Pari ad occhiali tra Real Vico e Sant’Agnello, Massa punito

0

Gara maschia tra vicani e santanellesi, la striscia nerazzurra si ferma a cinque

 

Costiera Sorrentina – Un derby maschio con le due contendenti alla ricerca di una vittoria che le avrebbe fatte avvicinare di più alla vetta, mentre forse i gustosi panettoni hanno fato approcciare male i massesi contro la Mariglianese.

Era non solo il derby per eccellenza della costiera sorrentina ma anche la gara clou del girone B e le attese non sono state deluse davanti ad un pubblico delle grandi occasioni, il ritmo è stato elevato, le emozioni ci sono state ed i legni hanno fatto da cornice. La delusione c’è stata perché il gol non è arrivato per un soffio, ma alla fine potrebbe andare bene anche così. Le schermaglie già sono dietro la porta ed al 5’ i locali vogliono aprire le danze ma Guadagnuolo non riesce a ballare perchè la sua sfera termina alta, i biancazzurri replicano dopo quattro primi con De Rosa ma è fermato dall’estremo azzurroro in uscita. I realisti non demordono e costruiscono ancora un’azione alquanto pericolosa quando corre il 12’: c’è un cross di Savarese e l’estremo santanellese erra l’uscita, in area Balzano è provvidenzialmente anticipato da Micallo. La gara è giocata quasi senza un attimo di sosta ed il gioco è maschio, con qualche scontro al limite del regolamento, ma fino al 35’ non si assiste ad una conclusione, poi il pallonetto di Guidelli mette in moto i guantoni di Napolitano che allontanano. La grande occasione della prima frazione arriva sui piedi di Manco che al 36’ inventa un tiro che sbatte sulla traversa e ritorna in campo ma De Rosa non riesce a ribadire in rete. L’ultimo sussulto prima del rientro negli spogliatoi lo da Savarese, quando al 43’ prova di potenza ma la sfera va larga di un soffio. La ripresa vede ancora la traversa protagonista è stavolta la testa di Micallo a colpirla al 7’ su un angolo battuto da Manco, lo stesso ci riprova sulla ribattuta ma la difesa mette in corner. I cambi rientrano nella normalità anche per qualche acciacco di qualche giocatore, ma la gara resta sempre viva, anche per l’espulsione al 23’ del santanellese Serrapica per doppio giallo che aveva simulato un fallo in area. Ma le emozioni però si vedono solo verso la fine: al 37’ la tagliata punizione di Manco impatta la testa di Russo G ma la sfera va fuori, i realisti replicano al 42’ con un bel triangolo tra Guadagnuolo e Carfora, con il primo che da una bella botta che viene respinta di piede da Napolitano. Nei muniti di recupero però i santanellesi di mister Turi stavano per cuocere la fritta con Micallo al 47’, perché fa un retropassaggio pericoloso sul quale c’è la deviazione che va fuori di Carfora. La partita si chiude con i santanellesi che sull’ultimo angolo svetta Di Domma ma Pastena è pronto a negargli la gioia della rete.

