Pellare, quel calendario non tanto calendario sperando che nel 2015

0

Sta per finire l’anno, ma ancora la notizia circola. Fa sorridere. Incavolare. Un calendario (fatto alla buona) senza la Pasqua. Un’associazione, pare di area cattolica, ha fatto un errore madornale. Pellare, nell’alto Cilento, dopo Vallo, hanno stampato, mesi or sono, un calendario.
Distribuito in centinaia di copie, bella iniziativa, solo che non c’era nel calendario di questa associazione, il giorno della Pasqua, dimenticato, errore tipografico?
 Forse, certo he le persone che lo hanno ricevuto, sono rimasti con il più classico palmo di naso.
Il commento più  buono, al peggio non c’è mai fine. Come si può fare un calendario e dimenticare di metterci la Pasqua? Ma non c’è solo questo errore, ce ne sono anche altri, grossi come una casa, come un palazzo a tre piani.
Sempre la solita solfa, perché quando si fanno le cose non si riflette?
 Un poeta scrittore di Pellare, Mazzola, così chiamato in paese, perchè da bambino viaggiava sempre con un pallone sotto il braccio; il signor Mazzola, lo ha fatto notare in un convegno culturale, lo svarione di questa associazione la gente, meravigliata, si è chiesta come mai. Giovanni Farzati

Sta per finire l'anno, ma ancora la notizia circola. Fa sorridere. Incavolare. Un calendario (fatto alla buona) senza la Pasqua. Un'associazione, pare di area cattolica, ha fatto un errore madornale. Pellare, nell'alto Cilento, dopo Vallo, hanno stampato, mesi or sono, un calendario.
Distribuito in centinaia di copie, bella iniziativa, solo che non c'era nel calendario di questa associazione, il giorno della Pasqua, dimenticato, errore tipografico?
 Forse, certo he le persone che lo hanno ricevuto, sono rimasti con il più classico palmo di naso.
Il commento più  buono, al peggio non c'è mai fine. Come si può fare un calendario e dimenticare di metterci la Pasqua? Ma non c'è solo questo errore, ce ne sono anche altri, grossi come una casa, come un palazzo a tre piani.
Sempre la solita solfa, perché quando si fanno le cose non si riflette?
 Un poeta scrittore di Pellare, Mazzola, così chiamato in paese, perchè da bambino viaggiava sempre con un pallone sotto il braccio; il signor Mazzola, lo ha fatto notare in un convegno culturale, lo svarione di questa associazione la gente, meravigliata, si è chiesta come mai. Giovanni Farzati