A “Sant’Agnello per vincere” presentazione di Rosario De Rosa

0

A “Sant’Agnello per vincere” esordisce senza troppi giri di parole il nuovo centrocampista costiero, Rosario De Rosa, che ieri pomeriggio ha disputato il primo allenamento agli ordini di mister Mario Turi. Il ventottenne napoletano lascia la serie D, accettando di sposare in peno le ambizioni del Sant’Agnello: “Ho fatto questa scelta, rifiutando buone proposte in serie D, perché preferisco primeggiare in eccellenza piuttosto che un campionato anonimo in categoria superiore. Qui ci sono tutte le motivazioni giuste per potermi esprimere al meglio. Sono a completa disposizione del mister e dei miei compagni, una squadra composta da elementi di spessore e sono onorato di farne parte. Posso garantire che la grinta e la determinazione, che sono le mie caratteristiche principali, non mancheranno mai”. Laureato in Scienze motorie ed anche specializzato in “Management dello sport”, Rosario De Rosa è un elemento scelto dalla dirigenza del Sant’Agnello per far aumentare ulteriormente il profilo professionistico del club: “La prima impressione, a parte l’acquazzoneche spero porti fortuna, è stata più che positiva – commenta il centrocampista – lo spogliatoio e tutto l’ambiente è già degno di una società professionista. Un contesto che merita altri palcoscenici e darò il massimo per poter contribuire ai successi prefissati. Sono motivatissimo”. Nella passata stagione, da capitano del Pomigliano, De Rosa ha alzato al cielo la coppa Italia di categoria: “In granata ho vissuto una bellissima esperienza e grandi emozioni, purtroppo terminata non proprio nel migliore dei modi, causa screzi con la dirigenza. Inutile alimentare polemiche ora, penso soltanto al Sant’Agnello, e colgo l’occasione per ringraziare tutti gli amici di Pomigliano”.

"Sant’Agnello per vincere” esordisce senza troppi giri di parole il nuovo centrocampista costiero, Rosario De Rosa, che ieri pomeriggio ha disputato il primo allenamento agli ordini di mister Mario Turi. Il ventottenne napoletano lascia la serie D, accettando di sposare in peno le ambizioni del Sant’Agnello: “Ho fatto questa scelta, rifiutando buone proposte in serie D, perché preferisco primeggiare in eccellenza piuttosto che un campionato anonimo in categoria superiore. Qui ci sono tutte le motivazioni giuste per potermi esprimere al meglio. Sono a completa disposizione del mister e dei miei compagni, una squadra composta da elementi di spessore e sono onorato di farne parte. Posso garantire che la grinta e la determinazione, che sono le mie caratteristiche principali, non mancheranno mai”. Laureato in Scienze motorie ed anche specializzato in “Management dello sport”, Rosario De Rosa è un elemento scelto dalla dirigenza del Sant’Agnello per far aumentare ulteriormente il profilo professionistico del club: “La prima impressione, a parte l’acquazzoneche spero porti fortuna, è stata più che positiva – commenta il centrocampista – lo spogliatoio e tutto l’ambiente è già degno di una società professionista. Un contesto che merita altri palcoscenici e darò il massimo per poter contribuire ai successi prefissati. Sono motivatissimo”. Nella passata stagione, da capitano del Pomigliano, De Rosa ha alzato al cielo la coppa Italia di categoria: “In granata ho vissuto una bellissima esperienza e grandi emozioni, purtroppo terminata non proprio nel migliore dei modi, causa screzi con la dirigenza. Inutile alimentare polemiche ora, penso soltanto al Sant’Agnello, e colgo l’occasione per ringraziare tutti gli amici di Pomigliano”.