A poche ore dalla notte di San Silvestro continuano i sequestri di botti illegali in Campania

0

E’ un bollettino davvero molto corposo, aggiornato al tardo pomeriggio di ieri, quello del sequestro di materiale esplodente. A Casoria, in una operazione congiunta tra agenti della polizia locale, carabinieri della compagnia di Casoria e gli agenti del commissariato di Afragola, hanno sequestrato tre tonnellate di fuochi illegali, trasportati a bordo di due furgoni. Le manette sono scattate per Ivano Iacivelli, 40 anni, e Ciro Ronzullo, 28 anni, entrambi pregiudicati. A Quarto, gli agenti della polizia di stato hanno sequestrato oltre sette quintali di materiale esplodente, in un capannone di via Viticella. I«botti» erano accatastati nell’officina di un fabbro, L.M., 38 anni, denunciato. Nella stessa strada sono stati rinvenuti veri e propri ordigni, nell’abitazione di un settantenne, denunciato a piede libero. E nell’area flegrea i poliziotti del commissariato di Pozzuoli hanno scoperto una piccola santabarbara nello scantinato di un 24enne, nella zona del lungomare. Il giovane è stato denunciato . Ad Ercolano, i militari del posto hanno sequestrato una sessantina di «cipolle» (vere e proprie bombe in miniatura) e circa 180 «rendini» petardi confezionati come i candelotti di dinamite, che un pregiudicato di 24 anni nascondeva in casa. L’uomo è finito agli arresti domiciliari in attesa di essere processato per direttissima. I poliziotti del commissariato di Castellammare di Stabia hanno sequestrato 25 chilogrammi di materiale esplodente di V categoria gruppo C e D nonché scalette Trac con botto finale di illecita fabbricazione e detenzione. Una parte del materiale, tra cui numerosi «Trac», è stato rinvenuto all’interno dell’abitazione in Viale Don Bosco ed il restante in una cantinola di pertinenza dell’abitazione di F.F., 41 anni, del posto, denunciato in stato di libertà. E nemmeno il casertano manca sul bollettino dei sequestro. (Marco Di Caterino – Il Mattino)  

E’ un bollettino davvero molto corposo, aggiornato al tardo pomeriggio di ieri, quello del sequestro di materiale esplodente. A Casoria, in una operazione congiunta tra agenti della polizia locale, carabinieri della compagnia di Casoria e gli agenti del commissariato di Afragola, hanno sequestrato tre tonnellate di fuochi illegali, trasportati a bordo di due furgoni. Le manette sono scattate per Ivano Iacivelli, 40 anni, e Ciro Ronzullo, 28 anni, entrambi pregiudicati. A Quarto, gli agenti della polizia di stato hanno sequestrato oltre sette quintali di materiale esplodente, in un capannone di via Viticella. I«botti» erano accatastati nell’officina di un fabbro, L.M., 38 anni, denunciato. Nella stessa strada sono stati rinvenuti veri e propri ordigni, nell’abitazione di un settantenne, denunciato a piede libero. E nell’area flegrea i poliziotti del commissariato di Pozzuoli hanno scoperto una piccola santabarbara nello scantinato di un 24enne, nella zona del lungomare. Il giovane è stato denunciato . Ad Ercolano, i militari del posto hanno sequestrato una sessantina di «cipolle» (vere e proprie bombe in miniatura) e circa 180 «rendini» petardi confezionati come i candelotti di dinamite, che un pregiudicato di 24 anni nascondeva in casa. L’uomo è finito agli arresti domiciliari in attesa di essere processato per direttissima. I poliziotti del commissariato di Castellammare di Stabia hanno sequestrato 25 chilogrammi di materiale esplodente di V categoria gruppo C e D nonché scalette Trac con botto finale di illecita fabbricazione e detenzione. Una parte del materiale, tra cui numerosi «Trac», è stato rinvenuto all’interno dell’abitazione in Viale Don Bosco ed il restante in una cantinola di pertinenza dell’abitazione di F.F., 41 anni, del posto, denunciato in stato di libertà. E nemmeno il casertano manca sul bollettino dei sequestro. (Marco Di Caterino – Il Mattino)