Auguri di fine anno con l’on. Paolo Russo: “L’etica della politica è nei fatti!”

0

SAN VITALIANO – (di SAVERIO FALCO) Consueto appuntamento presso l’hotel Ferrari di via Nazionale delle Puglie, dove ieri nella sala conferenze l’On. Paolo Russo ha incontrato amici e simpatizzanti per il brindisi di fine anno. Presenti l’assessore regionale Dott. Ermanno Russo, il presidente facente funzioni della provincia di Napoli Avv. Antonio Pentangelo, il deputato di Forza Italia Avv. Carlo Sarro; Armando Cesaro, coordinatore vicario nazionale dei giovani di Forza Italia, l’assessore provinciale Prof. Giuseppe Caliendo e molti amministratori dell’area nolano-mariglianese. Alla manifestazione, nata nel 1995, hanno partecipato telefonicamente anche l’ex ministro e attuale capogruppo di F.I. alla Camera dei Deputati Renato Brunetta e il presidente Silvio Berlusconi. Tanti i temi affrontati durante la telefonata di circa 15 minuti del cavaliere: dall’oppressione fiscale (“occorre ridurre le imposte a partire dagli enti locali attraverso la riduzione del costo dello stato e una serie di riforme e misure presenti da sempre nel nostro programma”) al problema dell’immigrazione, dalla questione “Terra dei fuochi” all’elevato tasso di assenteismo al voto delle ultime elezioni europee (“Il 50% degli elettori italiani ha dichiarato nei sondaggi l’intenzione di non andare al voto perché deluso e disgustato da ben 3 governi consecutivi non eletti dal cittadino”). Il leader di Forza Italia ha fatto riferimento anche al suo ritorno nella scena politica: “Dal 15 febbraio 2015 tornerò ad avere la possibilità di essere un cittadino normale e quindi garantisco la mia presenza per la prossima campagna elettorale nella vostra regione per avere ancora una Campania assolutamente azzurra.”
L’arcorese ha parlato anche di abolire la tassa sulla prima casa e di rivedere quella sui risparmi: “Mettere fine all’oppressione tributaria, burocratica e giudiziaria che oggi attentano ai nostri diritti fondamentali, ai nostri beni e perfino alla nostra libertà”.
Il cavaliere ha, infine, congedato i coordinatori cittadini del partito, i 19 sindaci di F.I. della provincia di Napoli, i responsabili dei club “Forza Silvio” e tutti i cittadini e sostenitori intervenuti:
“Vi abbraccio tutti con l’augurio cordiale e affettuosissimo che il prossimo anno, nonostante tutto ciò che vediamo intorno a noi che ci preoccupa, possa essere un anno nel quale voi possiate realizzare tutti i progetti che avete nella mente e nel cuore per voi e per le persone a cui volete bene”.
Il discorso del politico mariglianese si è focalizzato soprattutto sulla questione Gori, acqua pubblica e bollette pregresse, sugli sversamenti illegali e le bonifiche delle terre campane, sull’ambiente e raccolta differenziata (“grazie ai nostri sindaci, in modo particolare ad Andrea Manzi, abbiamo proposto e ottenuto che i comuni pagheranno in maniera proporzionale alla raccolta differenziata: i comuni virtuosi pagheranno di meno”).Russo ha toccato anche il recente tema delle macro-regioni, sottolineando “la necessità di dover competere con le grandi regioni del nord Europa auspicando la nascita di una grande regione meridionale, retta, ovviamente, dalla passione e dalle capacità del centro-destra”, la vicenda dell’abusivismo e degli abbattimenti (“Noi non siamo per i condoni” – dice – “ma vogliamo essere uguali e che ci venga garantito lo stesso trattamento di altre regioni d’Italia”).
L’incontro ha dato anche l’occasione di consegnare simbolicamente una targa ricordo a due importanti realtà del nostro territorio: la squadra femminile della “Nuova Atletica Basket Marigliano” e l’associazione UILDM (Unione Italiana per la Lotta alla Distrofia Muscolare) di Cicciano nella persona del presidente Giovanni De Luca (“indomito responsabile, che stimo molto, che in modo semplice ci ha insegnato come si palpa con mano la difficoltà del disabile”, dice il parlamentare)con le quali l’On. Russo, in sintonia con Regione e Comuni, ha preso un impegno: eliminare tutte le barriere architettoniche e dare più spazio a compagini e società sportive del territorio, ottimizzando le risorse per promuovere la realizzazione di impianti sportivi.
Il deputato non risparmia, con la sua proverbiale ironia, un riferimento e un commento alla politica locale, accennando ad un “novello Obama sul territorio, i nuovi Barack ancora frastornati dal risultato elettorale, di Nola in modo particolare, dove – aggiunge – “si è celebrato un record: lo spread più alto tra i voti avuti alle europee dal PD, che ha riscosso un discreto 27 %, e i suffragi per le amministrative, dove il giovane Barack insieme ad un’ avvocata incauta hanno raggiunto il risultato straordinario del 7 %”.
Prima del cin-cin finale, il coordinatore metropolitano F.I. di Napoli conclude il bilancio dell’anno trascorso con una certezza: “Sono sicuro che insieme a Caldoro e gli altri della nostra pattuglia manterremo gli impegni presi e che il prossimo anno sia migliore di quello appena passato. Auguri a tutti!”.

