Mostro Alimuri a Vico Equense. Attardi “Facciamo come col muro di Berlino, visite e vendita delle macerie”

0

Siamo a pochi giorni dall’evento dell’abbattimento del Mostro di Alimuri a Vico Equense, sembra che si è quasi impreparati a questo evento storico per il quale si potrebbe far di più , tutta la penisola sorrentina guarda a questo momento, ma il rilievo è nazionale, e c’è chi fa delle proposte come l’ex sindaco di Sorrento Raffaele Attardi “Si sta per abbattere il mostro di alimuri .una volta tanto mettiamo da parte le chiacchiere , organizziamo un grande festa e investiamo in quest’avvenimento , che può rendere in termini d’immagine più del premio Caruso . Infatti nessuno lo ha capito ..se occorrono i soldi per la pubblicità ,dopo la demolizione , mettiamo in sicurezza  l’area di cantiere per una visita guidata e mettiamo in vendita le macerie – dice Attardi -, come si è fatto per il muro di Berlino . sono certo che alla fine ci guadagneremo anche dei soldi  per quanto mi riguarda faccio i miei complimenti al Sindaco Cinque e all’Assessore Elefante.la demolizione del Mostro di Alimuri è un evento storico.”  siamo. Il grande momento si avvicina, ed è corsa ad accaparrarsi un posto in prima fila per assistere all’evento. Ci sono voluti cinquant’anni per decidere l’abbattimento, e ci vorranno dodici secondi, invece, per vederlo cadere giù. Saranno in tanti ad assistere all’evento, tra questi anche gli alunni delle scuole del territorio. Sono stati, infatti, invitati molti circoli didattici della penisola sorrentina per consentire anche ai più piccoli di essere presenti. Il Comune di Meta ha individuato un tratto di arenile tra il lido Marinella e Metamare, riservata ai cittadini, per consentire al pubblico la visione dell’abbattimento in condizioni di sicurezza. La decisione è stata presa nei giorni scorsi nel corso di una conferenza di servizio cui hanno partecipato polizia di stato, carabinieri e protezione civile. Intanto il sindaco di Meta Giuseppe Tito ha sospeso un’ordinanza del 1996 che vietava l’accesso alla strada che conduce al rudere. In questo modo, gli operai dell’Ati, l’azienda vincitrice dell’appalto per l’abbattimento, sono entrati nell’area sino ad ora interdetta. Alla cerimonia sarà presente anche la sezione della Lega Navale di Vico Equense, con le sue imbarcazioni. Per l’occasione, il Comune di Vico Equense usufruirà di una nave fornita gratuitamente dalla Snav, la ”Croazia jet”, (non più il Don Francesco come precedentemente comunicato) che trasporterà circa 400 persone tra autorità e giornalisti che vorranno vedere l’abbattimento dal mare, a distanza di sicurezza.

Siamo a pochi giorni dall'evento dell'abbattimento del Mostro di Alimuri a Vico Equense, sembra che si è quasi impreparati a questo evento storico per il quale si potrebbe far di più , tutta la penisola sorrentina guarda a questo momento, ma il rilievo è nazionale, e c'è chi fa delle proposte come l'ex sindaco di Sorrento Raffaele Attardi "Si sta per abbattere il mostro di alimuri .una volta tanto mettiamo da parte le chiacchiere , organizziamo un grande festa e investiamo in quest'avvenimento , che può rendere in termini d'immagine più del premio Caruso . Infatti nessuno lo ha capito ..se occorrono i soldi per la pubblicità ,dopo la demolizione , mettiamo in sicurezza  l'area di cantiere per una visita guidata e mettiamo in vendita le macerie – dice Attardi -, come si è fatto per il muro di Berlino . sono certo che alla fine ci guadagneremo anche dei soldi  per quanto mi riguarda faccio i miei complimenti al Sindaco Cinque e all'Assessore Elefante.la demolizione del Mostro di Alimuri è un evento storico."  siamo. Il grande momento si avvicina, ed è corsa ad accaparrarsi un posto in prima fila per assistere all’evento. Ci sono voluti cinquant’anni per decidere l’abbattimento, e ci vorranno dodici secondi, invece, per vederlo cadere giù. Saranno in tanti ad assistere all’evento, tra questi anche gli alunni delle scuole del territorio. Sono stati, infatti, invitati molti circoli didattici della penisola sorrentina per consentire anche ai più piccoli di essere presenti. Il Comune di Meta ha individuato un tratto di arenile tra il lido Marinella e Metamare, riservata ai cittadini, per consentire al pubblico la visione dell’abbattimento in condizioni di sicurezza. La decisione è stata presa nei giorni scorsi nel corso di una conferenza di servizio cui hanno partecipato polizia di stato, carabinieri e protezione civile. Intanto il sindaco di Meta Giuseppe Tito ha sospeso un’ordinanza del 1996 che vietava l’accesso alla strada che conduce al rudere. In questo modo, gli operai dell’Ati, l’azienda vincitrice dell’appalto per l’abbattimento, sono entrati nell’area sino ad ora interdetta. Alla cerimonia sarà presente anche la sezione della Lega Navale di Vico Equense, con le sue imbarcazioni. Per l'occasione, il Comune di Vico Equense usufruirà di una nave fornita gratuitamente dalla Snav, la ”Croazia jet”, (non più il Don Francesco come precedentemente comunicato) che trasporterà circa 400 persone tra autorità e giornalisti che vorranno vedere l'abbattimento dal mare, a distanza di sicurezza.