Quella rete che arriva alla fine ai massesi dopo che avevano avuto due sonori ceffoni da una Mariglianese che non solo voleva fare bella figura ma che vuole entrare nella griglia delle quattro che andranno a disputare i play off. In casa costiera ci sono delle importanti assenze, mancano i difensori Siniscalchi e Ferrara,  Esposito C e Castellano jr, ma in compenso ritorna anche se a mezzo servizio, Cacace. I massesi scendono in campo con il 4-2-3-1: Stinga tra i pali, in difesa Esposito P – Apreda – Vollono e D’Esposito, nella zona centrale Amita e Vinaccia con il trio avanzato La Monica – Cacace – Aiello a supportare la punta Montaperto. La gara ha un inizio blando e poi al 7’ si riscalda: La Monica è lanciato a rete in piena area ma viene atterrato visibilmente da tergo, e si ci aspetta che il direttore di gara mette mano al fischietto per decretare la massima punizione, che però non da tra l’incredulità di tutti, lasciando correre. I nerazzurri al 15’ con uns palla battuta da calcio d’angolo da Cacace, fanno venire i brividi alla difesa ospite perché Graziano svirgola di testa e sfiora il palo. Salgono in cattedra in biancoblu che a sorpresa vanno in vantaggio al 23’: Falco crossa palla in area per  i suoi compagni, De Biase appoggia a Siciliano che fa secco Stinga sul palo alla sua sinistra. Sulle ali dell’entusiasmo i mariglianesi si fanno pericolosi: al 33’ De Falco solo in area piazza un diagonale neutralizzato da Stinga. Poi al 35’c’è un break nerazzurro con La Monica che mette in area un traversone per Montaperto che è atterrato, ma anche stavolta l’arbitro dice che non è rigore ma fuorigioco. Dopo sessanta secondi De Biase in area salta in blocco la difesa, ma rimedia Stinga in tuffo. La ripresa vede i locali bene in palla grazie anche all’ingresso di Breglia che salta Biancardi, entra in area ma Davide gli respinge la conclusione, riprende Aiello ma il pallonetto è parato con sicurezza, poi al 5’ ancora un travolgente Breglia sulla fascia va dal fondo e mette un assist al centro per La Monica, ma Davide blocca la palla in volo. La Mariglianese si ridesta ed il Massa si perde, ma tenta la via del gol, perché al 26’ Izzo effettua un traversone dalla trequarti sinistra, c’è il velo Aiello per la finalizzazione di Vinaccia che sfiora il palo alla sinistra dell’estremo dei biancoblu. Che poi raddoppiano al 32’: c’è un fuorigioco non fischiato ed il solitario Antignani trafigge Stinga. L’impennata d’orgoglio dei locali arriva in ritardo al 43’ e sugli sviluppi di una punizione, sulla quale Montaperto prolunga la traiettoria della palla per Aiello, giravolta e palla in rete al volo.

 

 

CAMPIONATO ECCELLENZA – GIRONE B – 19^ GIORNATA – 3^ RITORNO

 

REAL VICO EQUENSE– SANT’AGNELLO  0-0

REAL VICO EQUENSE (4-3-3): Pastena; Savarese, Criscuolo, Albanese, Carminetti; Guidelli (14?st Banco), Altieri, Esposito; Labriola (18?st Carfora), Balzano (32?pt De Simone), Guadagnuolo.

A disp: Balzano, De Falco, Somma, Gozzo.   Allen: Macera.

SANT’AGNELLO (4-3-3): Napolitano; Schiavone, Di Donna, Micallo, Perinelli; De Rosa, Sibilli S (25?st Iennaco), Serrapica; Inserra (16?st Sibilli G), Russo, Manco (38?st De Stefano). 

A disp: Uliano, D’Auria, Di Leva, Pignalosa.   Allen: Turi.

Arbitro: Alberto Colonna di Vasto.

Assistenti: Emanuele Bocca e Flavio Iannaccone di Caserta.

Espulso: Serrapica al 23’st per doppia ammonizione.

Ammoniti: Esposito (RVE); Russo, Inserra, Micallo, Sibilli G (SA).

 

MASSA LUBRENSE – MARIGLIANESE  1-2

Goals: 23’pt Siciliano (MA), 32’st Graziano (MA), 43’st Aiello (ML)

MASSA LUBRENSE: Stinga, Esposito, Apreda (9’st Izzo), Amita, Vollono (30’st Cuomo), D’Esposito, La Monica, Vinaccia, Aiello, Montaperto, Cacace (1’st Breglia).   Allen: Gargiulo
MARIGLIANESE: Davide, Graziano, Biancardi, Andres, Mollo, Esposito, Falco, De Biase (9’st Antignani), Pastore F  (42’st Sileno), Siciliano (36’st Pastore L), De Falco.   Allen: Papa
Arbitro: Matteo Melito di Ariano Irpino.

Assistenti: Paolo Borrelli (Ercolano) – Giovanni Scarpa (Nocera Inferiore).

Ammoniti: D’Esposito e Vinaccia (ML); Graziano, Falco, Biancardi, Andres e Davide (MA).
 

