Tie break per Folgore Massa, Carotenuto e Gimel

0

Costiera sorrentina – Le tre squadre della penisola hanno lo stesso esito finale ma per i massesi e le santagatesi è positivo, mentre per i santanellesi è negativo, ma conquistano sempre un buon punto.

La Folgore è corsara in terra ischitana contro un Ischia Volley che le da filo da torcere fino all’ultimo istante, ma deve cedere il passo ai biancoverdi che nel quinto set hanno quel guizzo che li mantiene sempre in vantaggio e li fa chiudere una gara alquanto combattuta.

L’equilibrio regna nei primi due set, ma il primo lo è fino ad un certo punto, perché dopo il dieci pari i costieri hanno una marcia in più che mette al sicuro il set. Nel secondo la Folgore ha un buon andazzo, ma proprio quando potrebbe chiudere si fa ipnotizzare dai locali che trovano i varchi giusti delle loro schiacciate e passano in vantaggio di un punto (23-22) e poi chiudono ai vantaggi. Che nel terzo parziale sono a favore di Ruggiero e company, dopo che mister Esposito apporta degli accorgimenti. I capovolgimenti sono sempre in agguato e dal 20-18 si va al 21-23 e si finisce ai vantaggi con una bella palla forte di Ciampa.

Il parziale successivo potrebbe essere quello buono per i costieri ma non lo mettono i cassaforte, c’è lo mettono gli ischitani che dopo una bel testa a testa vincono per 25-23. Il tie break viene deciso senza quasi affanni dai massesi anche grazie ad un buon costante vantaggio.

Il tie break invece è fatale per il Carotenuto che in terra nolana deve cedere l’onore delle armi alla Polsportiva Cimitile, ma giocando una gara a testa alta. Nel primo set manca quel pizzico di concentrazione che fa si che i santanellesi siano vulnerabili in difesa, con un muro che risulta non in buone condizioni, e sono sopraffatti. Invece nel successivo si rimettono bene in corsa, assestandosi ben sul parquet, ricevendo bene in difesa e rispondendo con un muro ben chiuso quando si doveva e con schiacciate che vanno a segno. C’è un testa a testa che si risolve ai vantaggi. Nel terzo parziale i santanellesi resistono fino ad un certo punto, poi qualche letale sbavatura non li fa tenere il passo dei locali che vincono. Locali che sembrano sperdersi già da quando inizia la quarta frazione, con la testa sembrano non essere sul parquet, favorendo cosi la squadra biancoblù che non fatica molto ad intascare i suoi punti. Il momento di appannamento cimitilese è passato e nel set conclusivo si ci risveglia, la gara è punto a punto e la si risolve con una buona palla a favore degli azzurri.

Quinto set che va a favore delle gimelline che in casa rotano bene il Rota Volley 2001 che cede le armi dopo una gara giocata a viso aperto.

La partita è da subito combattuta e le ragazze ospiti non rinunciano alla sfida scendendo in campo con un piglio diverso rispetto alle precedenti trasferte, ma le costiere non si fanno sorprendere e rintuzzano bene e si aggiudicano il primo set per 25-23. La Rota reagisce e non molla, la squadra di mister Nica tiene bene, ma nel finale qualche ricezione errata e qualche incomprensione danno il via libera alle sanseverinesi che vincono il secondo set 22-25. Nel successivo le costiere esistono fino ad un certo punto, errano qualche ricezione in difesa e poi non sono efficaci sotto rete avendo anche qualche non buona alzata, e danno ancora via libera al Rota Volley. Che invece non esiste nel quarto parziale facendo giocare a proprio piacimento, o quasi, le santagatesi che non devono sudare nulla per aggiudicarselo. Sudata che invece avviene nel tie break ma con una buona concentrazione la partita è alla fine nelle loro mani.

 

PALLAVOLO – SERIE C/MASCHILE – GIRONE B – 9^ GIORNATA

ISCHIA PALLAVOLO – FOLGORE MASSA  3-2

 (17–25; 26-24; 24-26; 25-23; 10-15)

POLISPORTIVA CIMITILE – CAROTENUTO S. AGNELLO  3-2

(25-16; 24-26; 25-22; 14-25;16-14)

 

PALLAVOLO – SERIE C/FEMMINILE – GIRONE A – 9^ GIORNATA

GIMEL SANT’AGATA – ROTA VOLLY 2001  3-2

(25-23; 22-25; 17-25, 25-12; 15-11)

 

GIUSEPPE SPASIANO

Costiera sorrentina – Le tre squadre della penisola hanno lo stesso esito finale ma per i massesi e le santagatesi è positivo, mentre per i santanellesi è negativo, ma conquistano sempre un buon punto.

