Quaterna Sant’Agnello, tenace Real Vico e Massa dal dischetto

0

Sanatanellesi irrefrenabili, vicani fermano la capolista e pari massese nel finale

 

Costiera sorrentina – Una buona domenica nel complesso per le tre squadre della costiera sorrentina: una  che si sfrena mentre l’altra ferma l’avanzata del Gragnano e l’ultima si mette in riga dagli undici metri.

Il Sant’Agnello canta sotto la pioggia con una bella quaterna che annichilisce il Faiano in una partita senza veli e si riporta momentaneamente al secondo posto affiancando la Pro Scafatese che deve recuperare la gara con il Sant’Antonio Abate.

I costieri partono decisi per mettere nel cesto i tre punti e dopo qualche assaggio già al 7’ gustano la prima rete dopo che i faianesi avevano colto un palo con Anastasio, la sfera è subitaneamente preda di Perinelli che mette in moto Pignalosa. Da questi parte l’assist per Russo che accentrandosi lascia partire una palla che non da scampo a Senatore. Gli ospiti accusano il colpo ma reagiscono al 10’ con Santucci che parte sul filo del fuorigioco ma davanti a Napolitano conclude fuori di un soffio. Il Sant’Agnello che è ben messo in campo, nonostante le assenze per squalifica dei ‘senatori’ Sasà Sibilli e D’Agostino, preme sull’acceleratore ed al 17’ raddoppia. Il centrocampista De Rosa, che ha fatto un buon esordio, crossa al centro per Inserra che anticipando l’avversario prima colpisce il palo e poi sulla ribattuta ribadisce in rete. Gli ospiti hanno una timida risposta quando al 21’ con Grieco cercano di mettere  in apprensione Napolitano ma sfera va sull’esterno della rete. La squadra di mister Turi non si ferma ed al 32’ sfiora il terno con una palla diagonale che va larga di poco ad opera di Manco. Terno che è servito prima dell’intervallo, al 39’, con la firma di Pignalosa, bravissimo ad anticipare l’uscita del portiere con un preciso diagonale in scivolata, dopo che la spizzata di Russo aveva servito De Rosa che aveva messo in moto l’attaccante. Ormai con il risultato in tasca, il secondo tempo ha dei ritmi blandi, ma senza disdegnare qualche buona azione nonostante che entrambe le squadre preferiscono riservare le energie per il turno infrasettimanale in programma mercoledì. I cambi sono all’ordine del giorno, e fa il suo esordio nei costieri l’attaccante argentino Musso, che al 24’ si procura un rigore perché è travolto dall’estremo faianese, dal dischetto trasforma con freddezza e precisione Manco. Qualche botto lo spara anche il Faiano sia al 30’ con il missile di Cibelli che è messo in corner dall’estremo costiero e sia al 32’ quando Mazzotta solo in area, all’altezza del dischetto, manda la sfera fuori. I biancazzurri però non sembrano sonnacchiosi e vanno vicino alla quinta segnatura in un minuto, 34’ e 35’, con una botta di Serrapica ma Senatore si oppone con i pugni e poi con una palla diagonale di De Rosa che fa la barba al palo.

Non può non essere soddisfatto il tecnico Mario Turi che a fine partita ribadisce che si è stati bravi a sbloccare subito il risultato ed a chiudere la partita già nel primo tempo.

Partita emozionate che non si è sbloccata nel big match della giornata che vedeva di fronte il Gragnano con un tenace Real Vico Equense che pur soffrendo non  ha mai abbassato la guardia.

