VIGEVANO Sgominata banda delle slot, cinque arresti

0

I carabinieri della compagnia di Vigevano hanno sgominato una banda dedita ai furti ai danni di bar e altri locali in provincia di Pavia e hinterland milanese. Cinque persone sono state arrestate al termine di un’operazione che aveva già portato, nei mesi di gennaio e febbraio 2014, all’arresto di 6 persone per furto aggravato ai danni di esercizi pubblici del vigevanese. Obiettivo principale delle razzie della banda erano i bar con istallate le macchinette Vlt e le slot machines. I cinque tutti “ludopatici” colpivano negli esercizi dove effettuavano i sopralluoghi, giocando per ore al loro interno, annotando con cura i sistemi di allarme e di videosorveglianza. Erano specialisti che agivano con tecnica collaudata e disciplinata, nel senso che ognuno di loro aveva un ruolo bene definito.

 

I carabinieri di Vigevano hanno arrestato 5 persone: nel video le immagini delle telecamere interne dei bar

 

Uno di loro, chiamato il “Chiavaro” era maestro nel aprire qualunque tipo di serratura utilizzando dei sofisticati grimaldelli appositamente costruiti; un altro aveva il compito di rubare le auto, preferibilmente modelli SW della “Ford”, molto spaziosi e capaci di contenere dalle tre alle quattro macchinette video poker. Gli altri tre invece si occupavano di fari da “palo” nel corso delle azioni delittuose e di caricare a tempo di record la refurtiva sulle auto. Si tratta di cinque pregiudicati, extracomunitari, residenti in Lomellina e Abbiategrasso. Nell’ordinanza vengono contestati furti nei comuni di Vigevano, Mortara, Gambolò, Garlasco, Cassolnovo e Tromello. Il capo della banda aveva, nascosti sotto il materasso, le copie dei quotidiani locali che riportavano notizie dei raid compiuti.

LA PROVINCIA PAVESE

I carabinieri della compagnia di Vigevano hanno sgominato una banda dedita ai furti ai danni di bar e altri locali in provincia di Pavia e hinterland milanese. Cinque persone sono state arrestate al termine di un’operazione che aveva già portato, nei mesi di gennaio e febbraio 2014, all’arresto di 6 persone per furto aggravato ai danni di esercizi pubblici del vigevanese. Obiettivo principale delle razzie della banda erano i bar con istallate le macchinette Vlt e le slot machines. I cinque tutti “ludopatici” colpivano negli esercizi dove effettuavano i sopralluoghi, giocando per ore al loro interno, annotando con cura i sistemi di allarme e di videosorveglianza. Erano specialisti che agivano con tecnica collaudata e disciplinata, nel senso che ognuno di loro aveva un ruolo bene definito.

 

I carabinieri di Vigevano hanno arrestato 5 persone: nel video le immagini delle telecamere interne dei bar

 

Uno di loro, chiamato il “Chiavaro” era maestro nel aprire qualunque tipo di serratura utilizzando dei sofisticati grimaldelli appositamente costruiti; un altro aveva il compito di rubare le auto, preferibilmente modelli SW della “Ford”, molto spaziosi e capaci di contenere dalle tre alle quattro macchinette video poker. Gli altri tre invece si occupavano di fari da “palo” nel corso delle azioni delittuose e di caricare a tempo di record la refurtiva sulle auto. Si tratta di cinque pregiudicati, extracomunitari, residenti in Lomellina e Abbiategrasso. Nell'ordinanza vengono contestati furti nei comuni di Vigevano, Mortara, Gambolò, Garlasco, Cassolnovo e Tromello. Il capo della banda aveva, nascosti sotto il materasso, le copie dei quotidiani locali che riportavano notizie dei raid compiuti.

LA PROVINCIA PAVESE