Vico Equense. Per Natale contributi economici alle famiglie in difficoltà, stanziati 25 mila euro

0

Marinella Cioffi, Assessore alle politiche sociali, ha sollecitato l’Ufficio a predisporre gli atti per l’erogazione dei contributi natalizi.

Non solo luminarie ed eventi nel cartellone d’iniziative natalizie dell’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Gennaro Cinque, ma anche contributi economici alle famiglie in difficoltà. L’amministrazione comunale, infatti, ha fornito indirizzi al responsabile del servizio politiche sociali sui parametri, criteri e limite di spesa entro il quale erogare i contributi economici. La cifra stanziata è di 25 mila euro. All’ufficio politiche sociali, sono giunte 175 domande di nuclei familiari che hanno richiesto un contributo per affrontare spese minime vitali. “Di fronte – spiegano alle politiche sociali – ai casi rappresentati dai cittadini, i quali realmente versano in una molteplicità e diversità di condizioni che determinano un estremo stato di bisogno, si è tenuti, nel rispetto delle norme in materia, ma sollecitati dagli aspetti umanitari, a dare un minimo di riscontro compatibilmente con le risorse economiche disponibili.” Contributi che magari serviranno per fare fronte a bollette o altre spese ineludibili durante le festività natalizie. Insomma non si è pensato solo alle feste. Il contributo sarà di 250 euro per i nuclei familiari composti di un minimo di 4 persone, 200 euro per quelli di 3 persone, 150 euro per quelli di 2 persone e 100 euro per quelli composti di una sola persona. Possono accedere al contributo chi ha un reddito ISEE inferiore a 6.440,59 euro e senza abitazione principale di proprietà o patrimonio mobiliare.

Marinella Cioffi, Assessore alle politiche sociali, ha sollecitato l’Ufficio a predisporre gli atti per l’erogazione dei contributi natalizi.

Non solo luminarie ed eventi nel cartellone d’iniziative natalizie dell’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Gennaro Cinque, ma anche contributi economici alle famiglie in difficoltà. L'amministrazione comunale, infatti, ha fornito indirizzi al responsabile del servizio politiche sociali sui parametri, criteri e limite di spesa entro il quale erogare i contributi economici. La cifra stanziata è di 25 mila euro. All’ufficio politiche sociali, sono giunte 175 domande di nuclei familiari che hanno richiesto un contributo per affrontare spese minime vitali. “Di fronte – spiegano alle politiche sociali – ai casi rappresentati dai cittadini, i quali realmente versano in una molteplicità e diversità di condizioni che determinano un estremo stato di bisogno, si è tenuti, nel rispetto delle norme in materia, ma sollecitati dagli aspetti umanitari, a dare un minimo di riscontro compatibilmente con le risorse economiche disponibili.” Contributi che magari serviranno per fare fronte a bollette o altre spese ineludibili durante le festività natalizie. Insomma non si è pensato solo alle feste. Il contributo sarà di 250 euro per i nuclei familiari composti di un minimo di 4 persone, 200 euro per quelli di 3 persone, 150 euro per quelli di 2 persone e 100 euro per quelli composti di una sola persona. Possono accedere al contributo chi ha un reddito ISEE inferiore a 6.440,59 euro e senza abitazione principale di proprietà o patrimonio mobiliare.