Positano e Sorrento al World Travel Market di Londra, assenti Costiera amalfitana e Salerno – VIDEO

0

Positano e Sorrento, fra i paesi del circondario presenti al World Travel Market di Londra, che è stato  in programma dal 3 al 6 novembre, ma mentre la Penisola sorrentina ,e la provincia di Napoli, sono stati presenti (significativa anche la presenza di Meta di cui parliamo in Penisola Sorrentina news) a livello istituzionale la Costiera amalfitana è stata assente, nessuna traccia di Amalfi e Ravello, come pure la provincia di Salerno rispetto a quella di Napoli.  Nella più importante e prestigiosa fiera europea del settore, la Campania è presente all’interno dello stand dell’ENIT con un proprio spazio di circa 80 mq. Nell’area Campania sono ospitate 70 aziende tra operatori, albergatori, agenzie di viaggio, associazioni, consorzi e attività; fra queste quelle della perla della Costiera amalfitana. Al London WTM 2014, importante fiera del turismo internazionale, è presente dunque anche il Comune di Positano con la partecipazione del Vicesindaco ed assessore al Turismo Francesco Fusco. Massiccia la presenza dei vari organi del napoletano: Camera di commercio, varie delegazioni di Federalberghi quale Sorrento in primis ed Ischia. Ieri sera questi ultimi hanno dato una cena per gli operatori inglesi presso il Ristorante “I Quattro Passi” di Londra (sede inglese dell’omonimo e prestigioso  ristorante dei Mellillo di Nerano di Massa Lubrense). Ritornando a quello che più ci interessa, abbiamo chiesto all’assessore Fusco di fornirci qualche informazione.
“Abbiamo deciso di partecipare a questa importante Borsa del Turismo Mondiale come istituzione poiché rispetto alle altre ha una caratterizzazione marcatamente B to B – spiega Fusco – e partecipare coinvolgendo solo alcuni operatori del settore non avrebbe avuto senso. L’affluenza è molto qualificata ed i contatti che si stanno acquisendo, ancorché in numero minore rispetto alle altre fiere, sono certamente più selezionati. Reputo comunque importante la presenza dell’ente Comune in rappresentanza del territorio vista la “strapresenza” del NAPOLETANO e la quasi assenza del SALERNITANO, Napoli batte Salerno 10 a 1. Da ammirare – sottolinea Fusco – e soprattutto apprezzare l’intraprendenza di alcune realtà di nicchia, ma certamente professionali, come Zia Lucy (Lucia Ferrara) che è presente in fiera. Ho avuto occasione di incontrare anche alcuni operatori anglo/positanesi come Vito Marino che ha una start-up nel settore a Greenwhich ed il marito di Luciana De Lucia emigrata a  Londra che ha una azienda di trasporto persone proprio in questa città”. ( 4.11.14 aggiornato al 8.11.14)

Positano e Sorrento, fra i paesi del circondario presenti al World Travel Market di Londra, che è stato  in programma dal 3 al 6 novembre, ma mentre la Penisola sorrentina ,e la provincia di Napoli, sono stati presenti (significativa anche la presenza di Meta di cui parliamo in Penisola Sorrentina news) a livello istituzionale la Costiera amalfitana è stata assente, nessuna traccia di Amalfi e Ravello, come pure la provincia di Salerno rispetto a quella di Napoli.  Nella più importante e prestigiosa fiera europea del settore, la Campania è presente all’interno dello stand dell’ENIT con un proprio spazio di circa 80 mq. Nell’area Campania sono ospitate 70 aziende tra operatori, albergatori, agenzie di viaggio, associazioni, consorzi e attività; fra queste quelle della perla della Costiera amalfitana. Al London WTM 2014, importante fiera del turismo internazionale, è presente dunque anche il Comune di Positano con la partecipazione del Vicesindaco ed assessore al Turismo Francesco Fusco. Massiccia la presenza dei vari organi del napoletano: Camera di commercio, varie delegazioni di Federalberghi quale Sorrento in primis ed Ischia. Ieri sera questi ultimi hanno dato una cena per gli operatori inglesi presso il Ristorante "I Quattro Passi" di Londra (sede inglese dell'omonimo e prestigioso  ristorante dei Mellillo di Nerano di Massa Lubrense). Ritornando a quello che più ci interessa, abbiamo chiesto all'assessore Fusco di fornirci qualche informazione.
"Abbiamo deciso di partecipare a questa importante Borsa del Turismo Mondiale come istituzione poiché rispetto alle altre ha una caratterizzazione marcatamente B to B – spiega Fusco – e partecipare coinvolgendo solo alcuni operatori del settore non avrebbe avuto senso. L'affluenza è molto qualificata ed i contatti che si stanno acquisendo, ancorché in numero minore rispetto alle altre fiere, sono certamente più selezionati. Reputo comunque importante la presenza dell'ente Comune in rappresentanza del territorio vista la "strapresenza" del NAPOLETANO e la quasi assenza del SALERNITANO, Napoli batte Salerno 10 a 1. Da ammirare – sottolinea Fusco – e soprattutto apprezzare l'intraprendenza di alcune realtà di nicchia, ma certamente professionali, come Zia Lucy (Lucia Ferrara) che è presente in fiera. Ho avuto occasione di incontrare anche alcuni operatori anglo/positanesi come Vito Marino che ha una start-up nel settore a Greenwhich ed il marito di Luciana De Lucia emigrata a  Londra che ha una azienda di trasporto persone proprio in questa città". ( 4.11.14 aggiornato al 8.11.14)