Castellammare di Stabia. Quisisana, fondi regionali per la sistemazione con uno stanziamento di 75mila euro

0

Castellammare di Stabia. Via libera al progetto stabiese relativo ai Pirap (Progetti Integrati Aree Protette) del parco regionale Monti Lattari. La giunta guidata dal governatore Stefano Caldoro ha infatti dato l’ok allo stanziamento di 75mila euro per una serie d’interventi che interesseranno il territorio cittadino. In particolare, è stato ammesso a finanziamento il progetto (approvato dall’esecutivo cittadino guidato dal sindaco Nicola Cuomo) che prevede la sistemazione del sentiero acquedotto borbonico-ponticello sul rivo San Pietro, la sistemazione dell’area sorgente San Bartolomeo in via Tuoro e via Calcara e, infine, la ristrutturazione della piazzetta antistante la chiesa della Maddalena a Quisisana. «Si tratta di un’occasione forte – fanno sapere dallo staff del primo cittadino – per puntare verso il rilancio di un’area che vede l’ambiente quale fonte importante per la crescita socio-economica. L’obiettivo è promuovere e realizzare interventi pubblici coordinati, destinati a migliorare lo stato di conservazione del patrimonio naturalistico e paesaggistico. In questo percorso – continuano – abbiamo potuto contare sulla positiva sinergia con gli enti superiori e con gli altri Comuni interessati nella progettualità grazie ad una concertazione costante». Grazie a questo progetto, i sentieri di Castellammare diventeranno più appetibili e potranno diventare una importante ricchezza naturalistica, da immettere nei circuiti turistici d’elite regionali. Non a caso la finalità dei Pirap, che rientrano nell’ambito del Psr (Programma di Sviluppo Rurale) Campania 2007-2013, è quella di promuovere e realizzare interventi nelle aree di particolare pregio ambientale. Il tutto con l’obiettivo di adeguare le infrastrutture necessarie alla migliore fruizione del territorio, prevenire i rischi ambientali e migliorare la qualità della vita degli abitanti. I fondi complessivi previsti per l’intero Parco Monti Lattari ammontano a circa 10milioni di euro (così come stabilito nel 2011 dalla Regione) e riguardano i comuni del Napoletano e del Salernitano ricadenti nella giurisdizione dell’ente. Ma non è questa l’unica novità in materia ambientale. Nell’ormai tradizionale messaggio settimanale sui social network, il sindaco Cuomo ha annunciato importanti interventi anche per la tutela e salvaguardia dei boschi di Quisisana. «In questo periodo – ha affermato Cuomo – stiamo portando avanti l’azione di bonifica dei boschi. La Reggia, il suo parco e il relativo bosco diventeranno uno degli attrattori più importanti della nostra città. Con l’aiuto della Regione stiamo restituendo agli stabiesi il giardino della Reggia ed ora ce la metteremo tutta per recuperare anche il bosco. Inoltre – continua – abbiamo invitato tutti i cittadini a recarsi numerosi al Palazzo Reale, soprattutto le scolaresche. Il nostro obiettivo infatti è quello di coinvolgere molte persone nelle visite guidate non solo alla mostra dei reperti stabiesi, ma anche a quella dei burattinai, perché attraverso questi eventi si ha una piena consapevolezza della nostra storia e delle nostre tradizioni». Intanto, sempre in materia di ambiente, già da diversi giorni è partita l’«operazione ciclamini». La città infatti cambia volto e decine di ciclamini rossi fanno mostra di sé nelle aiuole. La riqualificazione dei giardini s’inserisce in un più vasto piano che mira a riportare a nuova vita tutte le aree verdi della città. «L’arenile, il verde, le piazze –afferma l’assessore all’Ambiente Nicola Corrado – rappresentano il nostro biglietto da visita. Piazza Giovanni XXIII, via Bonito, piazza Monumento, piazza Spartaco con il suo ulivo, Villa Gabola, le piazze della periferia sono esempi concreti di ciò che è stato realizzato per valorizzare e promuovere la bellezza di Castellammare». (Francesco Fusco – Il Mattino)

