Trasporto disabili, Scaramellino: “Qualcosa si muove”

0

Anno nuovo, vecchi problemi. Con l’arrivo del 2015, è di nuovo a rischio il servizio di trasporto disabili per gli studenti delle scuole del territorio. Adesso si ripropone di nuovo il problema di garantire l’effettiva fruizione del diritto allo studio per i giovani diversamente abili. Sulla questione è intervenuta l’opposizione. “Qualcosa si muove – commenta Claudia Scaramellino, consigliere comunale di IN Movimento per Vico – per l’accompagnamento degli studenti disabili, ma non si può esserne certi fin quando non viene pubblicata la delibera di Giunta per il loro trasporto scolastico. La provincia ha disposto la somma da erogare per il trasporto alunni disabili della secondaria superiore di Vico Equense. L’entità dei tempi di attesa non è ancora chiara, ma è chiaro che il diritto all’istruzione non può attendere.”Per questi ragazzi più degli altri” dice una mamma, che evidenzia anche la difficoltà economica per molte famiglie nel vedersi tolto un supporto economico che poteva dirsi “scontato” fino al 2014, anzi dalla sua istituzione a Vico precedente di qualche anno. La consapevolezza di questo diritto ci rende vigili”, conclude Claudia Scaramellino. Sono tredici le famiglie che avevano fatto richiesta al Comune del servizio di trasporto per frequentare sia le scuole cittadine, quali l’istituto alberghiero «Francesco De Gennaro», sia le scuole peninsulari quali il liceo «Publio Virgilio Marone» di Meta o l’istituto d’arte «Francesco Grandi» di Sorrento. Ventiquattro invece gli alunni segnalati dalle scuole per avere l’assistenza specialistica in aula. Giovani che dall’inizio dell’anno scolastico hanno frequentato poco o per nulla le lezioni viste le difficoltà di trasporto, soprattutto per le famiglie che non potevano provvedervi in proprio.

Anno nuovo, vecchi problemi. Con l'arrivo del 2015, è di nuovo a rischio il servizio di trasporto disabili per gli studenti delle scuole del territorio. Adesso si ripropone di nuovo il problema di garantire l'effettiva fruizione del diritto allo studio per i giovani diversamente abili. Sulla questione è intervenuta l'opposizione. “Qualcosa si muove – commenta Claudia Scaramellino, consigliere comunale di IN Movimento per Vico – per l'accompagnamento degli studenti disabili, ma non si può esserne certi fin quando non viene pubblicata la delibera di Giunta per il loro trasporto scolastico. La provincia ha disposto la somma da erogare per il trasporto alunni disabili della secondaria superiore di Vico Equense. L'entità dei tempi di attesa non è ancora chiara, ma è chiaro che il diritto all'istruzione non può attendere."Per questi ragazzi più degli altri" dice una mamma, che evidenzia anche la difficoltà economica per molte famiglie nel vedersi tolto un supporto economico che poteva dirsi "scontato" fino al 2014, anzi dalla sua istituzione a Vico precedente di qualche anno. La consapevolezza di questo diritto ci rende vigili”, conclude Claudia Scaramellino. Sono tredici le famiglie che avevano fatto richiesta al Comune del servizio di trasporto per frequentare sia le scuole cittadine, quali l'istituto alberghiero «Francesco De Gennaro», sia le scuole peninsulari quali il liceo «Publio Virgilio Marone» di Meta o l'istituto d'arte «Francesco Grandi» di Sorrento. Ventiquattro invece gli alunni segnalati dalle scuole per avere l'assistenza specialistica in aula. Giovani che dall'inizio dell'anno scolastico hanno frequentato poco o per nulla le lezioni viste le difficoltà di trasporto, soprattutto per le famiglie che non potevano provvedervi in proprio.