Stasera il big match Napoli -Juve un miliardo di spettatori.Tutto esaurito al San Paolo «Napule è»: il coro dei tifosi p

0

«Napule è»: il coro dei tifosi per Pino

Higuain-Tevez, la notte dei 409 gol

Il Pipita ha firmato 174 reti mentre l’Apache ne ha realizzati 235

Il divario trale squadre è nel fatturato: 120milioni a vantaggio dei bianconeri

 

Il big match Napoli-Juve sarà diretto dall’internazionale Paolo Tagliavento di Terni. 42 anni, è parrucchiere.È alla dodicesima stagione alla Can di A. Quest’anno vanta 8 presenze (tra cui Milan-Lazio,Fiorentina-Inter e Inter-Lazio),in totale sono 165 i gettoni collezionati nella massima serie. È uno dei fischietti della Can che  esercita una direzione improntata sugil standard europei.Lo stato diforma attuale è tale da consentirgli direzioni con elevato coefficiente di difficoltà. Fischia in media 24 falli a partita anche se predilige lasciar giocare.Utilizza il cartellino giallo circa acinque volte a gara.Finora in campionato ha fischiato due rigori e nessuna espulsione.Internazionale dal 2007,appartiene alla categoria È lite degli arbitri Uefa.È designato spesso in gare diChampions League(tre presenze quest’anno). Ha diretto nel 2011 Napoli-Juve (3-3). Quest’anno ha arbitrato Napoli-Roma finita 2-0.

Un po di numeri nell’attesa del big match di questa sera

Miki De lucia per Positanonews

RAFA BENITEZ HA PERSO CON LA JUVE UNA SOLA VOLTA
Per Benitez un solo ko con la Juve, lo 0-3 subito il 10 novembre 2013: con il Liverpool, nella Champions 2004/05, 2-1 in Inghilterra e 0-0 a Torino, con l’Inter 0-0 a SanSiro nel 2010 e con il Napoliil 2-0 dello scorso 30 marzo ela vittoria ai rigori nella Supercoppa-2014.

Napoli -Juve:stasera per Rafone
Contro la Juventus l’80esima panchina azzurra per Rafa Benitez. Tra serie A e coppe per lo spagnolo 44 vittorie, 20 pareggi e 15 sconfitte con 151 gol segnati ed 87 subiti.In carriera sono 841le panchine di Benitez, dalle 349 conil Liverpool alle 11 conl’Osasuna.

Rafael stasera gioca contro la Juventus la diciottesima partita da titolare in campionato: per lui in serie A soltanto 1616 minuti. Ha saltato soltanto una gara in Europa League,cedendo il posto ad Andujar

IL PIPITA Gonzalo Higuain gioca la cinquantesima partita in serieA.Il Pipita, arrivato nell’estate 2013, ha segnato 26 gol. Con 0,53 gol a partita ha il secondo rendimento nella storia del Napoli alle spalle soltanto di Cavani: 78 reti in 104 partite:0,75.

Napoli -Juve: I bianconeri battono per l’ ultima volta il Napoli a Fuorigrotta nel lontano 2000 era il 30 settembre.2-1.Prima partita del campionato che segnava il ritorno degli azzurri di Zeman in serie A:Napoli in vantaggio con il gol di Stellone al 41’, nella ripresale reti di Kovacevic e Del Piero.

Napoli -Juve: Quante doppiette.Chi non ricorda la tripletta di Cavani
Sedicile doppiette segnate nella storia della partita.Undici degli azzurri. La prima di Buscaglia nel 2-2 nel 1930. L’ultima di Pandev nel 3-3 del 29 novembre 2011.Cinque le doppiette dei bianconeri.In più le triplette segnate da Omar Sivori nel’61 e da Cavani il 9 gennaio 2011.

SEI VITTORIE E DUE PAREGGI PER GLI AZZURRI IN NOTTURNA
La nona notturna stagionale a Fuorigrotta dopo le sei vittorie ed i due pareggi.Nell’era De Laurentiis, dal 2004 ad oggi,il Napoli ha giocato 138 volte sotto i riflettori del San Paolo: 89 vittorie, 35 pareggi e 14 sconfitte con 263 gol segnati e 116 subiti.

MAREKIARO RAGGIUNGE BUSCAGLIA
Con 262 partite di campionato Marek Hamsik raggiunge Buscaglia al quinto posto di questa particolare classifica.Prossimo obiettivo dello slovacco è Gramaglia che,a quota 273, è quarto alle spalle di Juliano(394), Bruscolotti (387) e Ferrario(310).