Castellammare di Stabia. Via libera al progetto stabiese relativo ai Pirap (Progetti Integrati Aree Protette) del parco regionale Monti Lattari. La giunta guidata dal governatore Stefano Caldoro ha infatti dato l’ok allo stanziamento di 75mila euro per una serie d’interventi che interesseranno il territorio cittadino. In particolare, è stato ammesso a finanziamento il progetto (approvato dall’esecutivo cittadino guidato dal sindaco Nicola Cuomo) che prevede la sistemazione del sentiero acquedotto borbonico-ponticello sul rivo San Pietro, la sistemazione dell’area sorgente San Bartolomeo in via Tuoro e via Calcara e, infine, la ristrutturazione della piazzetta antistante la chiesa della Maddalena a Quisisana. «Si tratta di un’occasione forte – fanno sapere dallo staff del primo cittadino – per puntare verso il rilancio di un’area che vede l’ambiente quale fonte importante per la crescita socio-economica. L’obiettivo è promuovere e realizzare interventi pubblici coordinati, destinati a migliorare lo stato di conservazione del patrimonio naturalistico e paesaggistico. In questo percorso – continuano – abbiamo potuto contare sulla positiva sinergia con gli enti superiori e con gli altri Comuni interessati nella progettualità grazie ad una concertazione costante». Grazie a questo progetto, i sentieri di Castellammare diventeranno più appetibili e potranno diventare una importante ricchezza naturalistica, da immettere nei circuiti turistici d’elite regionali. Non a caso la finalità dei Pirap, che rientrano nell’ambito del Psr (Programma di Sviluppo Rurale) Campania 2007-2013, è quella di promuovere e realizzare interventi nelle aree di particolare pregio ambientale. Il tutto con l’obiettivo di adeguare le infrastrutture necessarie alla migliore fruizione del territorio, prevenire i rischi ambientali e migliorare la qualità della vita degli abitanti. I fondi complessivi previsti per l’intero Parco Monti Lattari ammontano a circa 10milioni di euro (così come stabilito nel 2011 dalla Regione) e riguardano i comuni del Napoletano e del Salernitano ricadenti nella giurisdizione dell’ente. Ma non è questa l’unica novità in materia ambientale. Nell’ormai tradizionale messaggio settimanale sui social network, il sindaco Cuomo ha annunciato importanti interventi anche per la tutela e salvaguardia dei boschi di Quisisana. «In questo periodo – ha affermato Cuomo – stiamo portando avanti l’azione di bonifica dei boschi. La Reggia, il suo parco e il relativo bosco diventeranno uno degli attrattori più importanti della nostra città. Con l’aiuto della Regione stiamo restituendo agli stabiesi il giardino della Reggia ed ora ce la metteremo tutta per recuperare anche il bosco. Inoltre – continua – abbiamo invitato tutti i cittadini a recarsi numerosi al Palazzo Reale, soprattutto le scolaresche. Il nostro obiettivo infatti è quello di coinvolgere molte persone nelle visite guidate non solo alla mostra dei reperti stabiesi, ma anche a quella dei burattinai, perché attraverso questi eventi si ha una piena consapevolezza della nostra storia e delle nostre tradizioni». Intanto, sempre in materia di ambiente, già da diversi giorni è partita l’«operazione ciclamini». La città infatti cambia volto e decine di ciclamini rossi fanno mostra di sé nelle aiuole. La riqualificazione dei giardini s’inserisce in un più vasto piano che mira a riportare a nuova vita tutte le aree verdi della città. «L’arenile, il verde, le piazze –afferma l’assessore all’Ambiente Nicola Corrado – rappresentano il nostro biglietto da visita. Piazza Giovanni XXIII, via Bonito, piazza Monumento, piazza Spartaco con il suo ulivo, Villa Gabola, le piazze della periferia sono esempi concreti di ciò che è stato realizzato per valorizzare e promuovere la bellezza di Castellammare». (Francesco Fusco – Il Mattino)