Lauro. Propongo di assegnare il Premo Caruso 2015 ai tre tenori de “Il volo”, divenuti un fenomeno canoro mondiale

0

Lo scrittore sorrentino Raffaele Lauro lancia la proposta all’Amministrazione Comunale di Sorrento di assegnare il “Premio Caruso 2015” ai tre giovani tenori de “Il Volo”: Ignazio Boschetto, Piero Barone e Gianluca Ginoble. “Sorrento – ha dichiarato Lauro – non può ripiegare sul provincialismo e non può lasciarsi sfuggire, anche per le enormi ricadute mediatiche, la privilegiata occasione di assegnare, quest’anno, il ‘Premio Caruso’ a “Il Volo”, divenuto, in pochi anni, un fenomeno canoro di livello mondiale, guidato da un management di altissimo profilo. Le voci incantevoli (e complementari) di Ignazio, di Piero e di Gianluca, i quali cantano in italiano, inglese, spagnolo, francese e tedesco, nonché uno straordinario e stupefacente repertorio, dal classico al pop, dalle melodie internazionali alla nostra tradizione partenopea, meritano, nel ricordo di Enrico Caruso, questo prestigioso riconoscimento, conferito, tra l’altro, nelle prime due edizioni, ad artisti del calibro di Andrea Bocelli e di Lucio Dalla. Il Volo, inoltre, interpreta, magistralmente, sia ‘Torna a Surriento’, sia ‘Caruso’, le nostre due bandiere musicali. Gli impegni del gruppo non consentono di attendere oltre per poterlo avere a Sorrento. Per questo mi permetto di formulare questa proposta con largo anticipo”.

Lo scrittore sorrentino Raffaele Lauro lancia la proposta all’Amministrazione Comunale di Sorrento di assegnare il “Premio Caruso 2015” ai tre giovani tenori de "Il Volo": Ignazio Boschetto, Piero Barone e Gianluca Ginoble. “Sorrento – ha dichiarato Lauro – non può ripiegare sul provincialismo e non può lasciarsi sfuggire, anche per le enormi ricadute mediatiche, la privilegiata occasione di assegnare, quest’anno, il ‘Premio Caruso’ a "Il Volo", divenuto, in pochi anni, un fenomeno canoro di livello mondiale, guidato da un management di altissimo profilo. Le voci incantevoli (e complementari) di Ignazio, di Piero e di Gianluca, i quali cantano in italiano, inglese, spagnolo, francese e tedesco, nonché uno straordinario e stupefacente repertorio, dal classico al pop, dalle melodie internazionali alla nostra tradizione partenopea, meritano, nel ricordo di Enrico Caruso, questo prestigioso riconoscimento, conferito, tra l’altro, nelle prime due edizioni, ad artisti del calibro di Andrea Bocelli e di Lucio Dalla. Il Volo, inoltre, interpreta, magistralmente, sia ‘Torna a Surriento’, sia ‘Caruso’, le nostre due bandiere musicali. Gli impegni del gruppo non consentono di attendere oltre per poterlo avere a Sorrento. Per questo mi permetto di formulare questa proposta con largo anticipo”.

Lascia una risposta