Napoli -Juventus: i bianconeri non vincono al San Paolo dal settembre del 2000.Sono 14 anni e mezzo fa.Ma no sara’ solo una notte di calcio a Fuorigrotta ci saranno altre emozioni. Il San Paolo renderà omaggio al grande Pino Daniele.Tutti noi gli volevamo bene e la sua morte  lascia un vuoto a Napoli e nel mondo.Anche le curve lo ricorderanno.DeLaurentiis ha chiamato Nello, ifratello cantante di Pino, per mettere a punto qualche iniziativa. La prima idea: il Napoli donerà una maglia celebrativa  (una numero uno con il nome di Pino Daniele, probabilmente) che poi verrà mostrata al Maschio Angioino dove saranno esposte per qualche giorno le sue ceneri. Non è escluso che tutto la musica del riscaldamento ogni squadra ha una sua colonna sonora per l’allenamento pre-partita possa essere un mix delle canzoni più amate dall’uomo in blues.

Tevez è il capocannoniere della serie A con 11 reti, l’ultima segnata all’Inter.Alle sue spalle Callejon e Higuain  arrivati a quota 9 dopo quelle realizzate sul campo del Cesena.

Ultime ore 11,00  Napoli, Kranevitter si allontana: il Valencia in pressing per averlo

La Juventus sfiderà al San Paolo il Napoli senza l’apporto dei suoi tifosi, a cui è stato vietato di seguire la squadra nella trasferta nel capoluogo campano. La decisione è stata presa dal Casms, il comitato che si occupa di valutare e analizzare i rischi legati alla sicurezza, dopo che i due club non hanno trovato una soluzione per organizzare la trasferta dei supporter juventini.

Napoli -Juve,la grande supersfida sara’ trasmessa in diretta o in differita, tutti i maggiori network televisivi internazionali..da fonti di broadcasters internazionali e rese note ieri dal Napoli, con tanto di tv dove collegarsi e Paese che vedrà il match: non c’è angolo del pianeta in cui la gara del San Paolo non andrà in onda. Uno spot per Napoli e per il Napoli.Dentro, lo stadio è raticamente esaurito (mancano poche migliaia di biglietti, maè già stato superato il muro delle 50 milapresenze): il club azzurro ha avuto circa 30mila richieste che non sono state soddisfatte negli ultimi giorni. Non c’era un simile entusiasmo dai tempi della Champions e delle supersfide al Borussia.

Sicuramente la Juve vorra’ vendicarsi per aver perso La Supercoppa a Doha.E’ lo stesso Vidal che lo ammette:«Abbiamo qualcosa in più della Roma e siamo ancora avanti». Arturo Vidal è convinto che la Juventus sia la squadra più forte del campionato e scommette su una prestazione convincente domani nel big match sul campo del Napoli. «Sarà partita calda. Ancora brucia la sconfitta in Supercoppa ma vogliamo dimostrare di essere più forti», dice il cileno. I campioni d’Italia guidano la classifica con un punto di vantaggio sulla Roma. «La prima parte della sfida con l’Inter è stata perfetta,poi però abbiamo abbassato il ritmo e i nostri avversari sono cresciuti. Bisogna rimanere concentrati al 100%fino alla fine, come dovremo fare a Napoli»,afferma. Il campionato,come lo scorso anno,vive sul duello tra bianconeri e giallorossi.«Penso che noi siamo più forti, abbiamo qualcosa in più della Roma  e dobbiamo dimostrarlo fino alla fine». Alla Juve servirebbe il miglior Vidal. Il cileno, operato al ginocchio prima dei Mondiali di Brasile 2014,non è ancora al top della condizione. «Mi alleno ogni giorno e so che devo ancora migliorare.Anche io voglio tornare ad esprimermi al meglio,ai livelli di 3 anni fa», dice.La stagione della Juve da febbraio passerà anche attraverso gli ottavi di finale di Champions League dalla sfida con il Borussia Dortmund. Una gara durissima, per Vidal. La Juve, però,sogna di fare strada. «La gara vinta con l’Olympiacos è il simbolo del 2014, quella vittoria ci ha fatto alzare latesta e andare avanti. La Juve c’è, siamo pronti e dobbiamo dimostrarlo».Se conquistare la ChampionsLeague  per ora «è un sogno», altri obiettivi sono più alla portata: «Voglio vincere il quarto scudetto e alzare la Coppa America».

