Il 4 novembre

0

Il 4 novembre ricorre una festività della Repubblica in ricordo del 4 novembre 1918, fine della prima guerra mondiale. Fu istituita nel 1919 e fino al 1976 è stato un giorno festivo che, per ragioni di economia nazionale, ha perso “efficacia” nel tempo. Si rende omaggio da parte delle alte cariche dello Stato al Milite Ignoto presso l’altare della Patria a piazza Venezia a Roma ( la salma viene inumata appunto nell’altare del Vittoriano nel 1921); si aprono le caserme al pubblico; si tengono manifestazioni patriottiche presso i Sacrari Militari della Patria; si celebra anche la giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. Le Forze Armate sono le componenti militari dello Stato e sono, in ordine di anzianità, l’Esercito Italiano, La Marina Militare, l’Aeronautica militare e l’Arma dei Carabinieri (una volta facente parte dell’Esercito, ora elevata al rango di Forza Armata); in aggiunta la Guardia di Finanza con compiti di polizia economica.finanziaria, il Corpo militare della Croce rossa italiana, il Corpo delle Infermiere della Croce rossa. Naturalmente nella giornata , in cui si commemora tra l’altro la firma dell’armistizio siglato a Villa Giusti (Padova), si ricordano quanti (tanti) che ancora giovanissimi hanno sacrificato la loro vita per la Patria. Il giorno 3 la firma avvenne tra Badoglio ed il generale austriaco Victor Weber von Webenau. Il trattato di Saint-Germain-en-Laye consegnò all’Italia il Trentino, l’alto Adige, Trieste e l’Istria.
Il 4 novembre del 1737 si inaugura il teatro San Carlo di Napoli con la rappresentazione dell’Achille in Sciro di Domenico Sarro basata sull’opera di Metastasio- il 1812 Carolina Bonaparte pose la prima pietra dell’Osservatorio astronomico di Capodimonte- il 1852 Cavour assunse la carica di primo ministro del governo del regno di Sardegna- nel 1925 attentato a Mussolini sventato dall’OVRA – nel 1966 la piena dell’Arno invade Firenze ed i suoi capolavori culturali. …..g.a.Il 4 novembre ricorre una festività della Repubblica in ricordo del 4 novembre 1918, fine della prima guerra mondiale. Fu istituita nel 1919 e fino al 1976 è stato un giorno festivo che, per ragioni di economia nazionale, ha perso “efficacia” nel tempo. Si rende omaggio da parte delle alte cariche dello Stato al Milite Ignoto presso l’altare della Patria a piazza Venezia a Roma ( la salma viene inumata appunto nell’altare del Vittoriano nel 1921); si aprono le caserme al pubblico; si tengono manifestazioni patriottiche presso i Sacrari Militari della Patria; si celebra anche la giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. Le Forze Armate sono le componenti militari dello Stato e sono, in ordine di anzianità, l’Esercito Italiano, La Marina Militare, l’Aeronautica militare e l’Arma dei Carabinieri (una volta facente parte dell’Esercito, ora elevata al rango di Forza Armata); in aggiunta la Guardia di Finanza con compiti di polizia economica.finanziaria, il Corpo militare della Croce rossa italiana, il Corpo delle Infermiere della Croce rossa. Naturalmente nella giornata , in cui si commemora tra l’altro la firma dell’armistizio siglato a Villa Giusti (Padova), si ricordano quanti (tanti) che ancora giovanissimi hanno sacrificato la loro vita per la Patria. Il giorno 3 la firma avvenne tra Badoglio ed il generale austriaco Victor Weber von Webenau. Il trattato di Saint-Germain-en-Laye consegnò all’Italia il Trentino, l’alto Adige, Trieste e l’Istria.
Il 4 novembre del 1737 si inaugura il teatro San Carlo di Napoli con la rappresentazione dell’Achille in Sciro di Domenico Sarro basata sull’opera di Metastasio- il 1812 Carolina Bonaparte pose la prima pietra dell’Osservatorio astronomico di Capodimonte- il 1852 Cavour assunse la carica di primo ministro del governo del regno di Sardegna- nel 1925 attentato a Mussolini sventato dall’OVRA – nel 1966 la piena dell’Arno invade Firenze ed i suoi capolavori culturali. …..g.a.