Primi minuti equilibrati con una conclusione per parte ma a l 9’ c’è la prima vera occasione con Martone che salta due avversari sulla trequarti e da venticinque metri circa lascia partire un bolide che con Pastena battuto cozza  sulla traversa e termina fuori. I locali non si fermano ed al 21’ Vincenzo Di Ruocco serve Baleotto che  crossa per Mazzeo che di sinistro impegna Pastena in corner. Tre minuti dopo ecco il Real Vico che agisce sulla trequarti con Esposito ma Gargiulo interviene sventando la minaccia con Balzano nei paragi. I gialloblu vanno in rete su una punizione di Di Ruocco ma Mazzeo era in fuorigioco. Prima della fine del tempo ci prova Martone che colpisce di testa, la parabolica sfera sfiora l’incrocio e finisce sul fondo. Nella ripresa ancora i locali subito si fanno vivi la 5’ con Di Ruocco che si accentra ma la palla è di poco al lato. La squadra di mister Macera agisce di rimessa ed in dieci primi (11’ e 21’) si fa vedere dalle parti di Amodio, prima con una palla fuori di Labriola da buona posizione e poi con una conclusione di Guidelli bloccata. I pastai si rimettono in moto ed in un minuto (22’ e 23’) sfiorano il vantaggio, dapprima con Vitiello direttamente su corner e poi con Lupacchio che di testa indirizza bene ma un ottimo Pastena mette la museruola al pallone. Poi al 25’ vengono espulsi per reciproche scorrettezze sia Vitiello che Carfora e l’ultimo sussulto c’è al 35’ con  Mazzeo che interviene su un cross di Baleotto senza riuscire a sorprendere Pastena. 

Chi invece riesce a sorprendere è il Massa che pareggia al 40’st quando il neo arrivato Montaperto si procura un rigore perché viene a contatto con Trosi e cade a terra, per l’arbitro è calcio di rigore che viene trasformato da Aiello che spiazza Gallone.

Un incontro che era molto importante per i nerazzurri che devono risalire in fretta la china ed uscire dalle sabbie mobili. Ma in avvio sono i picentini che hanno una buona palla al 5’ con Merola M che viene anticipato da Stinga in uscita, il quale poi deve vedere la sfera colpire la traversa al 18’ da parte di Volzone  dopo una punizione di Carbonaro. Passata la paura i massesi si fanno vedere con Vinaccia che costringe all’intervento l’estremo picentino al 22’. La gara fino all’intervallo pecca di emozioni a causa della paura che è preda delle due compagini. Al ritorno in campo però la paura non c’è più tra le fila dei realisti che al 3’ si portano in vantaggio con Carbonaro che dai venticinque metri circa, dopo una bella galoppata, lascia partire un euro tiro che si insacca alle spalle di Stinga. I locali sfiorano il raddoppio al 15’ con una punizione di De Falco che termina di poco larga vicino all’incrocio. I nerazzurri però non sono da meno con Breglia che impegna Gallone e poi il giocatore massese viene espulso per doppia ammonizione. L’uomo in meno non viene sfruttato dai locali per chiudere la partita con Carbonaro che ci prova con un calcio piazzato che è sventato in angolo dall’estremo costiero. Così al 40’ arriva il pari del Massa propiziato da Montaperto e realizzato su rigore da Aiello.

 

CAMPIONATO ECCELLENZA – GIRONE B – 15^ GIORNATA

 

SANT’AGNELLO – FAIANO 4-0

Goals: pt-6’ Russo, 17’ Inserra, 39’ Pignalosa; 24’st Manco.

SANT’AGNELLO: Napolitano; Schiavone, Micallo, Di Donna, Perinelli; De Rosa, Serrapica, Inserra; Manco (31’st Di Leva), Russo (21’st De Stefano), Pignalosa (15’st Musso).

A disp: Uliano, De Maio, Vanacore, Iennaco.    Allen: Turi.

FAIANO: Senatore; Ruggiero, Calabrese, Ietto, Pisapia; Di Vece (6’st Tolino), Anastasio (1’st Tedesco), Grieco (36’st Alfano); Mazzotta; Cibele, Santucci.

A disp.: Ginolfi, Bellini, Salzano, Orilia.   Allen:Turco.

Arbitro: Orazio Crescenzi di Napoli.

Assistenti: Giuseppe Palomba e Gennaro Magliacane di Torre del Greco.

Ammoniti: Anastasio (F), Micallo (S), Tolino (F), Napolitano (S), Pisapia (F)

 

GRAGNANO – REAL VICO EQUENSE   0-0

GRAGNANO: Amodio, Guarracino, Baleotto, Vitiello, Loreto, Gargiulo, Di Ruocco F(34’st. Chierchia), Martone, Mazzeo, Di Ruocco V(20’st. Lupacchio), Somma V.  

