Per il Napoli riesplode il sogno del Pocho, che potrebbe essere ceduto in prestito a gennaio

0

Riesplode la suggestione Lavezzi, esattamente un mese dopo le prime voci di un suo possibile ritorno a Napoli. A fine novembre i primi spifferi sulla volontà del Pocho di vivere una nuova avventura lontano da Parigi e la conferma del suo agente Mazzoni dell’amore mai sopito dell’argentino per Napoli. Ora, un mese dopo, riecco prendere forma la Pochomania che infiamma i cuori dei tifosi napoletani. Basta poco per far riprendere quota al discorso su un’operazione di mercato che potrebbe decollare da un momento all’altro: l’argentino non si è presentato nel ritiro del Psg a Marrakech, in Marocco, ed è atteso a Parigi per la ripresa degli allenamenti venerdì 2 gennaio. Secondo la stampa argentina sarebbe in vacanza in Uruguay a Punta del Este, dove è stato a cena con un altro ex attaccante del Napoli, Fonseca, oggi procuratore. La rottura con il Psg è sempre più evidente. Un malcontento che si trascina da tempo, Lavezzi ha giocato poco quest’anno con Blanc, sia in Ligue One che in Champions League. Non è un prim’attore in Francia ma una semplice comparsa e per uno come lui abituato all’entusiasmo straripante dei napoletani la nuova dimensione parigina gli va indubbiamente stretta. Non rinnoverà il contratto con il Psg in estate ed ecco che il suo addio può essere anticipato a gennaio, cioè adesso. Il Napoli può prendere Lavezzi con la formula del prestito per sei mesi fino a giugno e con l’ingaggio da dividere a metà con  il club francese. La strada più percorribile, un’idea non impossibile da attuare. L’acquisto a titolo definitivo dovrebbe prevedere un contratto lungo ma ovviamente con un ingaggio molto più ridotto rispetto a quello attuale, visto che l’argentino guadagna oltre 4 milioni all’anno. La base del discorso c’è ed è rappresentata dalla predisposizione del Pocho a un ritorno in maglia azzurra. Un ritorno che sarebbe graditissimo ai napoletani e poi i rapporti dell’argentino con il presidente De Laurentiis sono rimasti molto cordiali. E c’è il gradimento di Benitez che in un’intervista ammise: «Uno come Lavezzi lo seguiamo sempre di buon occhio». Il direttore sportivo Bigon comincia a sondare il terreno, c’è adesso da verificare la fattibilità dell’operazione. Ora che la rottura con il Psg è da considerare ufficiale si aprono gli spiragli per la trattativa: l’argentino vuole chiudere l’avventura a Parigi. Il Pocho può scatenare una vera e propria asta di mercato, l’altro club italiano fortemente interessato all’argentino è l’Inter. C’è già il sì di Mancini per l’operazione, un rinforzo che cambierebbe il volto dei nerazzurri in evidente difficoltà nonostante il cambio di allenatore. E poi in Italia dopo Napoli la città più amata dall’argentino è stata sempre Milano, ecco perché l’ipotesi di un passaggio all’Inter è da considerare sicuramente concreta. Un rinforzo adeguato per l’attacco dopo che è saltata la trattativa con Cerci, passato al Milan. Lavezzi piace al Valencia e anche ai club inglesi, due su tutti: il Tottenham e il Liverpool. La Premier League esercita un fascino particolare ma la prima idea del Pocho resta quella di un ritorno in Italia. Con l’arrivo di Gabbiadini il Napoli colma il buco lasciato da Insigne in attesa che poi il napoletano possa tornare per il finale di stagione. Un acquisto che però non preclude il possibile arrivo del Pocho anche perché in chiave futura elementi come Callejon e Mertens potrebbero diventare degli uomini mercato ed essere ceduti a cifre importanti. E poi uno come Lavezzi garantirebbe nell’immediato un salto di qualità tecnico che al Napoli sarebbe utilissimo nella corsa Champions. Una suggestione, quindi, con più di un fondamento sul fatto che poi la trattativa possa effettivamente decollare. Per ora Lavezzi è da considerare sempre più lontano da Parigi e Napoli può tornare a sognare. (Roberto Ventre – Il Mattino)   