 GIUSEPPE SPASIANO

Gara maschia tra vicani e santanellesi, la striscia nerazzurra si ferma a cinque

 

Costiera Sorrentina – Un derby maschio con le due contendenti alla ricerca di una vittoria che le avrebbe fatte avvicinare di più alla vetta, mentre forse i gustosi panettoni hanno fato approcciare male i massesi contro la Mariglianese.

Era non solo il derby per eccellenza della costiera sorrentina ma anche la gara clou del girone B e le attese non sono state deluse davanti ad un pubblico delle grandi occasioni, il ritmo è stato elevato, le emozioni ci sono state ed i legni hanno fatto da cornice. La delusione c’è stata perché il gol non è arrivato per un soffio, ma alla fine potrebbe andare bene anche così. Le schermaglie già sono dietro la porta ed al 5’ i locali vogliono aprire le danze ma Guadagnuolo non riesce a ballare perchè la sua sfera termina alta, i biancazzurri replicano dopo quattro primi con De Rosa ma è fermato dall’estremo azzurroro in uscita. I realisti non demordono e costruiscono ancora un’azione alquanto pericolosa quando corre il 12’: c’è un cross di Savarese e l’estremo santanellese erra l’uscita, in area Balzano è provvidenzialmente anticipato da Micallo. La gara è giocata quasi senza un attimo di sosta ed il gioco è maschio, con qualche scontro al limite del regolamento, ma fino al 35’ non si assiste ad una conclusione, poi il pallonetto di Guidelli mette in moto i guantoni di Napolitano che allontanano. La grande occasione della prima frazione arriva sui piedi di Manco che al 36’ inventa un tiro che sbatte sulla traversa e ritorna in campo ma De Rosa non riesce a ribadire in rete. L’ultimo sussulto prima del rientro negli spogliatoi lo da Savarese, quando al 43’ prova di potenza ma la sfera va larga di un soffio. La ripresa vede ancora la traversa protagonista è stavolta la testa di Micallo a colpirla al 7’ su un angolo battuto da Manco, lo stesso ci riprova sulla ribattuta ma la difesa mette in corner. I cambi rientrano nella normalità anche per qualche acciacco di qualche giocatore, ma la gara resta sempre viva, anche per l’espulsione al 23’ del santanellese Serrapica per doppio giallo che aveva simulato un fallo in area. Ma le emozioni però si vedono solo verso la fine: al 37’ la tagliata punizione di Manco impatta la testa di Russo G ma la sfera va fuori, i realisti replicano al 42’ con un bel triangolo tra Guadagnuolo e Carfora, con il primo che da una bella botta che viene respinta di piede da Napolitano. Nei muniti di recupero però i santanellesi di mister Turi stavano per cuocere la fritta con Micallo al 47’, perché fa un retropassaggio pericoloso sul quale c’è la deviazione che va fuori di Carfora. La partita si chiude con i santanellesi che sull’ultimo angolo svetta Di Domma ma Pastena è pronto a negargli la gioia della rete.