A disp. Esposito G, Scala, Angelino, Lettieri, Gallifuoco.    Allen: Maurizio Coppola.

REAL VICO EQUENSE: Pastena, Savarese, Albanese, Altieri, Arpino, Criscuolo, Carfora, Esposito L, Balzano ( 29’st Guadagnuolo), Guidelli (44’st Gozzo), Labriola (29’st Banco).

A disp: Longobardi, Carminetti, De Falco, Somma.   Allen: Giovanni Macera.

Arbitro: Domenico Varacalli di Locri.

Assistenti: Ernesto Napoli e Stefano Camillo di Salerno.

Espulsi: al 25′ st Vitiello (G) e Carfora (RVE)per reciproche scorrettezze.

Ammoniti: Martone e Loreto (G), Arpino ed Esposito Luca (RVE).

Spettatori: circa 1000

 

REAL PONTECAGNANO – MASSA LUBRENSE   1-1

Goals: st-3’ Carbonaro (RP), 40’Aiello (rig, M)

REAL PONTECAGNANO: Gallone, Merola L, Magazzeno, Picarone (11’st Cuozzo), Torisi, Buonocore (44’st Russo), Carbonaro, De Falco, Zottoli (32’st Tuveri), Volzone.  Allen: Villeco.

MASSA LUBRENSE: Stinga, Apreda, Castellano A, Amita, Breglia, Ferra, Castellano R, Vinaccia, Montaperto, Schettino (14’st Mugolieri), Aiello (41’st Cuomo).   Allen: Gargiulo

Arbitro: Epifanio Nunziata di Torre Annunziata.

Assistenti: antonio Mariniello e Marco Baldissara di Ercolano.

Note: espulsi per doppia ammonizione al 20’pt Breglia (ML) ed al 47’st Magazzeno (RP); ammoniti – Carbonaro e Trosi (RP); Apreda, Castellano A e Ferrara (ML).

 

 GIUSEPPE SPASIANO

 

 

Sanatanellesi irrefrenabili, vicani fermano la capolista e pari massese nel finale

 

Costiera sorrentina – Una buona domenica nel complesso per le tre squadre della costiera sorrentina: una  che si sfrena mentre l’altra ferma l’avanzata del Gragnano e l’ultima si mette in riga dagli undici metri.

Il Sant’Agnello canta sotto la pioggia con una bella quaterna che annichilisce il Faiano in una partita senza veli e si riporta momentaneamente al secondo posto affiancando la Pro Scafatese che deve recuperare la gara con il Sant’Antonio Abate.

I costieri partono decisi per mettere nel cesto i tre punti e dopo qualche assaggio già al 7’ gustano la prima rete dopo che i faianesi avevano colto un palo con Anastasio, la sfera è subitaneamente preda di Perinelli che mette in moto Pignalosa. Da questi parte l’assist per Russo che accentrandosi lascia partire una palla che non da scampo a Senatore. Gli ospiti accusano il colpo ma reagiscono al 10’ con Santucci che parte sul filo del fuorigioco ma davanti a Napolitano conclude fuori di un soffio. Il Sant’Agnello che è ben messo in campo, nonostante le assenze per squalifica dei ‘senatori’ Sasà Sibilli e D’Agostino, preme sull’acceleratore ed al 17’ raddoppia. Il centrocampista De Rosa, che ha fatto un buon esordio, crossa al centro per Inserra che anticipando l’avversario prima colpisce il palo e poi sulla ribattuta ribadisce in rete. Gli ospiti hanno una timida risposta quando al 21’ con Grieco cercano di mettere  in apprensione Napolitano ma sfera va sull’esterno della rete. La squadra di mister Turi non si ferma ed al 32’ sfiora il terno con una palla diagonale che va larga di poco ad opera di Manco. Terno che è servito prima dell’intervallo, al 39’, con la firma di Pignalosa, bravissimo ad anticipare l’uscita del portiere con un preciso diagonale in scivolata, dopo che la spizzata di Russo aveva servito De Rosa che aveva messo in moto l’attaccante. Ormai con il risultato in tasca, il secondo tempo ha dei ritmi blandi, ma senza disdegnare qualche buona azione nonostante che entrambe le squadre preferiscono riservare le energie per il turno infrasettimanale in programma mercoledì. I cambi sono all’ordine del giorno, e fa il suo esordio nei costieri l’attaccante argentino Musso, che al 24’ si procura un rigore perché è travolto dall’estremo faianese, dal dischetto trasforma con freddezza e precisione Manco. Qualche botto lo spara anche il Faiano sia al 30’ con il missile di Cibelli che è messo in corner dall’estremo costiero e sia al 32’ quando Mazzotta solo in area, all’altezza del dischetto, manda la sfera fuori. I biancazzurri però non sembrano sonnacchiosi e vanno vicino alla quinta segnatura in un minuto, 34’ e 35’, con una botta di Serrapica ma Senatore si oppone con i pugni e poi con una palla diagonale di De Rosa che fa la barba al palo.

