne previsto a maggio. Il Pd, molto probabilmente, allestirà una propria coalizione indipendente con cui affrontare in prima linea il sindaco uscente Giuseppe Cuomo e l’ex primo cittadino Marco Fiorentino, intenzionato a indossare per la quarta volta la fascia tricolore. Da escludere definitivamente la possibilità di un dialogo con l’entourage attuale della giunta anche perché con il “taglio” dei posti in consiglio comunale diventa difficile scovare spazi di manovra. I democrat, in tal senso, al momento rappresentati in aula dai consiglieri Luigi Mauro (già candidato sindaco nel 2010 contro Cuomo) e Alessandro Schisano, provano ad accelerare. Dalla base viene smentita la possibilità di un abboccamento con Ferdinando Pinto, giurista e già sindaco di Sorrento. Si cerca un leader della società civile, giovane, magari fino a oggi mai impegnato nell’amministrazione municipale di piazza Sant’Antonino. Porta in faccia, molto probabilmente, anche per lo stesso Rosario Fiorentino, capogruppo della civica di minoranza Insieme per Sorrento che, dopo aver sottoscritto la tessera democrat l’anno scorso, aveva suggerito ai colleghi di opposizione del Pd di indire delle primarie così da individuare un anti-Cuomo unico. Magari proprio con Marco Fiorentino, l’ex primo cittadino che continua a lavorare nell’ombra e cerca alleanze importanti così da contrastare al meglio la giunta in carica che, al di là di tutto, pare compatta con tutti gli alleati disposti a supportare l’attuale primo cittadino. (Salvatore Dare – Metropolis)

Lascia una risposta