Castellammare di Stabia. Identikit del vincitore dei 18 milioni di euro al Superenalotto. Senza moglie e in pensione

0

Castellammare di Stabia. «Deve essere qualcuno che non sa giocare al Superenalotto. Non c’è mai stata nella storia dei concorsi una vittoria simile: due colonne identiche che centrano il sei». Mentre il titolare del Bar Fontana, Gaetano, pronuncia queste parole fiocca all’esterno della sua caffetteria. Segno di un capodanno milionario per uno stabiese in particolare. Con due colonne da 50 centesimi, il vincitore misterioso sbanca letteralmente il Superenalotto, portando a casa ben 18 milioni di euro. Mica bruscoli. Gaetano Fontana non crede ancora ai suoi occhi quando sposta lo sguardo verso i numeri vincenti. E a chi gli chiede l’identità del vincitore, risponde: «Non non ho idea e non voglio nemmeno saperlo. Una cosa è certa, noi ci affidiamo al suo buon cuore ma sicuramente non percepiamo alcuna percentuale sulla vincita». In ogni caso «deve essere un giocatore occasionale – spiega Gaetano – Perchè non ha senso giocare due colonne identiche, significa che non ha mai giocato al Superenalotto. Gli unici indizi possono essere i numeri che ha giocato: una data di nascita completa e gli anni in cui sono probabilmente i figli». In città non si parla d’altro e le indiscrezioni volano veloci. Secondo i ben informati il vincitore non sarebbe poi molto distante da piazza Matteotti, dove ha giocato il biglietto vincente che gli ha cambiato la vita. Si tratterebbe di un barbiere in pensione, che qualche anno fa ha chiuso la sua attività nel centro cittadino per raggiunti limiti di età. Il fortunato non sarebbe nemmeno sposato, vivendo ancora con l’anziana madre. A questo punto gli anni di nascita indicati nella sestina vincente potrebbero essere riconducibili a quelli dei nipoti. In ogni caso, dopo la vincita, non si sarebbe fatto riconoscere dal proprietario della ricevitoria di piazza Matteotti. Anche perchè potrà riscuotere l’impressionante cifra direttamente dalla Sisal, recandosi presso gli uffici di Roma. Entro due mesi gli saranno accreditati sul proprio conto, ma c’è chi giura che dopo una vittoria del genere andrà via da Castellammare. In molti invece sperano che investa qualcosa nella sua città. E tanti pensano alle Terme di Stabia, il complesso che solo un privato sarebbe in grado di rilanciare con nuovi capitali. Anche i cittadini sognano grazie a questa vincita, con la speranza di un 2015 migliore per quanto riguarda tutte le emergenze stabiesi. «Spero soltanto che possa fare del bene – conclude il titolare del Bar Fontana – aiutando le tantissime persone in difficoltà». (Daniele Di Martino – Metropolis)  

Castellammare di Stabia. «Deve essere qualcuno che non sa giocare al Superenalotto. Non c’è mai stata nella storia dei concorsi una vittoria simile: due colonne identiche che centrano il sei». Mentre il titolare del Bar Fontana, Gaetano, pronuncia queste parole fiocca all’esterno della sua caffetteria. Segno di un capodanno milionario per uno stabiese in particolare. Con due colonne da 50 centesimi, il vincitore misterioso sbanca letteralmente il Superenalotto, portando a casa ben 18 milioni di euro. Mica bruscoli. Gaetano Fontana non crede ancora ai suoi occhi quando sposta lo sguardo verso i numeri vincenti. E a chi gli chiede l’identità del vincitore, risponde: «Non non ho idea e non voglio nemmeno saperlo. Una cosa è certa, noi ci affidiamo al suo buon cuore ma sicuramente non percepiamo alcuna percentuale sulla vincita». In ogni caso «deve essere un giocatore occasionale – spiega Gaetano – Perchè non ha senso giocare due colonne identiche, significa che non ha mai giocato al Superenalotto. Gli unici indizi possono essere i numeri che ha giocato: una data di nascita completa e gli anni in cui sono probabilmente i figli». In città non si parla d’altro e le indiscrezioni volano veloci. Secondo i ben informati il vincitore non sarebbe poi molto distante da piazza Matteotti, dove ha giocato il biglietto vincente che gli ha cambiato la vita. Si tratterebbe di un barbiere in pensione, che qualche anno fa ha chiuso la sua attività nel centro cittadino per raggiunti limiti di età. Il fortunato non sarebbe nemmeno sposato, vivendo ancora con l’anziana madre. A questo punto gli anni di nascita indicati nella sestina vincente potrebbero essere riconducibili a quelli dei nipoti. In ogni caso, dopo la vincita, non si sarebbe fatto riconoscere dal proprietario della ricevitoria di piazza Matteotti. Anche perchè potrà riscuotere l’impressionante cifra direttamente dalla Sisal, recandosi presso gli uffici di Roma. Entro due mesi gli saranno accreditati sul proprio conto, ma c’è chi giura che dopo una vittoria del genere andrà via da Castellammare. In molti invece sperano che investa qualcosa nella sua città. E tanti pensano alle Terme di Stabia, il complesso che solo un privato sarebbe in grado di rilanciare con nuovi capitali. Anche i cittadini sognano grazie a questa vincita, con la speranza di un 2015 migliore per quanto riguarda tutte le emergenze stabiesi. «Spero soltanto che possa fare del bene – conclude il titolare del Bar Fontana – aiutando le tantissime persone in difficoltà». (Daniele Di Martino – Metropolis)