Non può non essere soddisfatto il tecnico Mario Turi che a fine partita ribadisce che si è stati bravi a sbloccare subito il risultato ed a chiudere la partita già nel primo tempo.

Partita emozionate che non si è sbloccata nel big match della giornata che vedeva di fronte il Gragnano con un tenace Real Vico Equense che pur soffrendo non  ha mai abbassato la guardia.

Primi minuti equilibrati con una conclusione per parte ma a l 9’ c’è la prima vera occasione con Martone che salta due avversari sulla trequarti e da venticinque metri circa lascia partire un bolide che con Pastena battuto cozza  sulla traversa e termina fuori. I locali non si fermano ed al 21’ Vincenzo Di Ruocco serve Baleotto che  crossa per Mazzeo che di sinistro impegna Pastena in corner. Tre minuti dopo ecco il Real Vico che agisce sulla trequarti con Esposito ma Gargiulo interviene sventando la minaccia con Balzano nei paragi. I gialloblu vanno in rete su una punizione di Di Ruocco ma Mazzeo era in fuorigioco. Prima della fine del tempo ci prova Martone che colpisce di testa, la parabolica sfera sfiora l'incrocio e finisce sul fondo. Nella ripresa ancora i locali subito si fanno vivi la 5’ con Di Ruocco che si accentra ma la palla è di poco al lato. La squadra di mister Macera agisce di rimessa ed in dieci primi (11’ e 21’) si fa vedere dalle parti di Amodio, prima con una palla fuori di Labriola da buona posizione e poi con una conclusione di Guidelli bloccata. I pastai si rimettono in moto ed in un minuto (22’ e 23’) sfiorano il vantaggio, dapprima con Vitiello direttamente su corner e poi con Lupacchio che di testa indirizza bene ma un ottimo Pastena mette la museruola al pallone. Poi al 25’ vengono espulsi per reciproche scorrettezze sia Vitiello che Carfora e l’ultimo sussulto c’è al 35’ con  Mazzeo che interviene su un cross di Baleotto senza riuscire a sorprendere Pastena. 

Chi invece riesce a sorprendere è il Massa che pareggia al 40’st quando il neo arrivato Montaperto si procura un rigore perché viene a contatto con Trosi e cade a terra, per l’arbitro è calcio di rigore che viene trasformato da Aiello che spiazza Gallone.

Un incontro che era molto importante per i nerazzurri che devono risalire in fretta la china ed uscire dalle sabbie mobili. Ma in avvio sono i picentini che hanno una buona palla al 5’ con Merola M che viene anticipato da Stinga in uscita, il quale poi deve vedere la sfera colpire la traversa al 18’ da parte di Volzone  dopo una punizione di Carbonaro. Passata la paura i massesi si fanno vedere con Vinaccia che costringe all’intervento l’estremo picentino al 22’. La gara fino all’intervallo pecca di emozioni a causa della paura che è preda delle due compagini. Al ritorno in campo però la paura non c’è più tra le fila dei realisti che al 3’ si portano in vantaggio con Carbonaro che dai venticinque metri circa, dopo una bella galoppata, lascia partire un euro tiro che si insacca alle spalle di Stinga. I locali sfiorano il raddoppio al 15’ con una punizione di De Falco che termina di poco larga vicino all’incrocio. I nerazzurri però non sono da meno con Breglia che impegna Gallone e poi il giocatore massese viene espulso per doppia ammonizione. L’uomo in meno non viene sfruttato dai locali per chiudere la partita con Carbonaro che ci prova con un calcio piazzato che è sventato in angolo dall’estremo costiero. Così al 40’ arriva il pari del Massa propiziato da Montaperto e realizzato su rigore da Aiello.

