IL FUTURO DI MAIORI SENZA “SE…” E SENZA “MA…”

0

A volte anche in politica e’ necessario sognare senza essere dei sognatori .  Vuol dire immaginare la realtà maiorese massimizzando le potenzialita delle risorse umane e reali e consentendo la immediata verifica del ” valore aggiunto” , solitamente solo predicato,che la nuova tornata elettorale dovrebbe garantire. Tutto cio’ attraverso uno strumento democratico ed obbiettivo : il confronto politico e programmatico ; che non può essere , come sempre accade, illustrare il programma elettorale pochi giorni prima del voto durante la campagna elettorale, ma delineare i progetti e rappresentarli in una serie di incontri è confronti ..da subito! Questa e’ la nostra proposta ! Sarebbe auspicabile il coinvolgimento di Associazioni , Movimenti e magari giornalisti coinvolti su problematiche locali. Gli attuali amministratori potrebbero mettere a disposizione uno spazio per la discussione nella struttura comunale ; una sorta di ” agora’ ” ,ossia il luogo dove viene esercitata la democrazia partecipativa per antonomasia,…..invece che ridurre il tutto alla tradizionale campagna elettorale , dove ognuno si ” parla addosso” negli ultimi quindici giorni prima del voto . Ovviamente non stiamo certo parlando di campagna elettorale , ma di “confronti” , ci si auspica costruttivi, tra chi ha interesse ad esprimersi su Maiori e per Maiori , propedeuticamente alla campagna elettorale , alla quale si arriverebbe avendo consentito agli elettori di comprendere il maturare delle opinioni e dei progetti . Si darebbe ai cittadini la possibilità ” riflettuta” , di verificare il confronto reale dei progetti e dei punti di vista , rappresentate in un clima di discussione , nell’interesse di Maiori e con i maioresi. Confrontarsi piu’ volte nel tempo in presenza dei cittadini e di aggregazioni interessate, con consapevolezza e determinismo ….appunto senza “se” e senza “ma” , consentirebbe , in sintesi ,di verificare realmente il maturare delle proposte e delle soluzioni per il paese e la reale praticabilità ‘ delle stesse , esposti anche alla critica costruttiva delle controparti e della cittadinanza, anche rappresentata. Sarebbe un segnale di democrazia forse unica per il territorio laddove , addirittura in campagna elettorale , rarissimamente ( io non lo ricordo affatto )si e’ visto un confronto ed una discussione congiunta e diretta tra le parti interessate ad amministrare il paese . Chi si propone come leader di una lista attualmente formalizzata o meno o di un progetto politico …si presume abbia già le idee chiare da esporre nella loro dettagliata praticabilità ed un “confronto pubblico”, coinvolgendo movimenti di opinione ed associazioni, consentirebbe ai cittadini , di verificare la coerenza nelle affinità programmatiche e progettuali, aiutandoli a comprendere anche le eventuali coalizioni ….facendo venir meno il dubbio che trattasi di mera strategia di “accaparramento di voti”. Come vi dicevo “un sogno senza essere sognatore”…!!

avv. Bonaventura Sorrentino

Ad Maiora Impegno nuovo per Maiori

A volte anche in politica e' necessario sognare senza essere dei sognatori .  Vuol dire immaginare la realtà maiorese massimizzando le potenzialita delle risorse umane e reali e consentendo la immediata verifica del " valore aggiunto" , solitamente solo predicato,che la nuova tornata elettorale dovrebbe garantire. Tutto cio' attraverso uno strumento democratico ed obbiettivo : il confronto politico e programmatico ; che non può essere , come sempre accade, illustrare il programma elettorale pochi giorni prima del voto durante la campagna elettorale, ma delineare i progetti e rappresentarli in una serie di incontri è confronti ..da subito! Questa e' la nostra proposta ! Sarebbe auspicabile il coinvolgimento di Associazioni , Movimenti e magari giornalisti coinvolti su problematiche locali. Gli attuali amministratori potrebbero mettere a disposizione uno spazio per la discussione nella struttura comunale ; una sorta di " agora' " ,ossia il luogo dove viene esercitata la democrazia partecipativa per antonomasia,…..invece che ridurre il tutto alla tradizionale campagna elettorale , dove ognuno si " parla addosso" negli ultimi quindici giorni prima del voto . Ovviamente non stiamo certo parlando di campagna elettorale , ma di "confronti" , ci si auspica costruttivi, tra chi ha interesse ad esprimersi su Maiori e per Maiori , propedeuticamente alla campagna elettorale , alla quale si arriverebbe avendo consentito agli elettori di comprendere il maturare delle opinioni e dei progetti . Si darebbe ai cittadini la possibilità " riflettuta" , di verificare il confronto reale dei progetti e dei punti di vista , rappresentate in un clima di discussione , nell'interesse di Maiori e con i maioresi. Confrontarsi piu' volte nel tempo in presenza dei cittadini e di aggregazioni interessate, con consapevolezza e determinismo ….appunto senza "se" e senza "ma" , consentirebbe , in sintesi ,di verificare realmente il maturare delle proposte e delle soluzioni per il paese e la reale praticabilità ' delle stesse , esposti anche alla critica costruttiva delle controparti e della cittadinanza, anche rappresentata. Sarebbe un segnale di democrazia forse unica per il territorio laddove , addirittura in campagna elettorale , rarissimamente ( io non lo ricordo affatto )si e' visto un confronto ed una discussione congiunta e diretta tra le parti interessate ad amministrare il paese . Chi si propone come leader di una lista attualmente formalizzata o meno o di un progetto politico …si presume abbia già le idee chiare da esporre nella loro dettagliata praticabilità ed un "confronto pubblico", coinvolgendo movimenti di opinione ed associazioni, consentirebbe ai cittadini , di verificare la coerenza nelle affinità programmatiche e progettuali, aiutandoli a comprendere anche le eventuali coalizioni ….facendo venir meno il dubbio che trattasi di mera strategia di "accaparramento di voti". Come vi dicevo "un sogno senza essere sognatore"…!!

avv. Bonaventura Sorrentino

Ad Maiora Impegno nuovo per Maiori

Lascia una risposta