A cura di SAVERIO FALCOSAN VITALIANO – (di SAVERIO FALCO) Consueto appuntamento presso l’hotel Ferrari di via Nazionale delle Puglie, dove ieri nella sala conferenze l’On. Paolo Russo ha incontrato amici e simpatizzanti per il brindisi di fine anno. Presenti l’assessore regionale Dott. Ermanno Russo, il presidente facente funzioni della provincia di Napoli Avv. Antonio Pentangelo, il deputato di Forza Italia Avv. Carlo Sarro; Armando Cesaro, coordinatore vicario nazionale dei giovani di Forza Italia, l’assessore provinciale Prof. Giuseppe Caliendo e molti amministratori dell’area nolano-mariglianese. Alla manifestazione, nata nel 1995, hanno partecipato telefonicamente anche l’ex ministro e attuale capogruppo di F.I. alla Camera dei Deputati Renato Brunetta e il presidente Silvio Berlusconi. Tanti i temi affrontati durante la telefonata di circa 15 minuti del cavaliere: dall’oppressione fiscale (“occorre ridurre le imposte a partire dagli enti locali attraverso la riduzione del costo dello stato e una serie di riforme e misure presenti da sempre nel nostro programma”) al problema dell’immigrazione, dalla questione “Terra dei fuochi” all’elevato tasso di assenteismo al voto delle ultime elezioni europee (“Il 50% degli elettori italiani ha dichiarato nei sondaggi l’intenzione di non andare al voto perché deluso e disgustato da ben 3 governi consecutivi non eletti dal cittadino”). Il leader di Forza Italia ha fatto riferimento anche al suo ritorno nella scena politica: “Dal 15 febbraio 2015 tornerò ad avere la possibilità di essere un cittadino normale e quindi garantisco la mia presenza per la prossima campagna elettorale nella vostra regione per avere ancora una Campania assolutamente azzurra.”
L’arcorese ha parlato anche di abolire la tassa sulla prima casa e di rivedere quella sui risparmi: “Mettere fine all’oppressione tributaria, burocratica e giudiziaria che oggi attentano ai nostri diritti fondamentali, ai nostri beni e perfino alla nostra libertà”.
Il cavaliere ha, infine, congedato i coordinatori cittadini del partito, i 19 sindaci di F.I. della provincia di Napoli, i responsabili dei club “Forza Silvio” e tutti i cittadini e sostenitori intervenuti:
“Vi abbraccio tutti con l’augurio cordiale e affettuosissimo che il prossimo anno, nonostante tutto ciò che vediamo intorno a noi che ci preoccupa, possa essere un anno nel quale voi possiate realizzare tutti i progetti che avete nella mente e nel cuore per voi e per le persone a cui volete bene”.
Il discorso del politico mariglianese si è focalizzato soprattutto sulla questione Gori, acqua pubblica e bollette pregresse, sugli sversamenti illegali e le bonifiche delle terre campane, sull’ambiente e raccolta differenziata (“grazie ai nostri sindaci, in modo particolare ad Andrea Manzi, abbiamo proposto e ottenuto che i comuni pagheranno in maniera proporzionale alla raccolta differenziata: i comuni virtuosi pagheranno di meno”).Russo ha toccato anche il recente tema delle macro-regioni, sottolineando “la necessità di dover competere con le grandi regioni del nord Europa auspicando la nascita di una grande regione meridionale, retta, ovviamente, dalla passione e dalle capacità del centro-destra”, la vicenda dell’abusivismo e degli abbattimenti (“Noi non siamo per i condoni” – dice – “ma vogliamo essere uguali e che ci venga garantito lo stesso trattamento di altre regioni d’Italia”).
L’incontro ha dato anche l’occasione di consegnare simbolicamente una targa ricordo a due importanti realtà del nostro territorio: la squadra femminile della “Nuova Atletica Basket Marigliano” e l’associazione UILDM (Unione Italiana per la Lotta alla Distrofia Muscolare) di Cicciano nella persona del presidente Giovanni De Luca (“indomito responsabile, che stimo molto, che in modo semplice ci ha insegnato come si palpa con mano la difficoltà del disabile”, dice il parlamentare)con le quali l’On. Russo, in sintonia con Regione e Comuni, ha preso un impegno: eliminare tutte le barriere architettoniche e dare più spazio a compagini e società sportive del territorio, ottimizzando le risorse per promuovere la realizzazione di impianti sportivi.
Il deputato non risparmia, con la sua proverbiale ironia, un riferimento e un commento alla politica locale, accennando ad un “novello Obama sul territorio, i nuovi Barack ancora frastornati dal risultato elettorale, di Nola in modo particolare, dove – aggiunge – “si è celebrato un record: lo spread più alto tra i voti avuti alle europee dal PD, che ha riscosso un discreto 27 %, e i suffragi per le amministrative, dove il giovane Barack insieme ad un’ avvocata incauta hanno raggiunto il risultato straordinario del 7 %”.
Prima del cin-cin finale, il coordinatore metropolitano F.I. di Napoli conclude il bilancio dell’anno trascorso con una certezza: “Sono sicuro che insieme a Caldoro e gli altri della nostra pattuglia manterremo gli impegni presi e che il prossimo anno sia migliore di quello appena passato. Auguri a tutti!”.

A cura di SAVERIO FALCO