Napoli. Teatro San Carlo. Rotary Club Napoli Posillipo. “Fate presto: restituiamo il futuro ai ragazzi di Napoli.”

0

Segnalazione di Maurizio Vitiello – Riceviamo e, volentieri, pubblichiamo la nota “FATE PRESTO: RESTITUIAMO IL FUTURO AI RAGAZZI DI NAPOLI”, del Presidente del Rotary Club Napoli Posillipo, Prof. Pasquale Malva.

Teatro di SAN CARLO
Mercoledi 10 dicembre 2014, ore 18

Mercoledi 10 dicembre alle ore 18 nel Teatro di San Carlo, nell’ambito della Prova Generale dell’opera “Il Trovatore” che aprirà la stagione lirica 2014/2015, si presenta il progetto del Rotary Club Napoli Posillipo: “FATE PRESTO: RESTITUIAMO IL FUTURO AI RAGAZZI DI NAPOLI”, che sarà finanziato con una parte dell’incasso.

Anche quest’anno il Teatro San Carlo rinnova il suo impegno per il Sociale, in favore di chi soffre a Napoli, in Italia e nel mondo. Nel corso della Stagione 2014/15, infatti, alcune prove generali aperte al pubblico saranno dedicate, di volta in volta, a Enti o Associazioni benefiche locali, nazionali e internazionali, attraverso la devoluzione di una parte dell’incasso a sostegno delle loro attività. Si comincia con “Fate presto: restituiamo il futuro ai ragazzi di Napoli”, il progetto per il sociale presentato dal Rotary Club Napoli Posillipo, che è stato abbinato alla prova generale dell’opera di Giuseppe Verdi “Il Trovatore” con cui si apre la stagione lirica.

IL PROGETTO DEL ROTARY CLUB NAPOLI POSILLIPO

“Fate presto” è il memorabile titolo che uscì sul quotidiano “Il Mattino” dopo pochi giorni dal terremoto del 1980. Un appello che è diventato un’icona assoluta della tragedia grazie al dipinto di Andy Warhol, che proprio in questi giorni è esposto al Madre in occasione della mostra dedicata al gallerista Lucio Amelio.

Ma il “Fate presto” del Rotary club Napoli Posillipo  si riferisce a un altro terremoto.

Perché Napoli trema ancora. E non per le scosse della terra, come nel 1980. Piuttosto per lo sconforto generale che la crisi economica non ha fatto che accentuare. La disoccupazione alle stelle, la pervasività del sistema camorristico, l’inadeguatezza cronica dei servizi sociali rendono sempre più necessaria l’azione congiunta dei cittadini che, singolarmente o riuniti in si impegnino in progetti volti a restituire a cospicue frange della popolazione dignità e speranza di futuro.
Ed è in quest’ottica che il Rotary Club Napoli Posillipo promuove la sua azione sociale indirizzandola ai giovanissimi, perché è da loro che bisogna partire se si vuole immaginare ancora un domani per questa città.

Il club intende sostenere l’attività di alcune associazioni cittadine secondo due linee di intervento:
– la prima, nei confronti dei ragazzi del Rione Traiano, balzato dolorosamente alle cronache per la morte del giovane Davide Bifolco;
– la seconda per i bambini rom dei campi nomadi presenti nella nostra periferia.

L’obiettivo è quello di favorire in tutti l’acquisizione di quelle competenze relazionali e comunicative attraverso il sostegno nel loro percorso scolastico e l’offerta di momenti di aggregazione costruttiva.

Per gli adolescenti del Rione Traiano è stato studiato un percorso di foto-giornalismo e di web-giornalismo volto alla realizzazione di un sito internet in cui documentare e raccontare la vita quotidiana del quartiere: è questo un modo per “farsi sentire”  denunciando l’abbandono in cui versa il quartiere senza cadere in sterili manifestazioni di  protesta violenta, ma è anche un modo per insegnare ai giovani a lavorare insieme intorno a un progetto concreto i cui esiti siano tangibili.

Per i bambini rom, si vuole favorire la frequenza scolastica intesa come primo strumento di educazione e di accettazione delle regole della società civile. Per sollecitare i genitori ad accompagnare i loro figli a scuola si eroga una  borsa di studio mensile, previo monitoraggio sistematico della frequenza scolastica.

?PROVA GENERALE APERTA
10 dicembre ore 18
Prezzi?Platea, palchi I e II fila –  € 60?Palchi III, IV fila –  € 40?Balconata  –  € 20? ?I biglietti per la prova generale si acquistano ESCLUSIVAMENTE in biglietteria (dal lunedì al sabato dalle 10 alle 17,30; domenica dalle 10 alle 14), dal giorno di apertura delle vendite, nella quantità massima di 4 biglietti  a persona. Non si accettano prenotazioni né individuali, né per gruppi.

A tutti i possessori del biglietto della prova generale del Trovatore verrà effettuata la riduzione del 50% sul biglietto d’ingresso al museo MADRE .

