La postina suona più di due volte e l’inquilino la prende a schiaffi

0

CAVALESE – La postina aveva cercato di richiamare l’attenzione di un inquilino e aveva suonato varie volte al suo campanello. Ma l’uomo, un 44enne di Cavalese (Trento), non ha gradito troppo l’insistenza: è sceso insieme alla compagna e, dopo che la donna aveva apostrofato verbalmente la postina, lui ha “completato” il lavoro con uno schiaffo alla nuca e un colpo al ginocchio con una stampella.

I fatti erano accaduti, quattro anni fa, il 24 dicembre del 2010. Il procedimento penale non è stato velocissimo, ma alla fine il processo si è concluso: l’uomo ha risarcito la vittima con 21mila euro e dovrà prestare a 280 ore di lavori socialmente utili. L’imputato ha chiesto la messa in prova per estinguere il reato.
IL MATTINOCAVALESE – La postina aveva cercato di richiamare l’attenzione di un inquilino e aveva suonato varie volte al suo campanello. Ma l’uomo, un 44enne di Cavalese (Trento), non ha gradito troppo l’insistenza: è sceso insieme alla compagna e, dopo che la donna aveva apostrofato verbalmente la postina, lui ha “completato” il lavoro con uno schiaffo alla nuca e un colpo al ginocchio con una stampella.

I fatti erano accaduti, quattro anni fa, il 24 dicembre del 2010. Il procedimento penale non è stato velocissimo, ma alla fine il processo si è concluso: l’uomo ha risarcito la vittima con 21mila euro e dovrà prestare a 280 ore di lavori socialmente utili. L’imputato ha chiesto la messa in prova per estinguere il reato.
IL MATTINO

Lascia una risposta