Napoli, mostra di Mario Vanacore al Maschio Angioino

0

Introspezione (il titolo) 4 dicembre 8 gennaio 2015. L’autore Mario Vanacore, “ci siamo riusciti”, dice l’artista, una cinquantina le opere esposte, 50×70 su carboncino su carta, un lungo percorso interiore, quello di Mario Vanacore, i”l disegno è il fondamento di tutte le arti, su questa strada Vanacore, struttura un modo di raffigurare la modella, quale soggetto riproposto nei vari periodi storici, un sincero vissuto soggettivo, al di là dell’immagine”.
                  **********

*M.Vanacore è nato a  Napoli nel 1953, sociologo, psicologo e psicoterapeuta, lavora dall’80 nella scuola pubblica, dove insegna filosofia, psicologia, scienze dell’educazione, è consulente del tribunale di Napoli. Dagli inizi degli anni 70, fino al 90, ha effettuato numerose ricerche sul campo riguardanti le forme espressive della cultura popolare; musica, narrativa tradizione orale. Nel 1983 ha inimziato un lungo traing personale e di formazione in psicoterapia. Dal 2002 frequenta i corsi del Libero Centro di Arti Visive, Ugo Matania, tenute da Ugo Matania. Le sue forme predilette sono il disegno, il legno, la ceramica. l’acquerello.

 

Introspezione (il titolo) 4 dicembre 8 gennaio 2015. L'autore Mario Vanacore, "ci siamo riusciti", dice l'artista, una cinquantina le opere esposte, 50×70 su carboncino su carta, un lungo percorso interiore, quello di Mario Vanacore, i"l disegno è il fondamento di tutte le arti, su questa strada Vanacore, struttura un modo di raffigurare la modella, quale soggetto riproposto nei vari periodi storici, un sincero vissuto soggettivo, al di là dell'immagine".
                  **********

*M.Vanacore è nato a  Napoli nel 1953, sociologo, psicologo e psicoterapeuta, lavora dall'80 nella scuola pubblica, dove insegna filosofia, psicologia, scienze dell'educazione, è consulente del tribunale di Napoli. Dagli inizi degli anni 70, fino al 90, ha effettuato numerose ricerche sul campo riguardanti le forme espressive della cultura popolare; musica, narrativa tradizione orale. Nel 1983 ha inimziato un lungo traing personale e di formazione in psicoterapia. Dal 2002 frequenta i corsi del Libero Centro di Arti Visive, Ugo Matania, tenute da Ugo Matania. Le sue forme predilette sono il disegno, il legno, la ceramica. l'acquerello.