Brindisi. Sulla Grande Guerra e gli Intellettuali.

0

Articolo di Maurizio Vitiello – Svoltosi, a Brindisi, con ampio consenso  il Convegno nazionale su letteratura, linguaggi e storia nella Grande Guerra con la proiezione, in anteprima, di un Video su gli Intellettuali tra interventismo e neutralismo e tra Europa e le  Europe con le Conclusioni di Pierfranco Bruni e l’Introduzione di Carmen De Stasio.

 

Pierfranco Bruni: “La letteratura, la lingua, i processi antropologici sono un attraversamento che hanno come punto di riferimento la storia.ò una storia che ha disegnato, nella Grande Guerra, Identità”.
 
“LE PAROLE NELLA GRANDE GUERRA”. Un convegno che ha suscitato un importante interesse e che ha posto al centro dell’attenzione il ruolo della cultura nella Grande Guerra.
Si è svolto a Brindisi ed è stato un evento nazionale patrocinato dall’Amministrazione Comunale di Brindisi e dal MiBACT, con l’adesione di: ADISCO – sezione di Brindisi, 50&Più – Brindisi, Innerwheel – Brindisi, Rotary Club – Brindisi.
È  stata una occasione per riflettere sui cento anni dal primo conflitto mondiale, con particolare attenzione alle “voci”.
Infatti, le relazioni hanno riguardato aspetti culturali, letterari e meramente sociali, che, in maniera particolarissima, hanno rappresentato una svolta dei tempi, delle consapevolezze e di confronto con la realtà.
Prestigiosi i relatori hanno coinvolto  il pubblico: Annarita Miglietta – Docente di Linguistica dell’Università del Salento, il poeta brindisino Franco Libardo ha tracciato ricordi della sua infanzia, nell’incontro con i reduci della Grande Guerra.
I lavori sono stati conclusa con l’ampia e articolata relazione di Pierfranco Bruni, Responsabile Etnie del MiBACT, che ha parlato proprio del ruolo degli intellettuali e la Grande Guerra proiettando, in anteprima nazionale, un Video realizzato da “mash up/remix” di Anna Montella  che ha suscitato uno straordinario successo ed è dedicato agli Intellettuali nella Grande Guerra.
Il Video è visibile su Youtube.
L’ Introduzione è stata curata da Carmen De Stasio – Presidente del Lions Club di Brindisi e ha presenziato Giovanni Ostuni – Governatore del Distretto 108 AB – Puglia.
Le conclusioni di Pierfranco Bruni hanno spaziato tra storia delle Europe e letteratura all’interno di un contesto che ha interessato tutto il Novecento dalla guerra in Pirenaica sino al secondo conflitto mondiale.

Maurizio Vitiello

 

Articolo di Maurizio Vitiello – Svoltosi, a Brindisi, con ampio consenso  il Convegno nazionale su letteratura, linguaggi e storia nella Grande Guerra con la proiezione, in anteprima, di un Video su gli Intellettuali tra interventismo e neutralismo e tra Europa e le  Europe con le Conclusioni di Pierfranco Bruni e l’Introduzione di Carmen De Stasio.

 

Pierfranco Bruni: “La letteratura, la lingua, i processi antropologici sono un attraversamento che hanno come punto di riferimento la storia.ò una storia che ha disegnato, nella Grande Guerra, Identità”.
 
“LE PAROLE NELLA GRANDE GUERRA”. Un convegno che ha suscitato un importante interesse e che ha posto al centro dell’attenzione il ruolo della cultura nella Grande Guerra.
Si è svolto a Brindisi ed è stato un evento nazionale patrocinato dall’Amministrazione Comunale di Brindisi e dal MiBACT, con l’adesione di: ADISCO – sezione di Brindisi, 50&Più – Brindisi, Innerwheel – Brindisi, Rotary Club – Brindisi.
È  stata una occasione per riflettere sui cento anni dal primo conflitto mondiale, con particolare attenzione alle “voci”.
Infatti, le relazioni hanno riguardato aspetti culturali, letterari e meramente sociali, che, in maniera particolarissima, hanno rappresentato una svolta dei tempi, delle consapevolezze e di confronto con la realtà.
Prestigiosi i relatori hanno coinvolto  il pubblico: Annarita Miglietta – Docente di Linguistica dell’Università del Salento, il poeta brindisino Franco Libardo ha tracciato ricordi della sua infanzia, nell’incontro con i reduci della Grande Guerra.
I lavori sono stati conclusa con l’ampia e articolata relazione di Pierfranco Bruni, Responsabile Etnie del MiBACT, che ha parlato proprio del ruolo degli intellettuali e la Grande Guerra proiettando, in anteprima nazionale, un Video realizzato da “mash up/remix” di Anna Montella  che ha suscitato uno straordinario successo ed è dedicato agli Intellettuali nella Grande Guerra.
Il Video è visibile su Youtube.
L’ Introduzione è stata curata da Carmen De Stasio – Presidente del Lions Club di Brindisi e ha presenziato Giovanni Ostuni – Governatore del Distretto 108 AB – Puglia.
Le conclusioni di Pierfranco Bruni hanno spaziato tra storia delle Europe e letteratura all’interno di un contesto che ha interessato tutto il Novecento dalla guerra in Pirenaica sino al secondo conflitto mondiale.

Maurizio Vitiello

 

Lascia una risposta