IL PRESEPE DI GREGGIO A SANTA TERESA DI PIANO foto e video

0

L’Associazione Culturale Cypraea presidente Cecilia Coppola e il Gruppo Culturale di Ciro Ferrigno domenica 28 dicembre 2014 alle ore 18,30 nella Chiesa di Santa Teresa a Piano di Sorrento presentano *Il Primo Presepio del mondo.San Francesco e il Natale di Greccio” letture e riflessioni sul messaggio francescano che onora la semplicità, esalta la povertà, loda l’umiltà e il presepe di Greccio si trasforma quasi in una nuova Betlemme inaugurando una nuova vita,che porta la Luce a tutti gli uomini.
Il rivivere lo spirito di Greccio, vera espressione del Natale nel cuore di tutti coloro che hanno fede, sarà intervallato da musica e canti e Frate Francesco ritorna nella luce dei ceri e nella cometa di Pace fra le navate della Chiesa di Santa Teresa dove i frati hanno accolta questa manifestazione per “ laudare” sempre nel tempo dei tempi il miracolo di Betlemme in un’atmosfera ricca di emozione soprattutto dello spirito.

 2:41

Chiesa S. Teresa – Gruppi Cypraea e prof. Ferrigno 03

3 visualizzazioni
7 ore fa

 

 

Chiesa S. Teresa – Gruppi Cypraea e prof. Ferrigno 02

Nessuna visualizzazione
7 ore fa

 

 2:50

Chiesa S. Teresa – Gruppi Cypraea e prof. Ferrigno 01

Nessuna visualizzazione
8 ore fa

 

L’Associazione Culturale Cypraea presidente Cecilia Coppola e il Gruppo Culturale di Ciro Ferrigno domenica 28 dicembre 2014 alle ore 18,30 nella Chiesa di Santa Teresa a Piano di Sorrento presentano *Il Primo Presepio del mondo.San Francesco e il Natale di Greccio” letture e riflessioni sul messaggio francescano che onora la semplicità, esalta la povertà, loda l'umiltà e il presepe di Greccio si trasforma quasi in una nuova Betlemme inaugurando una nuova vita,che porta la Luce a tutti gli uomini.
Il rivivere lo spirito di Greccio, vera espressione del Natale nel cuore di tutti coloro che hanno fede, sarà intervallato da musica e canti e Frate Francesco ritorna nella luce dei ceri e nella cometa di Pace fra le navate della Chiesa di Santa Teresa dove i frati hanno accolta questa manifestazione per “ laudare” sempre nel tempo dei tempi il miracolo di Betlemme in un’atmosfera ricca di emozione soprattutto dello spirito.