Arriva Salvini a Salerno, cori e striscioni di protesta: «Tornatene a casa»

0

SALERNO – Cori e striscioni contro Matteo Salvini. Una ventina di manifestanti ha atteso l’europarlamentare leader della Lega Nord davanti al Municipio di Salerno.

Salvini, atteso in Campania per l’evento organizzato da Panorama, è stato accolto in una città blindata da cori e striscioni di protesta. «Tornatene al Nord, non ti vogliamo», lo slogan scandito dai dimostranti.

Lista Salvini. Matteo Salvini annuncia che «la Lega sarà presente con proprie liste in tutte le regioni del Sud dove si voterà a primavera». «Da novembre conto di riprendere a girare per il Sud per preparare liste alternative della Lega alla prossime regionali. Non ci sarà il nome della Lega Nord – ha precisato – potrebbe esserci quello di Lega dei popoli oppure Lista Salvini ».

Rispondendo alle domande di Bruno Vespa e Giorgio Mulè in una intervista in pubblico a Salerno, il leader della Lega ha aggiunto che «l’importante sarà la convergenza su 5-6 punti che comprendono la tassazione flat al 15-20% l’abolizione della legge Fornero, lo stop all’immigrazione selvaggia e la difesa del made in Italy». il mattino

SALERNO – Cori e striscioni contro Matteo Salvini. Una ventina di manifestanti ha atteso l'europarlamentare leader della Lega Nord davanti al Municipio di Salerno.

Salvini, atteso in Campania per l'evento organizzato da Panorama, è stato accolto in una città blindata da cori e striscioni di protesta. «Tornatene al Nord, non ti vogliamo», lo slogan scandito dai dimostranti.

Lista Salvini. Matteo Salvini annuncia che «la Lega sarà presente con proprie liste in tutte le regioni del Sud dove si voterà a primavera». «Da novembre conto di riprendere a girare per il Sud per preparare liste alternative della Lega alla prossime regionali. Non ci sarà il nome della Lega Nord – ha precisato – potrebbe esserci quello di Lega dei popoli oppure Lista Salvini ».

Rispondendo alle domande di Bruno Vespa e Giorgio Mulè in una intervista in pubblico a Salerno, il leader della Lega ha aggiunto che «l'importante sarà la convergenza su 5-6 punti che comprendono la tassazione flat al 15-20% l'abolizione della legge Fornero, lo stop all'immigrazione selvaggia e la difesa del made in Italy».

il mattino