Il Presidente del Rotary Club Napoli Posillipo
Pasquale Malva

 

 

Segnalazione di Maurizio Vitiello – Riceviamo e, volentieri, pubblichiamo la nota “FATE PRESTO: RESTITUIAMO IL FUTURO AI RAGAZZI DI NAPOLI”, del Presidente del Rotary Club Napoli Posillipo, Prof. Pasquale Malva.

Teatro di SAN CARLO
Mercoledi 10 dicembre 2014, ore 18

Mercoledi 10 dicembre alle ore 18 nel Teatro di San Carlo, nell’ambito della Prova Generale dell’opera “Il Trovatore” che aprirà la stagione lirica 2014/2015, si presenta il progetto del Rotary Club Napoli Posillipo: “FATE PRESTO: RESTITUIAMO IL FUTURO AI RAGAZZI DI NAPOLI”, che sarà finanziato con una parte dell’incasso.

Anche quest'anno il Teatro San Carlo rinnova il suo impegno per il Sociale, in favore di chi soffre a Napoli, in Italia e nel mondo. Nel corso della Stagione 2014/15, infatti, alcune prove generali aperte al pubblico saranno dedicate, di volta in volta, a Enti o Associazioni benefiche locali, nazionali e internazionali, attraverso la devoluzione di una parte dell'incasso a sostegno delle loro attività. Si comincia con “Fate presto: restituiamo il futuro ai ragazzi di Napoli”, il progetto per il sociale presentato dal Rotary Club Napoli Posillipo, che è stato abbinato alla prova generale dell’opera di Giuseppe Verdi “Il Trovatore” con cui si apre la stagione lirica.

IL PROGETTO DEL ROTARY CLUB NAPOLI POSILLIPO

“Fate presto” è il memorabile titolo che uscì sul quotidiano “Il Mattino” dopo pochi giorni dal terremoto del 1980. Un appello che è diventato un’icona assoluta della tragedia grazie al dipinto di Andy Warhol, che proprio in questi giorni è esposto al Madre in occasione della mostra dedicata al gallerista Lucio Amelio.

Ma il “Fate presto” del Rotary club Napoli Posillipo  si riferisce a un altro terremoto.

Perché Napoli trema ancora. E non per le scosse della terra, come nel 1980. Piuttosto per lo sconforto generale che la crisi economica non ha fatto che accentuare. La disoccupazione alle stelle, la pervasività del sistema camorristico, l'inadeguatezza cronica dei servizi sociali rendono sempre più necessaria l'azione congiunta dei cittadini che, singolarmente o riuniti in si impegnino in progetti volti a restituire a cospicue frange della popolazione dignità e speranza di futuro.
Ed è in quest'ottica che il Rotary Club Napoli Posillipo promuove la sua azione sociale indirizzandola ai giovanissimi, perché è da loro che bisogna partire se si vuole immaginare ancora un domani per questa città.

Il club intende sostenere l'attività di alcune associazioni cittadine secondo due linee di intervento:
– la prima, nei confronti dei ragazzi del Rione Traiano, balzato dolorosamente alle cronache per la morte del giovane Davide Bifolco;
– la seconda per i bambini rom dei campi nomadi presenti nella nostra periferia.

L'obiettivo è quello di favorire in tutti l'acquisizione di quelle competenze relazionali e comunicative attraverso il sostegno nel loro percorso scolastico e l'offerta di momenti di aggregazione costruttiva.

Per gli adolescenti del Rione Traiano è stato studiato un percorso di foto-giornalismo e di web-giornalismo volto alla realizzazione di un sito internet in cui documentare e raccontare la vita quotidiana del quartiere: è questo un modo per "farsi sentire"  denunciando l'abbandono in cui versa il quartiere senza cadere in sterili manifestazioni di  protesta violenta, ma è anche un modo per insegnare ai giovani a lavorare insieme intorno a un progetto concreto i cui esiti siano tangibili.

Per i bambini rom, si vuole favorire la frequenza scolastica intesa come primo strumento di educazione e di accettazione delle regole della società civile. Per sollecitare i genitori ad accompagnare i loro figli a scuola si eroga una  borsa di studio mensile, previo monitoraggio sistematico della frequenza scolastica.

?PROVA GENERALE APERTA
10 dicembre ore 18
Prezzi?Platea, palchi I e II fila –  € 60?Palchi III, IV fila –  € 40?Balconata  –  € 20? ?I biglietti per la prova generale si acquistano ESCLUSIVAMENTE in biglietteria (dal lunedì al sabato dalle 10 alle 17,30; domenica dalle 10 alle 14), dal giorno di apertura delle vendite, nella quantità massima di 4 biglietti  a persona. Non si accettano prenotazioni né individuali, né per gruppi.

A tutti i possessori del biglietto della prova generale del Trovatore verrà effettuata la riduzione del 50% sul biglietto d'ingresso al museo MADRE .

Il Presidente del Rotary Club Napoli Posillipo
Pasquale Malva