Ricco di nuove iniziative il Consiglio Direttivo dell’Associazione Antonino Caponnetto

0

inserito da Salvatore Caccaviello

Formia – Si è riunito oggi,13 dicembre 2014 il Consiglio direttivo dell’Associazione Antimafia Antonino Caponnetto.
La riunione è stata preceduta, alle ore 8.00, dall’incontro fra i componenti del Gruppo “ Studi e Ricerche”, che hanno concordato le linee d’azione per le prossime attività. In particolare sono state individuate due aree di massima attenzione nel basso Lazio e nella Campania, su cui accendere i riflettori per trasmettere eventuali rilevanze all’Autorità Giudiziaria. Si è parlato inoltre delle possibilità aperte dalla nuova legge anticorruzione, che consentirà di accedere alle informazioni sulle ditte titolari di appalti pubblici, anche al fine di realizzare apposite banche dati. Ai lavori del Consiglio Direttivo, iniziato regolarmente alle ore 9.00, hanno preso parte Elvio Di Cesare, Benito Di Fazio, Andrea Cinquegrani, Bruno Fiore, Salvatore Carli, Andrea Cannavale, Paolo Costa, Salvatore Caccaviello (rappresentante del territorio sorrentino), Fioravante Somma. Assenti giustificati sono stati Arturo Gnesi e Maurizio Carocci.
Come primo punto all’ordine del giorno è stato approvato il Codice Etico dell’Associazione, di cui si era ampiamente discusso nel precedente direttivo. Il Codice è stato rinnovato ed integrato grazie alle osservazioni dei soci elaborate negli ultimi mesi e trasmesse a Bruno Fiore.
Di particolare rilievo la questione degli Osservatori sulla legalità, che l’Associazione sta cercando di fare istituire in alcuni Comuni dove la penetrazione della criminalità risulta particolarmente sensibile. Dopo la positiva esperienza del Comune di Formia, dove l’Osservatorio è stato recentemente istituito, analoga richiesta è stata avanzata al Comune di Napoli, mentre si è deciso di approfondire meglio la proposta da presentare al Comune di Roma. – Altro punto all’ordine del giorno è stato quello dei convegni da programmare per l’anno 2015. Si è discusso dell’appuntamento già fissato a Napoli per il prossimo 30 gennaio, decidendo quindi di organizzare un secondo convegno a Terracina, prima della chiusura delle scuole, ed il terzo in autunno a Sorrento.
Il Consiglio Direttivo ha inoltre affrontato l’argomento relativo alle emergenze criminalità nel Lazio e in Campania, stabilendo, dopo ampia discussione, di inviare formale richiesta ai prefetti delle due regioni, più a quelli del Molise, di istituire nuovi protocolli di legalità con i Comuni, chiedendo inoltre che tali Amministrazioni rendano disponibili per le Prefetture di competenza ,per un’approfondita verifica antimafia ,gli elenchi di tutti i fornitori di beni e servizi superiori ad una somma di 10.000 euro.
Si è passati infine ad esaminare alcune richieste di iscrizione pervenute alla segreteria da parte di persone che risiedono nelle regioni Puglia,Liguria ed Emilia Romagna. Richieste che sono state illustrate dal segretario ed approvate.
E’ stato anche dato mandato alla Segreteria di rilasciare delega per la costituzione di Parte Civile ,in tutti i processi riferibili alla maxi inchiesta Mafia Capitale ,all’Avv.Prof.Alfredo Galasso.
Associazione Antimafia Antonino Caponnetto
 

 

inserito da Salvatore Caccaviello

Formia – Si è riunito oggi,13 dicembre 2014 il Consiglio direttivo dell’Associazione Antimafia Antonino Caponnetto.
La riunione è stata preceduta, alle ore 8.00, dall’incontro fra i componenti del Gruppo “ Studi e Ricerche”, che hanno concordato le linee d’azione per le prossime attività. In particolare sono state individuate due aree di massima attenzione nel basso Lazio e nella Campania, su cui accendere i riflettori per trasmettere eventuali rilevanze all'Autorità Giudiziaria. Si è parlato inoltre delle possibilità aperte dalla nuova legge anticorruzione, che consentirà di accedere alle informazioni sulle ditte titolari di appalti pubblici, anche al fine di realizzare apposite banche dati. Ai lavori del Consiglio Direttivo, iniziato regolarmente alle ore 9.00, hanno preso parte Elvio Di Cesare, Benito Di Fazio, Andrea Cinquegrani, Bruno Fiore, Salvatore Carli, Andrea Cannavale, Paolo Costa, Salvatore Caccaviello (rappresentante del territorio sorrentino), Fioravante Somma. Assenti giustificati sono stati Arturo Gnesi e Maurizio Carocci.
Come primo punto all’ordine del giorno è stato approvato il Codice Etico dell’Associazione, di cui si era ampiamente discusso nel precedente direttivo. Il Codice è stato rinnovato ed integrato grazie alle osservazioni dei soci elaborate negli ultimi mesi e trasmesse a Bruno Fiore.
Di particolare rilievo la questione degli Osservatori sulla legalità, che l’Associazione sta cercando di fare istituire in alcuni Comuni dove la penetrazione della criminalità risulta particolarmente sensibile. Dopo la positiva esperienza del Comune di Formia, dove l’Osservatorio è stato recentemente istituito, analoga richiesta è stata avanzata al Comune di Napoli, mentre si è deciso di approfondire meglio la proposta da presentare al Comune di Roma. – Altro punto all’ordine del giorno è stato quello dei convegni da programmare per l’anno 2015. Si è discusso dell’appuntamento già fissato a Napoli per il prossimo 30 gennaio, decidendo quindi di organizzare un secondo convegno a Terracina, prima della chiusura delle scuole, ed il terzo in autunno a Sorrento.
Il Consiglio Direttivo ha inoltre affrontato l’argomento relativo alle emergenze criminalità nel Lazio e in Campania, stabilendo, dopo ampia discussione, di inviare formale richiesta ai prefetti delle due regioni, più a quelli del Molise, di istituire nuovi protocolli di legalità con i Comuni, chiedendo inoltre che tali Amministrazioni rendano disponibili per le Prefetture di competenza ,per un’approfondita verifica antimafia ,gli elenchi di tutti i fornitori di beni e servizi superiori ad una somma di 10.000 euro.
Si è passati infine ad esaminare alcune richieste di iscrizione pervenute alla segreteria da parte di persone che risiedono nelle regioni Puglia,Liguria ed Emilia Romagna. Richieste che sono state illustrate dal segretario ed approvate.
E' stato anche dato mandato alla Segreteria di rilasciare delega per la costituzione di Parte Civile ,in tutti i processi riferibili alla maxi inchiesta Mafia Capitale ,all’Avv.Prof.Alfredo Galasso.
Associazione Antimafia Antonino Caponnetto