Fonte:ilmattino foto tratta da metropolisweb

«Napule è»: il coro dei tifosi per Pino

Higuain-Tevez, la notte dei 409 gol

Il Pipita ha firmato 174 reti mentre l’Apache ne ha realizzati 235

Il divario trale squadre è nel fatturato: 120milioni a vantaggio dei bianconeri

 

Il big match Napoli-Juve sarà diretto dall'internazionale Paolo Tagliavento di Terni. 42 anni, è parrucchiere.È alla dodicesima stagione alla Can di A. Quest'anno vanta 8 presenze (tra cui Milan-Lazio,Fiorentina-Inter e Inter-Lazio),in totale sono 165 i gettoni collezionati nella massima serie. È uno dei fischietti della Can che  esercita una direzione improntata sugil standard europei.Lo stato diforma attuale è tale da consentirgli direzioni con elevato coefficiente di difficoltà. Fischia in media 24 falli a partita anche se predilige lasciar giocare.Utilizza il cartellino giallo circa acinque volte a gara.Finora in campionato ha fischiato due rigori e nessuna espulsione.Internazionale dal 2007,appartiene alla categoria È lite degli arbitri Uefa.È designato spesso in gare diChampions League(tre presenze quest’anno). Ha diretto nel 2011 Napoli-Juve (3-3). Quest'anno ha arbitrato Napoli-Roma finita 2-0.

Un po di numeri nell'attesa del big match di questa sera

Miki De lucia per Positanonews

RAFA BENITEZ HA PERSO CON LA JUVE UNA SOLA VOLTA
Per Benitez un solo ko con la Juve, lo 0-3 subito il 10 novembre 2013: con il Liverpool, nella Champions 2004/05, 2-1 in Inghilterra e 0-0 a Torino, con l’Inter 0-0 a SanSiro nel 2010 e con il Napoliil 2-0 dello scorso 30 marzo ela vittoria ai rigori nella Supercoppa-2014.

Napoli -Juve:stasera per Rafone
Contro la Juventus l’80esima panchina azzurra per Rafa Benitez. Tra serie A e coppe per lo spagnolo 44 vittorie, 20 pareggi e 15 sconfitte con 151 gol segnati ed 87 subiti.In carriera sono 841le panchine di Benitez, dalle 349 conil Liverpool alle 11 conl’Osasuna.

Rafael stasera gioca contro la Juventus la diciottesima partita da titolare in campionato: per lui in serie A soltanto 1616 minuti. Ha saltato soltanto una gara in Europa League,cedendo il posto ad Andujar

IL PIPITA Gonzalo Higuain gioca la cinquantesima partita in serieA.Il Pipita, arrivato nell’estate 2013, ha segnato 26 gol. Con 0,53 gol a partita ha il secondo rendimento nella storia del Napoli alle spalle soltanto di Cavani: 78 reti in 104 partite:0,75.

Napoli -Juve: I bianconeri battono per l' ultima volta il Napoli a Fuorigrotta nel lontano 2000 era il 30 settembre.2-1.Prima partita del campionato che segnava il ritorno degli azzurri di Zeman in serie A:Napoli in vantaggio con il gol di Stellone al 41’, nella ripresale reti di Kovacevic e Del Piero.

Napoli -Juve: Quante doppiette.Chi non ricorda la tripletta di Cavani
Sedicile doppiette segnate nella storia della partita.Undici degli azzurri. La prima di Buscaglia nel 2-2 nel 1930. L’ultima di Pandev nel 3-3 del 29 novembre 2011.Cinque le doppiette dei bianconeri.In più le triplette segnate da Omar Sivori nel’61 e da Cavani il 9 gennaio 2011.

SEI VITTORIE E DUE PAREGGI PER GLI AZZURRI IN NOTTURNA
La nona notturna stagionale a Fuorigrotta dopo le sei vittorie ed i due pareggi.Nell’era De Laurentiis, dal 2004 ad oggi,il Napoli ha giocato 138 volte sotto i riflettori del San Paolo: 89 vittorie, 35 pareggi e 14 sconfitte con 263 gol segnati e 116 subiti.

MAREKIARO RAGGIUNGE BUSCAGLIA
Con 262 partite di campionato Marek Hamsik raggiunge Buscaglia al quinto posto di questa particolare classifica.Prossimo obiettivo dello slovacco è Gramaglia che,a quota 273, è quarto alle spalle di Juliano(394), Bruscolotti (387) e Ferrario(310).

