DISOCCUPAZIONE A NOVEMBRE . COME NON FARE LA FILA AL COLLOCAMENTO

0

La prima settimana di Novembre è ormai nota per le file interminabili al Centro per l’Impiego di Maiori. I lavoratori che intendono chiedere la ASPI o la Mini Aspi possono restare anche un’intera giornata in attesa del proprio turno per iscriversi e ricevere assistenza sulla compilazione della domanda. Un momento di stress e una perdita di tempo che si possono evitare.
Adesso infatti, ai sensi della circolare INPS 154/2013, è possibile iscriversi online evitando di presentarsi fisicamente al collocamento nel momento stesso in cui si compila la domanda. presentando la DID (Dichiarazione di Immediata Disponibilità) al centro per l’impiego competente (ovvero a Maiori) ed iscrivendosi in tal modo senza sforzi e subito alle liste dei disoccupati. Successivamente il cpi provvederà nello stesso giorno o a breve distanza a inoltrare il certificato sulla mail del lavoratore o ad inviare un cartaceo a domicilio
Non resta dunque ad inizio del prossimo mese che compilare la domanda seduti comodamente a casa o rivolgersi ad un patronato evitando le file assurde che ogni anno accompagnano il lavoratore alla fine del proprio rapporto di lavoro. Claudio TorreLa prima settimana di Novembre è ormai nota per le file interminabili al Centro per l’Impiego di Maiori. I lavoratori che intendono chiedere la ASPI o la Mini Aspi possono restare anche un’intera giornata in attesa del proprio turno per iscriversi e ricevere assistenza sulla compilazione della domanda. Un momento di stress e una perdita di tempo che si possono evitare.
Adesso infatti, ai sensi della circolare INPS 154/2013, è possibile iscriversi online evitando di presentarsi fisicamente al collocamento nel momento stesso in cui si compila la domanda. presentando la DID (Dichiarazione di Immediata Disponibilità) al centro per l’impiego competente (ovvero a Maiori) ed iscrivendosi in tal modo senza sforzi e subito alle liste dei disoccupati. Successivamente il cpi provvederà nello stesso giorno o a breve distanza a inoltrare il certificato sulla mail del lavoratore o ad inviare un cartaceo a domicilio
Non resta dunque ad inizio del prossimo mese che compilare la domanda seduti comodamente a casa o rivolgersi ad un patronato evitando le file assurde che ogni anno accompagnano il lavoratore alla fine del proprio rapporto di lavoro. Claudio Torre