Castellabate. L’assessore Di Luccia rinviato a giudizio. Offese maresciallo della Guardia di Finanza in pensione.

0

La denuncia il maresciallo della guardia di Finanza in pensione Francesco Ciardi la fece dopo un diverbio con l’assessore di Castellabate Domenico Di Luccia e suo zio Mario Guercio durante il quale si riteneva offeso ,a distanza di un anno e mezzo è arrivato il rinvio a giudizio per il giovane politico castellano assessore della giunta guidata da Spinelli e per suo zio Mario Guercio. I fatti risalgono all’11 agosto del 2013.La prima udienza è fissata il 15 Aprile 2015 a vallo della Lucania.Di Luccia e Guercio sono imputati per il reato p. e p. dagli artt. 81, 594 e 612 C.P. perché minacciavnao e ingiuriavano Ciardi Francesco.

La denuncia il maresciallo della guardia di Finanza in pensione Francesco Ciardi la fece dopo un diverbio con l’assessore di Castellabate Domenico Di Luccia e suo zio Mario Guercio durante il quale si riteneva offeso ,a distanza di un anno e mezzo è arrivato il rinvio a giudizio per il giovane politico castellano assessore della giunta guidata da Spinelli e per suo zio Mario Guercio. I fatti risalgono all’11 agosto del 2013.La prima udienza è fissata il 15 Aprile 2015 a vallo della Lucania.Di Luccia e Guercio sono imputati per il reato p. e p. dagli artt. 81, 594 e 612 C.P. perché minacciavnao e ingiuriavano Ciardi Francesco.