Napoli -Juventus: i bianconeri non vincono al San Paolo dal settembre del 2000.Sono 14 anni e mezzo fa.Ma no sara' solo una notte di calcio a Fuorigrotta ci saranno altre emozioni. Il San Paolo renderà omaggio al grande Pino Daniele.Tutti noi gli volevamo bene e la sua morte  lascia un vuoto a Napoli e nel mondo.Anche le curve lo ricorderanno.DeLaurentiis ha chiamato Nello, ifratello cantante di Pino, per mettere a punto qualche iniziativa. La prima idea: il Napoli donerà una maglia celebrativa  (una numero uno con il nome di Pino Daniele, probabilmente) che poi verrà mostrata al Maschio Angioino dove saranno esposte per qualche giorno le sue ceneri. Non è escluso che tutto la musica del riscaldamento ogni squadra ha una sua colonna sonora per l’allenamento pre-partita possa essere un mix delle canzoni più amate dall’uomo in blues.

Tevez è il capocannoniere della serie A con 11 reti, l’ultima segnata all’Inter.Alle sue spalle Callejon e Higuain  arrivati a quota 9 dopo quelle realizzate sul campo del Cesena.

Ultime ore 11,00  Napoli, Kranevitter si allontana: il Valencia in pressing per averlo

La Juventus sfiderà al San Paolo il Napoli senza l'apporto dei suoi tifosi, a cui è stato vietato di seguire la squadra nella trasferta nel capoluogo campano. La decisione è stata presa dal Casms, il comitato che si occupa di valutare e analizzare i rischi legati alla sicurezza, dopo che i due club non hanno trovato una soluzione per organizzare la trasferta dei supporter juventini.

Napoli -Juve,la grande supersfida sara' trasmessa in diretta o in differita, tutti i maggiori network televisivi internazionali..da fonti di broadcasters internazionali e rese note ieri dal Napoli, con tanto di tv dove collegarsi e Paese che vedrà il match: non c’è angolo del pianeta in cui la gara del San Paolo non andrà in onda. Uno spot per Napoli e per il Napoli.Dentro, lo stadio è raticamente esaurito (mancano poche migliaia di biglietti, maè già stato superato il muro delle 50 milapresenze): il club azzurro ha avuto circa 30mila richieste che non sono state soddisfatte negli ultimi giorni. Non c’era un simile entusiasmo dai tempi della Champions e delle supersfide al Borussia.

Sicuramente la Juve vorra' vendicarsi per aver perso La Supercoppa a Doha.E' lo stesso Vidal che lo ammette:«Abbiamo qualcosa in più della Roma e siamo ancora avanti». Arturo Vidal è convinto che la Juventus sia la squadra più forte del campionato e scommette su una prestazione convincente domani nel big match sul campo del Napoli. «Sarà partita calda. Ancora brucia la sconfitta in Supercoppa ma vogliamo dimostrare di essere più forti», dice il cileno. I campioni d'Italia guidano la classifica con un punto di vantaggio sulla Roma. «La prima parte della sfida con l'Inter è stata perfetta,poi però abbiamo abbassato il ritmo e i nostri avversari sono cresciuti. Bisogna rimanere concentrati al 100%fino alla fine, come dovremo fare a Napoli»,afferma. Il campionato,come lo scorso anno,vive sul duello tra bianconeri e giallorossi.«Penso che noi siamo più forti, abbiamo qualcosa in più della Roma  e dobbiamo dimostrarlo fino alla fine». Alla Juve servirebbe il miglior Vidal. Il cileno, operato al ginocchio prima dei Mondiali di Brasile 2014,non è ancora al top della condizione. «Mi alleno ogni giorno e so che devo ancora migliorare.Anche io voglio tornare ad esprimermi al meglio,ai livelli di 3 anni fa», dice.La stagione della Juve da febbraio passerà anche attraverso gli ottavi di finale di Champions League dalla sfida con il Borussia Dortmund. Una gara durissima, per Vidal. La Juve, però,sogna di fare strada. «La gara vinta con l'Olympiacos è il simbolo del 2014, quella vittoria ci ha fatto alzare latesta e andare avanti. La Juve c'è, siamo pronti e dobbiamo dimostrarlo».Se conquistare la ChampionsLeague  per ora «è un sogno», altri obiettivi sono più alla portata: «Voglio vincere il quarto scudetto e alzare la Coppa America».

Fonte:ilmattino foto tratta da metropolisweb