Minori. Fulvio Mormile e Giovanni Proto rispondono ad Apicella e Reale

0

Minori, Costiera amalfitana. Una nuova nota firmata da Fulvio Mormile e Giovanni Proto risponde al sindaco Reale e al consigliere comunale Antonio Apicella. Firmato con ironia

                                             «L’ispettore Equitalia Mormile ed il suo collega dell’Agenzia Entrate Proto»

«Caro Antonio, crediamo davvero sia stata molto infelice la tua reazione fermo restando la stima che a livello umano continuiamo ad avere nei tuoi confronti considerandoti sempre un nostro amico, ed è proprio a coloro che riteniamo tali che dobbiamo dire tutta la verità senza alcuna paura di essere fraintesi. Sai, la tua decisione di attaccarci e coinvolgere nell’argomento i tuoi cari non ti fa onore. Ti rammentiamo che sei amministratore della società Tony’s di Apicella Antonio S.a.s. dal 5-12-1997, date in cui nessun debito aveva la tua attività nei confronti dell’ente e, cosa ancora più importante, sei un amministratore pubblico dal 2009 (data dalla quale la tua società non paga i tributi, per i quali decine di raccomandate sono risultate evase dal comune). Nessun odio – continua la nota di Mormile e Proto – alimenta noi del gruppo Progetto per Minori: né politico , né tanto meno umano. Sembra davvero il caso del Ministro che si trova proprietario di un appartamento a sua insaputa (Claudio Scajola, ndr): in salsa locale. Avere l’onore ed anche l’onere di rappresentare la collettività è una cosa seria: come noi cittadini possiamo fidarci di amministratori che non danno il buon esempio? La tua reazione umana va bene, e ne siamo rammaricati. Ma chiederci di tacere su un reato simile vuol dire renderci complici di un sistema che noi per primo rifugiamo e combattiamo, ma ti ribadiamo solo a livello politico. Continuare a perseguire l’arma di farci passare come i pazzi che per rancori personali fanno tutto questo è piuttosto puerile».

Minori, Costiera amalfitana. Una nuova nota firmata da Fulvio Mormile e Giovanni Proto risponde al sindaco Reale e al consigliere comunale Antonio Apicella. Firmato con ironia

                                             «L'ispettore Equitalia Mormile ed il suo collega dell'Agenzia Entrate Proto»

«Caro Antonio, crediamo davvero sia stata molto infelice la tua reazione fermo restando la stima che a livello umano continuiamo ad avere nei tuoi confronti considerandoti sempre un nostro amico, ed è proprio a coloro che riteniamo tali che dobbiamo dire tutta la verità senza alcuna paura di essere fraintesi. Sai, la tua decisione di attaccarci e coinvolgere nell'argomento i tuoi cari non ti fa onore. Ti rammentiamo che sei amministratore della società Tony's di Apicella Antonio S.a.s. dal 5-12-1997, date in cui nessun debito aveva la tua attività nei confronti dell'ente e, cosa ancora più importante, sei un amministratore pubblico dal 2009 (data dalla quale la tua società non paga i tributi, per i quali decine di raccomandate sono risultate evase dal comune). Nessun odio – continua la nota di Mormile e Proto – alimenta noi del gruppo Progetto per Minori: né politico , né tanto meno umano. Sembra davvero il caso del Ministro che si trova proprietario di un appartamento a sua insaputa (Claudio Scajola, ndr): in salsa locale. Avere l'onore ed anche l'onere di rappresentare la collettività è una cosa seria: come noi cittadini possiamo fidarci di amministratori che non danno il buon esempio? La tua reazione umana va bene, e ne siamo rammaricati. Ma chiederci di tacere su un reato simile vuol dire renderci complici di un sistema che noi per primo rifugiamo e combattiamo, ma ti ribadiamo solo a livello politico. Continuare a perseguire l'arma di farci passare come i pazzi che per rancori personali fanno tutto questo è piuttosto puerile».