 

CAMPIONATO ECCELLENZA – GIRONE B – 15^ GIORNATA

 

SANT’AGNELLO – FAIANO 4-0

Goals: pt-6’ Russo, 17’ Inserra, 39’ Pignalosa; 24’st Manco.

SANT’AGNELLO: Napolitano; Schiavone, Micallo, Di Donna, Perinelli; De Rosa, Serrapica, Inserra; Manco (31’st Di Leva), Russo (21’st De Stefano), Pignalosa (15’st Musso).

A disp: Uliano, De Maio, Vanacore, Iennaco.    Allen: Turi.

FAIANO: Senatore; Ruggiero, Calabrese, Ietto, Pisapia; Di Vece (6’st Tolino), Anastasio (1’st Tedesco), Grieco (36’st Alfano); Mazzotta; Cibele, Santucci.

A disp.: Ginolfi, Bellini, Salzano, Orilia.   Allen:Turco.

Arbitro: Orazio Crescenzi di Napoli.

Assistenti: Giuseppe Palomba e Gennaro Magliacane di Torre del Greco.

Ammoniti: Anastasio (F), Micallo (S), Tolino (F), Napolitano (S), Pisapia (F)

 

GRAGNANO – REAL VICO EQUENSE   0-0

GRAGNANO: Amodio, Guarracino, Baleotto, Vitiello, Loreto, Gargiulo, Di Ruocco F(34’st. Chierchia), Martone, Mazzeo, Di Ruocco V(20’st. Lupacchio), Somma V.  

A disp. Esposito G, Scala, Angelino, Lettieri, Gallifuoco.    Allen: Maurizio Coppola.

REAL VICO EQUENSE: Pastena, Savarese, Albanese, Altieri, Arpino, Criscuolo, Carfora, Esposito L, Balzano ( 29'st Guadagnuolo), Guidelli (44'st Gozzo), Labriola (29'st Banco).

A disp: Longobardi, Carminetti, De Falco, Somma.   Allen: Giovanni Macera.

Arbitro: Domenico Varacalli di Locri.

Assistenti: Ernesto Napoli e Stefano Camillo di Salerno.

Espulsi: al 25' st Vitiello (G) e Carfora (RVE)per reciproche scorrettezze.

Ammoniti: Martone e Loreto (G), Arpino ed Esposito Luca (RVE).

Spettatori: circa 1000

 

REAL PONTECAGNANO – MASSA LUBRENSE   1-1

Goals: st-3’ Carbonaro (RP), 40’Aiello (rig, M)

REAL PONTECAGNANO: Gallone, Merola L, Magazzeno, Picarone (11’st Cuozzo), Torisi, Buonocore (44’st Russo), Carbonaro, De Falco, Zottoli (32’st Tuveri), Volzone.  Allen: Villeco.

MASSA LUBRENSE: Stinga, Apreda, Castellano A, Amita, Breglia, Ferra, Castellano R, Vinaccia, Montaperto, Schettino (14’st Mugolieri), Aiello (41’st Cuomo).   Allen: Gargiulo

Arbitro: Epifanio Nunziata di Torre Annunziata.

Assistenti: antonio Mariniello e Marco Baldissara di Ercolano.

Note: espulsi per doppia ammonizione al 20’pt Breglia (ML) ed al 47’st Magazzeno (RP); ammoniti – Carbonaro e Trosi (RP); Apreda, Castellano A e Ferrara (ML).

 

 GIUSEPPE SPASIANO