Ravello incontro a Roma con Caldoro. Vuilleumier “Accolte le nostre istanze”. Ma mancano ancora gli atti

0

Ravello, Costiera amalfitana . Si è tenuto oggi a Roma, un incontro tra il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, il sindaco di Ravello, Paolo Vuilleumier e il presidente e il segretario generale della Fondazione Ravello, Renato Brunetta e Secondo Amalfitano e il capo di gabinetto della presidenza della Regione Campania, Danilo Del Gaizo. Al centro della riunione, la gestione integrata dei tre beni cittadini, Villa Rufolo, Villa Episcopio e l’Auditorium Oscar Niemeyer. “Il presidente Caldoro mi ha dato ampie rassicurazioni, dichiarando la sua disponibilità a recepire le istanze avanzate a più riprese dalla mia amministrazione – spiega Vuilleumier – Sarà quindi rivisitata la delibera regionale dello scorso agosto, che affidava il solo complesso monumentale di Villa Episcopio alla Fondazione Ravello, e per un periodo limitato di tre anni. All’esito della riunione sono state accolte le nostre richieste per un progetto complessivo di valorizzazione dei tre siti, con relativa dotazione sia in termini economici che di programmazione”. Una buona notizia sulle rassicurazioni avute, ma ricordiamo che analoghe assicurazioni le fece anche l’assessore al turismo Sommese a Salvatore De Martino che sollevò la questione, bene ha fatto il sindaco a rappresentare queste istanze, ma sono tante rassicurazioni che speriamo non si tramutino in semplici pacche sulla spalle, ma atti concreti, cioè la “restitutio in integrum” degli accordi fatti all’epoca con la Città di Ravello gemma bistrattata della costa d’ Amalfi

Ravello, Costiera amalfitana . Si è tenuto oggi a Roma, un incontro tra il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, il sindaco di Ravello, Paolo Vuilleumier e il presidente e il segretario generale della Fondazione Ravello, Renato Brunetta e Secondo Amalfitano e il capo di gabinetto della presidenza della Regione Campania, Danilo Del Gaizo. Al centro della riunione, la gestione integrata dei tre beni cittadini, Villa Rufolo, Villa Episcopio e l’Auditorium Oscar Niemeyer. “Il presidente Caldoro mi ha dato ampie rassicurazioni, dichiarando la sua disponibilità a recepire le istanze avanzate a più riprese dalla mia amministrazione – spiega Vuilleumier – Sarà quindi rivisitata la delibera regionale dello scorso agosto, che affidava il solo complesso monumentale di Villa Episcopio alla Fondazione Ravello, e per un periodo limitato di tre anni. All’esito della riunione sono state accolte le nostre richieste per un progetto complessivo di valorizzazione dei tre siti, con relativa dotazione sia in termini economici che di programmazione”. Una buona notizia sulle rassicurazioni avute, ma ricordiamo che analoghe assicurazioni le fece anche l'assessore al turismo Sommese a Salvatore De Martino che sollevò la questione, bene ha fatto il sindaco a rappresentare queste istanze, ma sono tante rassicurazioni che speriamo non si tramutino in semplici pacche sulla spalle, ma atti concreti, cioè la "restitutio in integrum" degli accordi fatti all'epoca con la Città di Ravello gemma bistrattata della costa d' Amalfi