Europa League. Per il Napoli Sparta Praga da temere nel girone

0

Per garantirsi la qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League, il Napoli dovrà superare stasera lo Young Boys, possibilmente con due reti di scarto, e non perdere lo scontro diretto in trasferta contro lo Sparta Praga in programma il 27 novembre. L’attuale situazione venutasi a creare nel girone I, con lo Slovan Bratislava ancora a quota zero punti, potrebbe infatti comportare l’arrivo in classifica di Napoli, Sparta Praga e Young Boys a quota 12, con il rischio per gli azzurri di ritrovarsi, come lo scorso anno in Champions League, a far dipendere la qualificazione dai risultati ottenuti negli scontri diretti e dalle varie combinazioni relative alla differenza reti. Oggi infatti lo Sparta Praga vincendo contro lo Slovan, ipotesi assai probabile, raggiungerebbe in classifica quota 9 punti, e si giocherebbe gran parte delle possibilità di qualificazione proprio nel prossimo scontro diretto in casa con il Napoli, dovendo giocare l’ultima gara a Berna sull’insidioso campo sintetico dello Young Boys. Necessario dunque stasera per il Napoli vincere non solo con almeno due reti di scarto per pareggiare il confronto diretto con gli svizzeri, ma anche per garantirsi l’arrivo in classifica a quota12 punti, dovendo gli azzurri affrontare nell’ultima gara al San Paolo l’11 dicembre lo Slovan Bratislava. Ancora meglio per il Napoli provare ad arrivare primo nel girone per essere considerato successivamente testa di serie nel sorteggio dei sedicesimi di Europa League. (Gianluca Vigliotti – Il Mattino)

Per garantirsi la qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League, il Napoli dovrà superare stasera lo Young Boys, possibilmente con due reti di scarto, e non perdere lo scontro diretto in trasferta contro lo Sparta Praga in programma il 27 novembre. L’attuale situazione venutasi a creare nel girone I, con lo Slovan Bratislava ancora a quota zero punti, potrebbe infatti comportare l’arrivo in classifica di Napoli, Sparta Praga e Young Boys a quota 12, con il rischio per gli azzurri di ritrovarsi, come lo scorso anno in Champions League, a far dipendere la qualificazione dai risultati ottenuti negli scontri diretti e dalle varie combinazioni relative alla differenza reti. Oggi infatti lo Sparta Praga vincendo contro lo Slovan, ipotesi assai probabile, raggiungerebbe in classifica quota 9 punti, e si giocherebbe gran parte delle possibilità di qualificazione proprio nel prossimo scontro diretto in casa con il Napoli, dovendo giocare l’ultima gara a Berna sull’insidioso campo sintetico dello Young Boys. Necessario dunque stasera per il Napoli vincere non solo con almeno due reti di scarto per pareggiare il confronto diretto con gli svizzeri, ma anche per garantirsi l’arrivo in classifica a quota12 punti, dovendo gli azzurri affrontare nell’ultima gara al San Paolo l’11 dicembre lo Slovan Bratislava. Ancora meglio per il Napoli provare ad arrivare primo nel girone per essere considerato successivamente testa di serie nel sorteggio dei sedicesimi di Europa League. (Gianluca Vigliotti – Il Mattino)

Lascia una risposta