Quella rete che arriva alla fine ai massesi dopo che avevano avuto due sonori ceffoni da una Mariglianese che non solo voleva fare bella figura ma che vuole entrare nella griglia delle quattro che andranno a disputare i play off. In casa costiera ci sono delle importanti assenze, mancano i difensori Siniscalchi e Ferrara,  Esposito C e Castellano jr, ma in compenso ritorna anche se a mezzo servizio, Cacace. I massesi scendono in campo con il 4-2-3-1: Stinga tra i pali, in difesa Esposito P – Apreda – Vollono e D'Esposito, nella zona centrale Amita e Vinaccia con il trio avanzato La Monica – Cacace – Aiello a supportare la punta Montaperto. La gara ha un inizio blando e poi al 7’ si riscalda: La Monica è lanciato a rete in piena area ma viene atterrato visibilmente da tergo, e si ci aspetta che il direttore di gara mette mano al fischietto per decretare la massima punizione, che però non da tra l’incredulità di tutti, lasciando correre. I nerazzurri al 15’ con uns palla battuta da calcio d'angolo da Cacace, fanno venire i brividi alla difesa ospite perché Graziano svirgola di testa e sfiora il palo. Salgono in cattedra in biancoblu che a sorpresa vanno in vantaggio al 23’: Falco crossa palla in area per  i suoi compagni, De Biase appoggia a Siciliano che fa secco Stinga sul palo alla sua sinistra. Sulle ali dell’entusiasmo i mariglianesi si fanno pericolosi: al 33’ De Falco solo in area piazza un diagonale neutralizzato da Stinga. Poi al 35’c’è un break nerazzurro con La Monica che mette in area un traversone per Montaperto che è atterrato, ma anche stavolta l’arbitro dice che non è rigore ma fuorigioco. Dopo sessanta secondi De Biase in area salta in blocco la difesa, ma rimedia Stinga in tuffo. La ripresa vede i locali bene in palla grazie anche all’ingresso di Breglia che salta Biancardi, entra in area ma Davide gli respinge la conclusione, riprende Aiello ma il pallonetto è parato con sicurezza, poi al 5’ ancora un travolgente Breglia sulla fascia va dal fondo e mette un assist al centro per La Monica, ma Davide blocca la palla in volo. La Mariglianese si ridesta ed il Massa si perde, ma tenta la via del gol, perché al 26’ Izzo effettua un traversone dalla trequarti sinistra, c’è il velo Aiello per la finalizzazione di Vinaccia che sfiora il palo alla sinistra dell’estremo dei biancoblu. Che poi raddoppiano al 32’: c’è un fuorigioco non fischiato ed il solitario Antignani trafigge Stinga. L'impennata d'orgoglio dei locali arriva in ritardo al 43’ e sugli sviluppi di una punizione, sulla quale Montaperto prolunga la traiettoria della palla per Aiello, giravolta e palla in rete al volo.

 

 

CAMPIONATO ECCELLENZA – GIRONE B – 19^ GIORNATA – 3^ RITORNO

 

REAL VICO EQUENSE– SANT’AGNELLO  0-0

REAL VICO EQUENSE (4-3-3): Pastena; Savarese, Criscuolo, Albanese, Carminetti; Guidelli (14′st Banco), Altieri, Esposito; Labriola (18′st Carfora), Balzano (32′pt De Simone), Guadagnuolo.

A disp: Balzano, De Falco, Somma, Gozzo.   Allen: Macera.

SANT’AGNELLO (4-3-3): Napolitano; Schiavone, Di Donna, Micallo, Perinelli; De Rosa, Sibilli S (25′st Iennaco), Serrapica; Inserra (16′st Sibilli G), Russo, Manco (38′st De Stefano). 

A disp: Uliano, D’Auria, Di Leva, Pignalosa.   Allen: Turi.

Arbitro: Alberto Colonna di Vasto.

Assistenti: Emanuele Bocca e Flavio Iannaccone di Caserta.

Espulso: Serrapica al 23’st per doppia ammonizione.

Ammoniti: Esposito (RVE); Russo, Inserra, Micallo, Sibilli G (SA).

 

MASSA LUBRENSE – MARIGLIANESE  1-2

Goals: 23’pt Siciliano (MA), 32’st Graziano (MA), 43’st Aiello (ML)

MASSA LUBRENSE: Stinga, Esposito, Apreda (9’st Izzo), Amita, Vollono (30’st Cuomo), D'Esposito, La Monica, Vinaccia, Aiello, Montaperto, Cacace (1’st Breglia).   Allen: Gargiulo
MARIGLIANESE: Davide, Graziano, Biancardi, Andres, Mollo, Esposito, Falco, De Biase (9’st Antignani), Pastore F  (42’st Sileno), Siciliano (36’st Pastore L), De Falco.   Allen: Papa
Arbitro: Matteo Melito di Ariano Irpino.

Assistenti: Paolo Borrelli (Ercolano) – Giovanni Scarpa (Nocera Inferiore).

Ammoniti: D’Esposito e Vinaccia (ML); Graziano, Falco, Biancardi, Andres e Davide (MA).
 

 GIUSEPPE SPASIANO