Ogliastro Cilento. Arrivano gli immigrati, via libera dal consiglio comunale

0

Ogliastro Cilento accoglierà 10 immigrati, chiarito l’equivoco tra cittadini e amministrazione comunale. Nel consiglio comunale di domenica 7 dicembre ad Ogliastro Cilento, il sindaco Michele Apolito insieme agli amministratori e alla dottoressa Elena Silvestri presidente del consorzio La Rada, hanno esposto ai cittadini la nuova proposta della prefettura in merito all’ospitalità di una decina di migranti tra donne e bambini in una struttura privata sita ad Ogliastro Cilento. La struttura composta da 6 appartamenti è in fitto al consorzio La Rada, preposto alla gestione dei migranti. Dopo aver ascoltato il parere di alcuni cittadini che sono intervenuti al dibattito pubblico, il consiglio comunale ha deliberato l’assenso al consorzio La Rada per un periodo di un anno all’accoglienza di 10 migranti tra donne e bambini e la possibilità di utilizzazione della struttura stessa per servizi sociali legati al Piano di Zona Sa/8, al quale il comune di Ogliastro fa parte. Dopo un anno sarà riconvocato il consiglio comunale per appurare lo stato dei fatti e si voterà di nuovo per concedere o meno una nuova autorizzazione. (Agropoli news)

Ogliastro Cilento accoglierà 10 immigrati, chiarito l’equivoco tra cittadini e amministrazione comunale. Nel consiglio comunale di domenica 7 dicembre ad Ogliastro Cilento, il sindaco Michele Apolito insieme agli amministratori e alla dottoressa Elena Silvestri presidente del consorzio La Rada, hanno esposto ai cittadini la nuova proposta della prefettura in merito all’ospitalità di una decina di migranti tra donne e bambini in una struttura privata sita ad Ogliastro Cilento. La struttura composta da 6 appartamenti è in fitto al consorzio La Rada, preposto alla gestione dei migranti. Dopo aver ascoltato il parere di alcuni cittadini che sono intervenuti al dibattito pubblico, il consiglio comunale ha deliberato l’assenso al consorzio La Rada per un periodo di un anno all’accoglienza di 10 migranti tra donne e bambini e la possibilità di utilizzazione della struttura stessa per servizi sociali legati al Piano di Zona Sa/8, al quale il comune di Ogliastro fa parte. Dopo un anno sarà riconvocato il consiglio comunale per appurare lo stato dei fatti e si voterà di nuovo per concedere o meno una nuova autorizzazione. (Agropoli news)