Pioggia di stelle Michelin sulla Costiera amalfitana e Sorrentina, primeggiano Massa Lubrense e Vico

0

Pioggia di stelle Michelin sulla Costiera amalfitana e Sorrentina,  primeggiano Massa Lubrense (arrivato a 4 ristoranti stellati con la new entry del Relais Blu)  e Vico  Equense, a Ravello con il rientro del Flauto di Pan si torna a due come Positano un comprensorio quello della costa d’ Amalfi e Sorrento che eccelle anche nel gusto.. Campania regina dell’ospitalità e dell’enogastronomia per la Guida Michelin. Sessantesima edizione della rossa Restano otto i tre stelle italiani Grande movimento in Campania dove anche la nuova direzione sembra proseguire nella valorizzazione della tipicità e della qualità dell’enogastronomia regionale.Francesco e Mario Sposito conquistano la seconda Stella salendo al vertice insieme a Torre del Saracino (Gennarino si conquista anche un’altra stella a Capri con mammà, ndr) , Capri Palace, Il Mosaico dell’Hotel, Don Alfonso, Quattro Passi, confermando Massa Lubrense la regina dell’area che va da Sorrento ad Amalfi.  La prima stella viene conquistata dal President di Pompei di Laila e Paolo Gramaglia, Roberto Allocca Relais Blu a Massa Lubrense, Luigi Tramontano al Flauto di Pan di Villa Cimbrone, un ritorno per loro che con il “Rossellini’s” dell’hotel Palazzo Avino portano a due i ristoranti stellati di Ravello. Conferma, da oltre mezzo secolo, per “La Caravella” di Amalfi, poi “La Sponda” dell’hotel “Le Sirenuse” di Positano;”Zass” dell’hotel San Pietro di Positano; stella anche a “Il Faro di Capo d’Orso” di Maiori; Perde la stella invece Rocco Iannone di Pappacarbone a Cava de’ Tirreni, mentre manca , nonostante la crescita fatta, una stella a Cetara e Vietri sul mare sul versante di Salerno. In allegato tutti i ristoranti stellati 

Pioggia di stelle Michelin sulla Costiera amalfitana e Sorrentina,  primeggiano Massa Lubrense (arrivato a 4 ristoranti stellati con la new entry del Relais Blu)  e Vico  Equense, a Ravello con il rientro del Flauto di Pan si torna a due come Positano un comprensorio quello della costa d' Amalfi e Sorrento che eccelle anche nel gusto.. Campania regina dell’ospitalità e dell’enogastronomia per la Guida Michelin. Sessantesima edizione della rossa Restano otto i tre stelle italiani Grande movimento in Campania dove anche la nuova direzione sembra proseguire nella valorizzazione della tipicità e della qualità dell'enogastronomia regionale.Francesco e Mario Sposito conquistano la seconda Stella salendo al vertice insieme a Torre del Saracino (Gennarino si conquista anche un'altra stella a Capri con mammà, ndr) , Capri Palace, Il Mosaico dell'Hotel, Don Alfonso, Quattro Passi, confermando Massa Lubrense la regina dell'area che va da Sorrento ad Amalfi.  La prima stella viene conquistata dal President di Pompei di Laila e Paolo Gramaglia, Roberto Allocca Relais Blu a Massa Lubrense, Luigi Tramontano al Flauto di Pan di Villa Cimbrone, un ritorno per loro che con il "Rossellini's" dell'hotel Palazzo Avino portano a due i ristoranti stellati di Ravello. Conferma, da oltre mezzo secolo, per "La Caravella" di Amalfi, poi "La Sponda" dell'hotel "Le Sirenuse" di Positano;"Zass" dell'hotel San Pietro di Positano; stella anche a "Il Faro di Capo d'Orso" di Maiori; Perde la stella invece Rocco Iannone di Pappacarbone a Cava de' Tirreni, mentre manca , nonostante la crescita fatta, una stella a Cetara e Vietri sul mare sul versante di Salerno. In allegato tutti i ristoranti stellati 

Lascia una risposta