Vico Equense L’Equamostro del Viadotto di Seiano sul TG3 Campania. Il WWF “Va abbattuto” VIDEO

0

Vico Equense. Giovedì 18 dicembre alle ore 14 è andato in onda sul TG3  un servizio del giornalista Vincenzo Perone  col Presidente del WWF Penisola Sorrentina Claudio d’ Esposito sul viadotto di Seiano a Vico Equense un “discusso serpentone in cemento e asfalto che, tra baracche, cementifici e abusi vari, taglia in due la valle scempiando ulteriorermente il paesaggio”!!! «Il viadotto è l’ennesimo monumento in calcestruzzo e “cartapesta” – afferma Claudio d’Esposito, presidente WWF Penisola Sorrentina – a testimonianza dell’incapacità, dell’incompetenza e della mala fede della classe politica che amministra i nostri fragili e preziosi territori. Non può essere considerata una via alternativa e va messo al primo posto nella lista dei futuri mostri da demolire!!!».Dopo il mostro di Alimuri che depurpava la costa di Sorrento ora l’Equamostro. Quel tracciato, è nato come via ad uso esclusivo dei camion in uscita dal cantiere del depuratore di Punta Gradelle, carichi di roccia. O, almeno, così è stato giustificato. Lo scavo era infatti già ultimato quando, circa 4 anni fa, iniziarono i lavori della stradina. I funzionari del commissariato per la depurazione dissero poi che sarebbe stato percorso, quel tracciato, dai camion che avrebbero portato via i fanghi prodotti dal depuratore, una volta che fosse stato realizzato. Punta Gradelle, però, ne produrrà pochissimi. Quest’estate è stato usato come via alternativa a senso unico in caso di traffico. IN Movimento per Vico ne ha chiesto l’abbattimento, il civico consesso, però, ha bocciato la mozione presentata dai consiglieri di opposizione in cui si chiedeva di attivarsi con il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, per chiedere l’annullamento in autotutela dell’atto che ne autorizzò all’epoca la costruzione e permetterne di conseguenza la demolizione. GUARDA QUI IL VIDEO DAL MINUTO 9,30′

Vico Equense. Giovedì 18 dicembre alle ore 14 è andato in onda sul TG3  un servizio del giornalista Vincenzo Perone  col Presidente del WWF Penisola Sorrentina Claudio d' Esposito sul viadotto di Seiano a Vico Equense un "discusso serpentone in cemento e asfalto che, tra baracche, cementifici e abusi vari, taglia in due la valle scempiando ulteriorermente il paesaggio"!!! «Il viadotto è l'ennesimo monumento in calcestruzzo e "cartapesta" – afferma Claudio d’Esposito, presidente WWF Penisola Sorrentina – a testimonianza dell'incapacità, dell'incompetenza e della mala fede della classe politica che amministra i nostri fragili e preziosi territori. Non può essere considerata una via alternativa e va messo al primo posto nella lista dei futuri mostri da demolire!!!».Dopo il mostro di Alimuri che depurpava la costa di Sorrento ora l'Equamostro. Quel tracciato, è nato come via ad uso esclusivo dei camion in uscita dal cantiere del depuratore di Punta Gradelle, carichi di roccia. O, almeno, così è stato giustificato. Lo scavo era infatti già ultimato quando, circa 4 anni fa, iniziarono i lavori della stradina. I funzionari del commissariato per la depurazione dissero poi che sarebbe stato percorso, quel tracciato, dai camion che avrebbero portato via i fanghi prodotti dal depuratore, una volta che fosse stato realizzato. Punta Gradelle, però, ne produrrà pochissimi. Quest’estate è stato usato come via alternativa a senso unico in caso di traffico. IN Movimento per Vico ne ha chiesto l’abbattimento, il civico consesso, però, ha bocciato la mozione presentata dai consiglieri di opposizione in cui si chiedeva di attivarsi con il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, per chiedere l’annullamento in autotutela dell’atto che ne autorizzò all’epoca la costruzione e permetterne di conseguenza la demolizione. GUARDA QUI IL VIDEO DAL MINUTO 9,30'