Riesplode la suggestione Lavezzi, esattamente un mese dopo le prime voci di un suo possibile ritorno a Napoli. A fine novembre i primi spifferi sulla volontà del Pocho di vivere una nuova avventura lontano da Parigi e la conferma del suo agente Mazzoni dell’amore mai sopito dell’argentino per Napoli. Ora, un mese dopo, riecco prendere forma la Pochomania che infiamma i cuori dei tifosi napoletani. Basta poco per far riprendere quota al discorso su un’operazione di mercato che potrebbe decollare da un momento all’altro: l’argentino non si è presentato nel ritiro del Psg a Marrakech, in Marocco, ed è atteso a Parigi per la ripresa degli allenamenti venerdì 2 gennaio. Secondo la stampa argentina sarebbe in vacanza in Uruguay a Punta del Este, dove è stato a cena con un altro ex attaccante del Napoli, Fonseca, oggi procuratore. La rottura con il Psg è sempre più evidente. Un malcontento che si trascina da tempo, Lavezzi ha giocato poco quest’anno con Blanc, sia in Ligue One che in Champions League. Non è un prim’attore in Francia ma una semplice comparsa e per uno come lui abituato all’entusiasmo straripante dei napoletani la nuova dimensione parigina gli va indubbiamente stretta. Non rinnoverà il contratto con il Psg in estate ed ecco che il suo addio può essere anticipato a gennaio, cioè adesso. Il Napoli può prendere Lavezzi con la formula del prestito per sei mesi fino a giugno e con l’ingaggio da dividere a metà con  il club francese. La strada più percorribile, un’idea non impossibile da attuare. L’acquisto a titolo definitivo dovrebbe prevedere un contratto lungo ma ovviamente con un ingaggio molto più ridotto rispetto a quello attuale, visto che l’argentino guadagna oltre 4 milioni all’anno. La base del discorso c’è ed è rappresentata dalla predisposizione del Pocho a un ritorno in maglia azzurra. Un ritorno che sarebbe graditissimo ai napoletani e poi i rapporti dell’argentino con il presidente De Laurentiis sono rimasti molto cordiali. E c’è il gradimento di Benitez che in un’intervista ammise: «Uno come Lavezzi lo seguiamo sempre di buon occhio». Il direttore sportivo Bigon comincia a sondare il terreno, c’è adesso da verificare la fattibilità dell’operazione. Ora che la rottura con il Psg è da considerare ufficiale si aprono gli spiragli per la trattativa: l’argentino vuole chiudere l’avventura a Parigi. Il Pocho può scatenare una vera e propria asta di mercato, l’altro club italiano fortemente interessato all’argentino è l’Inter. C’è già il sì di Mancini per l’operazione, un rinforzo che cambierebbe il volto dei nerazzurri in evidente difficoltà nonostante il cambio di allenatore. E poi in Italia dopo Napoli la città più amata dall’argentino è stata sempre Milano, ecco perché l’ipotesi di un passaggio all’Inter è da considerare sicuramente concreta. Un rinforzo adeguato per l’attacco dopo che è saltata la trattativa con Cerci, passato al Milan. Lavezzi piace al Valencia e anche ai club inglesi, due su tutti: il Tottenham e il Liverpool. La Premier League esercita un fascino particolare ma la prima idea del Pocho resta quella di un ritorno in Italia. Con l’arrivo di Gabbiadini il Napoli colma il buco lasciato da Insigne in attesa che poi il napoletano possa tornare per il finale di stagione. Un acquisto che però non preclude il possibile arrivo del Pocho anche perché in chiave futura elementi come Callejon e Mertens potrebbero diventare degli uomini mercato ed essere ceduti a cifre importanti. E poi uno come Lavezzi garantirebbe nell’immediato un salto di qualità tecnico che al Napoli sarebbe utilissimo nella corsa Champions. Una suggestione, quindi, con più di un fondamento sul fatto che poi la trattativa possa effettivamente decollare. Per ora Lavezzi è da considerare sempre più lontano da Parigi e Napoli può tornare a sognare. (Roberto Ventre – Il Mattino)   

Lascia una risposta