Sant’Agnello. Centro sportivo Msc: gestione gratuita ai privati che ne garantiscano servizi ed apertura al pubblico

0

Sant’Agnello. Campi di calcetto, piscina, parco e palestra dello Sporting Club Msc avranno bisogno di un soggetto che dovrà gestirli negli orari di apertura ai cittadini di Sant’Agnello. La giunta Sagristani ha dato il proprio placet all’avvio di un’indagine esplorativa per affidare il plesso gratuitamente a un soggetto esterno per i prossimi sei mesi. Grazie agli accordi presi dall’amministrazione comunale e approvazione del regolamento della struttura di via Cocumella è tempo di stringere un nuovo accordo su chi dovrà garantire i servizi minimi nei giorni di apertura al pubblico. Un’attività che dal giorno dell’apertura ha coinvolto i prima persona il funzionario del Secondo Settore e dal personale impiegato nella pianta organica dell’ente locale di piazza Matteotti. In pratica, per evitare che i dipendenti possano essere sommersi di lavoro per lo “Sporting Club MSC”, l’amministrazione Sagristani ha ritenuto opportuno “affidare in via sperimentale le attività connesse all’utilizzo pubblico dell’impianto sportivo denominato ‘Sporting Club MSC’ a società e/o associazioni sportive dilettantistiche per un periodo di mesi sei e a titolo gratuito”. Sei mesi nei quali una società dilettantistica o associazione si dovrà mettere in gioco per garantire servizi essenziali ed apertura al pubblico. Un’accelerata chiara per avere dal 2015 tutto pianificato e una struttura aperta e che vada a mille. Il Comune adesso provvederà “all’avvio di un’indagine esplorativa pubblica per la presentazione di manifestazioni di interesse alla selezione”. Via libera della giunta che ha espresso “indirizzo favorevole all’affidamento a titolo gratuito” a società e/o associazioni sportive dilettantistiche delle attività connesse all’utilizzo pubblico dell’impianto sportivo MSC Sporting Club”. Gli interessati dovranno rispettare alcuni parametri fondamentali: esperienza nella gestione della disciplina sportiva, programma di gestione operativa e modalità di conduzione generale dell’impianto sportivo (comprensivo del personale previsto e della sua utilizzazione temporale); progetto gestionale sul potenziale utilizzo dell’impianto sportivo rispetto ai servizi e alle strutture esistenti e proposte di miglioramento della gestione per ottimizzare l’utilizzo delle risorse esistenti. (Josè Astarita – Metropolis)   

Sant’Agnello. Campi di calcetto, piscina, parco e palestra dello Sporting Club Msc avranno bisogno di un soggetto che dovrà gestirli negli orari di apertura ai cittadini di Sant’Agnello. La giunta Sagristani ha dato il proprio placet all’avvio di un’indagine esplorativa per affidare il plesso gratuitamente a un soggetto esterno per i prossimi sei mesi. Grazie agli accordi presi dall’amministrazione comunale e approvazione del regolamento della struttura di via Cocumella è tempo di stringere un nuovo accordo su chi dovrà garantire i servizi minimi nei giorni di apertura al pubblico. Un’attività che dal giorno dell’apertura ha coinvolto i prima persona il funzionario del Secondo Settore e dal personale impiegato nella pianta organica dell’ente locale di piazza Matteotti. In pratica, per evitare che i dipendenti possano essere sommersi di lavoro per lo “Sporting Club MSC”, l’amministrazione Sagristani ha ritenuto opportuno “affidare in via sperimentale le attività connesse all’utilizzo pubblico dell’impianto sportivo denominato ‘Sporting Club MSC’ a società e/o associazioni sportive dilettantistiche per un periodo di mesi sei e a titolo gratuito”. Sei mesi nei quali una società dilettantistica o associazione si dovrà mettere in gioco per garantire servizi essenziali ed apertura al pubblico. Un’accelerata chiara per avere dal 2015 tutto pianificato e una struttura aperta e che vada a mille. Il Comune adesso provvederà “all’avvio di un’indagine esplorativa pubblica per la presentazione di manifestazioni di interesse alla selezione”. Via libera della giunta che ha espresso “indirizzo favorevole all’affidamento a titolo gratuito” a società e/o associazioni sportive dilettantistiche delle attività connesse all’utilizzo pubblico dell’impianto sportivo MSC Sporting Club”. Gli interessati dovranno rispettare alcuni parametri fondamentali: esperienza nella gestione della disciplina sportiva, programma di gestione operativa e modalità di conduzione generale dell’impianto sportivo (comprensivo del personale previsto e della sua utilizzazione temporale); progetto gestionale sul potenziale utilizzo dell’impianto sportivo rispetto ai servizi e alle strutture esistenti e proposte di miglioramento della gestione per ottimizzare l’utilizzo delle risorse esistenti. (Josè Astarita – Metropolis)   

Lascia una risposta