La Folgore è corsara in terra ischitana contro un Ischia Volley che le da filo da torcere fino all’ultimo istante, ma deve cedere il passo ai biancoverdi che nel quinto set hanno quel guizzo che li mantiene sempre in vantaggio e li fa chiudere una gara alquanto combattuta.

L’equilibrio regna nei primi due set, ma il primo lo è fino ad un certo punto, perché dopo il dieci pari i costieri hanno una marcia in più che mette al sicuro il set. Nel secondo la Folgore ha un buon andazzo, ma proprio quando potrebbe chiudere si fa ipnotizzare dai locali che trovano i varchi giusti delle loro schiacciate e passano in vantaggio di un punto (23-22) e poi chiudono ai vantaggi. Che nel terzo parziale sono a favore di Ruggiero e company, dopo che mister Esposito apporta degli accorgimenti. I capovolgimenti sono sempre in agguato e dal 20-18 si va al 21-23 e si finisce ai vantaggi con una bella palla forte di Ciampa.

Il parziale successivo potrebbe essere quello buono per i costieri ma non lo mettono i cassaforte, c’è lo mettono gli ischitani che dopo una bel testa a testa vincono per 25-23. Il tie break viene deciso senza quasi affanni dai massesi anche grazie ad un buon costante vantaggio.

Il tie break invece è fatale per il Carotenuto che in terra nolana deve cedere l’onore delle armi alla Polsportiva Cimitile, ma giocando una gara a testa alta. Nel primo set manca quel pizzico di concentrazione che fa si che i santanellesi siano vulnerabili in difesa, con un muro che risulta non in buone condizioni, e sono sopraffatti. Invece nel successivo si rimettono bene in corsa, assestandosi ben sul parquet, ricevendo bene in difesa e rispondendo con un muro ben chiuso quando si doveva e con schiacciate che vanno a segno. C’è un testa a testa che si risolve ai vantaggi. Nel terzo parziale i santanellesi resistono fino ad un certo punto, poi qualche letale sbavatura non li fa tenere il passo dei locali che vincono. Locali che sembrano sperdersi già da quando inizia la quarta frazione, con la testa sembrano non essere sul parquet, favorendo cosi la squadra biancoblù che non fatica molto ad intascare i suoi punti. Il momento di appannamento cimitilese è passato e nel set conclusivo si ci risveglia, la gara è punto a punto e la si risolve con una buona palla a favore degli azzurri.

Quinto set che va a favore delle gimelline che in casa rotano bene il Rota Volley 2001 che cede le armi dopo una gara giocata a viso aperto.

La partita è da subito combattuta e le ragazze ospiti non rinunciano alla sfida scendendo in campo con un piglio diverso rispetto alle precedenti trasferte, ma le costiere non si fanno sorprendere e rintuzzano bene e si aggiudicano il primo set per 25-23. La Rota reagisce e non molla, la squadra di mister Nica tiene bene, ma nel finale qualche ricezione errata e qualche incomprensione danno il via libera alle sanseverinesi che vincono il secondo set 22-25. Nel successivo le costiere esistono fino ad un certo punto, errano qualche ricezione in difesa e poi non sono efficaci sotto rete avendo anche qualche non buona alzata, e danno ancora via libera al Rota Volley. Che invece non esiste nel quarto parziale facendo giocare a proprio piacimento, o quasi, le santagatesi che non devono sudare nulla per aggiudicarselo. Sudata che invece avviene nel tie break ma con una buona concentrazione la partita è alla fine nelle loro mani.

 

PALLAVOLO – SERIE C/MASCHILE – GIRONE B – 9^ GIORNATA

ISCHIA PALLAVOLO – FOLGORE MASSA  3-2

 (17–25; 26-24; 24-26; 25-23; 10-15)

POLISPORTIVA CIMITILE – CAROTENUTO S. AGNELLO  3-2

(25-16; 24-26; 25-22; 14-25;16-14)

 

PALLAVOLO – SERIE C/FEMMINILE – GIRONE A – 9^ GIORNATA

GIMEL SANT’AGATA – ROTA VOLLY 2001  3-2

(25-23; 22-25; 17-25, 25-12; 15-11)

 

GIUSEPPE SPASIANO