Lo stupendo Presepe di Palladino a Minori costa d’Amalfi

0

Minori che da sempre si distingue per manifestazioni ed iniziative di spessore culturale ha lasciato il segno anche questo Natale con il magnifico presepe dipinto di Giacomo Palladino, allestito presso l’antico granaio sito in via Roma. L’opera, unica nel suo genere, ha stupito tutti i visitatori ottenendo unanimi consensi. La sua visione immerge il visitatore nella magia dell’arte dal ‘400 al ‘600 e oltre, suscitando lo stimolo ad approfondire i riferimenti storico-artistici a cui il lavoro di Palladino attinge espressamente. Una tappa importantissima di questo percorso espositivo, iniziato il 14 dicembre grazie al patrocinio del Comune di Minori , della Pro Loco e dell’Arciconfraternita, sarà costituita dalla serata del 6 gennaio alle ore 19,00 con la presenza di Massimo Bignardi, storico dell’arte salernitano dell’Università di Siena. Lo studioso interverrà, oltre che per approfondire tutte le tematiche e i problemi storico-critici relativi all’arte presepiale e all’opera di Palladino in particolare, anche per presentare uno dei suoi ultimi studi scientifici che ha portato alla scoperta critica di un “giovanissimo Picasso”, fino ad oggi poco conosciuto. Alla presenza delle autorità, la serata rappresenterà, pertanto, “clou” di una mostra, ormai già da considerarsi appuntamento culturale annuale che si concluderà il 18 gennaio prossimo.Minori che da sempre si distingue per manifestazioni ed iniziative di spessore culturale ha lasciato il segno anche questo Natale con il magnifico presepe dipinto di Giacomo Palladino, allestito presso l’antico granaio sito in via Roma. L’opera, unica nel suo genere, ha stupito tutti i visitatori ottenendo unanimi consensi. La sua visione immerge il visitatore nella magia dell’arte dal ‘400 al ‘600 e oltre, suscitando lo stimolo ad approfondire i riferimenti storico-artistici a cui il lavoro di Palladino attinge espressamente. Una tappa importantissima di questo percorso espositivo, iniziato il 14 dicembre grazie al patrocinio del Comune di Minori , della Pro Loco e dell’Arciconfraternita, sarà costituita dalla serata del 6 gennaio alle ore 19,00 con la presenza di Massimo Bignardi, storico dell’arte salernitano dell’Università di Siena. Lo studioso interverrà, oltre che per approfondire tutte le tematiche e i problemi storico-critici relativi all’arte presepiale e all’opera di Palladino in particolare, anche per presentare uno dei suoi ultimi studi scientifici che ha portato alla scoperta critica di un “giovanissimo Picasso”, fino ad oggi poco conosciuto. Alla presenza delle autorità, la serata rappresenterà, pertanto, “clou” di una mostra, ormai già da considerarsi appuntamento culturale annuale che si concluderà il 18 gennaio prossimo.

Lascia una risposta